Archivio mensile:ottobre 2008

Studiare all’estero, borse di studio entro il 10 novembre


Scade il 10 novembre prossimo la domanda per ottenere borse di studio finalizzate a periodi di studio all’estero. Informazioni in presidenza o su Intercultura

Su Facebook, il gruppo del Liceo


E’ stato aperto su http://www.facebook.com un gruppo dedicato al Liceo. Ci sono diversi post: fra questi alcuni dedicati alla grammatica e alla sintassi dei dialetti del nostro territorio

Autogestione: i numeri, classe per classe


Di seguito il rilevamento statistico delle agitazioni, classe per classe:

Rilevamento autogestione 2008
Giorno 31 ottobre 2008
Totali Presenti Autogestione Assenti
I A 23 18 15 5
II A 28 26 24 2
III A 26 26 26 0
IV A 24 22 22 2
V A 19 12 10 7
IV E 27 27 27 0
II F 28 26 26 2
I B 24 21 18 3
II B 19 16 16 3
III B 24 19 