Graduatorie definitive I fascia


Qui le graduatorie definitive prima fascia

GRAD. DOC 1 FASCIA ISTITUTO DEFINITIVA

Grad. I Fascia ATA ISTITUTO 14.15

Il coro, si riparte


Mercoledì 24 settembre alle ore 14 riprenderanno le prove del coro, guidato dalla prof. Vittoria D’Annibale. Al coro possono partecipare tutti gli allievi che lo desiderano. Le prove si svolgono il mercoledì dalle ore 14 alle ore 16 in aula magna

coroeorchestra2

Scuola digitale, il prof. Ferri al Liceo il 30 settembre


Copertina Scuola 2.0Il prof. Paolo Ferri, dell’Università Milano Bicocca, uno dei massimi esperti delle problematiche relative alla scuola digitale,  autore del recentissimo saggio sulla scuola 2.0, eduito da Spaggiari, sarà al Liceo di Ceccano martedì’ 30 settembre. L’incontro è rivolto a  tutti gli insegnanti con l’obiettivo di modificare gli ambienti di apprendimento attraverso l’integrazione  delle tecnologie nella didattica. La lezione del  prof. Ferri inizierà alle ore 15, nell’aula magna Francesco Alviti

Eduroam, le istruzioni per accedere alla rete


Ecco di seguito le istruzioni per collegarsi alla rete Eduroam, a disposizione di professori e studenti esclusivamente per lo studio e la ricerca.

Guida alla configurazione Eduroam

Guida alla configurazione Eduroam per utenti windows 8

Qui il Regolamento per l’uso della rete Regolamento per l’utilizzo della rete Eduroam

 

 Eduroam - Education Roamingeduroam (Education Roaming) è un servizio che offre un accesso wireless sicuro alla rete. Gli utenti roaming che visitano un istituto che aderisce all’iniziativa sono in grado di utilizzare la rete locale wireless (WLAN) usando le stesse credenziali (username e password) che userebbero nella propria istituzione d’appartenenza, senza la necessità di ulteriori formalità presso l’istituto ospitante. Eduroam è un’infrastruttura basata su una rete di server RADIUS che utilizza 802.1x.

Lo scopo della Federazione Italiana eduroam è di facilitare l’accesso alla rete GARR e alle altre reti ad essa connesse agli utenti mobili (roaming users) delle organizzazioni partecipanti (servizio eduroam). La Federazione è coordinata dal Consortium GARR, che la rappresenta presso le altre federazioni e confederazioni. Eduroam è un marchio registrato di TERENA

 

 

 

La scienza in festa, e il Liceo con gli scienziati!


notte ricercatoridi Sofia Ferracci, V B

Il 26 settembre 2014 un gruppo di studenti del Liceo di Ceccano, che hanno preso parte al Piano Lauree Scientifiche dell’Università di Roma Tor Vergata, presenterà i risultati del lavoro svolto durante il PLS alla Notte Europea dei Ricercatori a Frascati, una grande festa della scienza dove ricercatori e scienziati incontreranno un pubblico di tutte le età per promuovere e divulgare la cultura scientifica.

Proprio come i ricercatori, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di studiare l’astrobiologia -scienza interdisciplinare che si occupa dello studio della vita al di fuori della Terra- vedendo con i propri occhi com’è che si lavora in un laboratorio di ricerca. Guidati dalla dott.ssa Daniela Billi dell’Università di Roma Tor Vergata, i liceali si sono dilettati scietra provette, centrifughe e microscopi per vedere con i propri occhi a che punto è giunta la ricerca scientifica in questo ambito, e adesso non resta che presentarne i risultati, (quasi) come dei veri scienziati!

Lunedì 22 settembre, la dott.ssa Billi  sarà al Liceo diCeccano per un incontro di prova e di verifica

La scuola è iniziata di nuovo e io sono più grande, più matura


frandi Francesca Micheli, IV F

Ebbene sì. Sveglia all’alba, una doccia veloce, un caffè e subito via…a scuola! Può sembrare noioso, stancante, stressante. Non nego che lo sia. Ma quest’anno, per la prima volta, mi sento più grande, più matura, più pronta ad affrontare al meglio questo apparentemente lunghissimo anno ma che si esaurirà in un battito d’ali, di mani, di ciglia, come tutto d’altronde. Il quarto: un anno importante, “l’anno dei dubbi”, a detta di molti; l’anno in cui sai che l’avventura liceale si avvia sempre più verso la fine e ti rendi davvero conto che un giorno tutto ciò non farà più parte della tua quotidianità e -ammettilo, so che è così- follemente ti mancherà. Questi sono gli anni migliori, gli anni delle chiacchiere, delle risate tra banchi di scuola che rimarranno racchiuse in quelle quattro pareti che hanno visto, ascoltato, accolto e sopportato generazioni di studenti come noi; ma soprattuto sono anni cruciali che determineranno il tuo futuro, il mio futuro. Sembra sempre qualcosa di lontano anni luce, qualcosa che ci limitiamo ad immaginare, senza renderci conto che il futuro è proprio dietro l’angolo e noi siamo quasi alla fine della strada, una delle tante che percorriamo durante la nostra vita, ma che presto si getterà in un’infinita quantità di altre viuzze. È lì che si trova il nostro futuro ed è lì che ci sta spingendo quasi inconsciamente questa lunga strada. Leggi il resto di questa voce

Palestina, alle radici del conflitto


palestinadi Mario Saverio Morsillo*

Il 18 settembre 2014 si è svolta a Roma, presso i locali dell’Ambasciata Palestinese nel nostro Paese, un interessantissimo convegno sulla presenza dei cristiani nel variegato e contrastante panorama etnico-politico e religioso di quella che comunemente viene chiamata Terra Santa. In effetti, quando parliamo di Palestina pensiamo sempre alle numerose comunità confessionali islamiche ed ebraiche presenti su quel territorio, ma in verità ne esiste un’altra molto esigua numericamente ma importantissima politicamente, ed è la comunità cattolica cristiana. Essa rappresenta appena l’1,4% della popolazione della Terra Santa, ma è molto attiva e ben organizzata. Determinati a restare nella loro terra d’origine, i cristiani palestinesi, nella quasi totalità cattolici, stanno organizzando una serie di iniziative economiche e sociali tese a restituire ai palestinesi l’identità di popolo, umiliato da decenni di occupazione politica, militare, culturale.

Particolarmente toccanti sono state le comunicazioni di padre Raed Abusahalìa, direttore della Caritas di Gerusalemme, sulla recente creazione di aziende dedite all’imbottigliamento di olio di guerra madoliva, o di succhi di frutta, palestinesi; iniziative di piccolo valore economico ma di enorme significato politico ( per i palestinesi, prima dell’intervento della Caritas, era quasi impossibile aprire aziende proprie). Notevole spazio si sta inoltre dando a settori economici terziari, quali soprattutto il turismo.Ma sia pure nella difficile situazione che il governo e l’esercito di Israele hanno determinato, nelle frasi di padre Raed , come degli altri intervenuti, non è mai apparso odio né desiderio di vendetta: gli israeliani sono stati definiti ‘amici’; mentre l’esercito israeliano ed Hamas cannoneggiavano loro distribuivano palloni da football a bambini palestinesi ed israeliani, ecc.           Ma queste importantissime misure di carattere pacifista rimangono poca cosa rispetto alle iniziative pedagogiche della Caritas gerusalemita. Non mi soffermerò della possibilità offerta solo quest’anno a 1200 studenti universitari di poter proseguire gli studi; è ovvio il suo valore sociale. Ma che dire  dei centri di prevenzione e recupero dei tossicodipendenti in Gerusalemme Est (la parte non annessa allo Stato di Israele, per intenderci) dove l’eroina ed altre droghe pesanti sono volutamente lasciate circolare, allo scopo di annientare le nuove generazioni di palestinesi? Che dire dei centri di riposo per anziani, dove i vecchi palestinesi riescono a trovare la serenità non ottenuta in gioventù? Leggi il resto di questa voce

Attenzione, nuovo orario a partire da lunedì 22 settembre


Qui l’orario dal 22 settembre

https://drive.google.com/file/d/0BxxkIcqr7Nh0WTVaeVU3aXFETnJTQVp5UnlmTk5pM0c1aHZR/edit?usp=sharing

A scuola di cuore, il Liceo a Casamari per la prevenzione cardiologica


cuoreCon l’introduzione del prof. Francesco Fedele, presidente della Fondazione Italiana Cuore e circolazione, si aprirà sabato a Casamari il convegno Al cuor non si comanda per la prevenzione delle malattie cardiologiche e soprattutto delle morti dei giovani per infarto. Il Liceo di Ceccano ha provato cosa significhi tutto ciò quando, nell’agosto del 2012, venne privato all’improvviso di uno dei suoi alunni, Gianmarco Imola, cui la nostra scuola ha dedicato tutto il programma di intervento di emergenza che ha il suo centro nel defibrillatore e nei corsi per il conseguimento del im9certificato abilitante al suo utilizzo. La squadra di emergenza del Liceo è sempre pronta ad intervenire nel caso ci sia bisogno di utilizzare il defibrillatore o assicurare assistenza a chiunque si senta male all’interno del Liceo. Questa esperienxza, insieme agli altri programmi di prevenzione medica ed alimentare, saranno illustrati al convegno di casamari della preside Senese e dal prof. Saulo Lombardi. Parteciperà ancha la classe V E, in rappresentanza degli allievi del Liceo. Tra gli altri relatori la prof.ssa Francesca Rocca del MIUR.

Inaugurazione dell’anno scolastico, il fotoracconto di Angelo


Altre foto del giorno dell’inaugurazione dell’anno scolastico, il 15 settembre, a cura di Angelo Spinelli

 

tutti

qui le foto Inaugurazione secondo Angelo

L’ultimo primo giorno di scuola


tele2di  Debora Mancini

Sono passati 7anni “dal mio ultimo primo giorno di scuola” al liceo, ma nonostante il tempo trascorso ricordo quegli anni molto bene! Perché, è proprio vero.. gli anni del liceo non si scordano mai..! non si scorderanno mai i compagni di scuola, e le avventure trascorse insieme a loro! come non si scorderanno gli insegnamenti, non solo scolastici dei prof, che approfitto per salutare (prof Germani, prof D’Anna, prof Maura, prof Gherghetta, prof Parente, prof De Angelis, prof Alviti)e non scorderó mai le parole della professoressa De Angelis:”eppure rimpiangerete questi momenti”!

E già..è proprio così..non c’è altro luogo o altra situazione che puó farvi vivere determinate cose! Buon inizio a tutti e anche se adesso le mie parole possono sembrarvi paradossali..sono sicura che fra 7 anni la penserete come me! Fiera di aver frequentato questa bellissima scuola!

Classroom, partite le prime classi


classroomFunziona  a tutto regime la Classroom al Liceo di Ceccano, la nuova piattaforma digitale che Google jha messo gratuitamente a disposizione delle scuole che sono dotate della Google apps for education. Classroom consente agli insegnanti di creare gruppi classe, di assegnare compiti, mandare messaggi, effettuare verifiche, inviare i risultati, tutto in maniera automatica, senza preoccuparsi di problematiche di archiviazione e cosnervazione dei dati. Classroom si affianca alle altre piattaforme già utilizzate al Liceo, come Moodle ed Edmodo. L’intregrazione fra classroom e le app della posta, del calendario, degli strumenti  di condivisione come Drive o Google+, fino ad arrivare ad app più complesse come Site ne fanno uno strumento molto potente e friendly soprattutto per le scelte del Liceo 2.0, con l’utilizzo delle metodologie della classe rovesciata (flipped class) e BYOD, Bring your own device, porta il tuo dispositivo. L’uso di classroom è supportato dai ragazzi dell’Associazione Sirio che coadiuvano gli insegnanti con training personalizzati.

Libretti personali, pronti


badgeI libretti personali per l’a.s. 2014/2015 sono disponibili presso l’area accoglienza. I genitori, o chi esercita la patria potestà, muniti di foto del figlio (per coloro che non l’avessero già presentata), possono ritirarli:

  • Tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 13.30
  • Il giovedì dalle 15.00 alle 17.00
  • Per gli studenti maggiorenni tutti i giorni durante l’intervallo

Qui le istruzioni per l’uso: https://liceoceccano.files.wordpress.com/2013/01/c30-ritiro-libretti-personale-14-15.pdf

e il regolamento https://liceoceccano.files.wordpress.com/2013/01/c30-all-2-13-reg-uso-libretto-e-badge-ci-13giu14.pdf

Attenzione, da giovedì cambio d’orario, si entra alle 8


Si ricorda che da giovedì entrerà in vigore l’orario così strutturato

ingresso 8,00
1° ora   8,10-9,10
2° ora   9,10-10,10
3° ora   10,10-11,10 (pausa 11,00-11,10)
4° ora   11,10-12,10
5° ora   12,10-13,10

Cerimonia inaugurazione dell’anno, altre foto


Ecco le foto dell’orchestra e del coro del Liceo, impegnati nella Cerimonia di inaugurazione

orch coroQui le foto Coro e orchestra

 

Il sito del Liceo oltre quota 1.800.000


Superata quota 1 milione e 800 mila visite al blog del Liceo, strumento di servizio alla comunità scolastica e di informazione per il pubblico. Grazie

banda canada

Cerimonia di inaugurazione, le prime foto


 

evry

Un caloroso In bocca al lupo ha concluso la cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico al Liceo di Ceccano. Il canto degli Italiani di Goffredo Mameli ed una grande bandiera tricolore hanno salutato il nuovo anno scolastico, nel cortile del Liceo con la Preside e i professori, il coro e l’orchestra, per ben cominciare

qui le altre foto  Cerimonia inaugurazione

Inaugurazione dell’anno scolastico


La scuola che vorrei, la preside Senese su Avvenire, edizione nazionale


Ecco l’intervento della Preside, Concetta Senese, cui l’Avvenire ha chiesto di parlare della scuola che vorrebbe, nella pagina uscita oggi, 14 settembre, nell’edizione nazionale

senese avv

15 settembre, il saluto del Prefetto, Emilia Zarrilli


Carissimi studenti, ho il piacere di rivolgere a tutti voi, per la prima volta, in qualità di Prefetto della provincia di Frosinone,  un caloroso saluto e fervidi auguri di buon inizio per il nuovo anno scolastico. Desidero, inoltre, formulare i più sinceri e sentiti voti augurali nei confronti di tutti coloro che operano in un settore così delicato, complesso e fondamentale per la crescita dei nostri giovani che dovranno formarsi per essere veri protagonisti del futuro del nostro Paese. Sono sicura che nell’esprimere questi auspici, assieme a me ci sono idealmente anche i genitori e quanti hanno a cuore il futuro dell’Italia e del mondo intero, perché senza un vero rapporto di stima e sinergia tra famiglia, scuola ed intero corpo sociale non potrà esserci un futuro migliore e sereno per l’istituzione scolastica.

In primo luogo intendo indirizzare un augurio agli studenti: bambini, ragazzi e giovani, soggetti principali dell’ educazione scolastica, intorno ai quali tutto deve ruotare. Con la riapertura annuale delle scuole, cari studenti, riprenderete il cammino della vostra crescita, del vostro divenire adulti, attraverso l’ autentico impegno, anche faticoso, volto all’ apprendimento del patrimonio di conoscenza e valori, che ci è stato trasmesso e su cui si fonda la nostra civiltà. La scuola deve, pertanto, essere una vera palestra di collaborazione per formarvi alla piena cittadinanza e solidarietà, mediante un sistema di istruzione nellaalv2 società, volto principalmente a prepararvi ad affrontare le sfide di oggi, sempre più difficili perché provengono da un mondo globalizzato, ad essere cittadini italiani ed europei, a superare ogni ostacolo che troverete sulla strada del terzo millennio, che passa inevitabilmente attraverso un processo di integrazione, ormai divenuto indispensabile, in una realtà sempre più multietnica. Sappiate, che la scuola è il pilastro della coesione sociale e territoriale, il luogo dove si costruisce la cittadinanza e dove inizia la realizzazione dei valori costituzionali. Leggi il resto di questa voce

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 554 follower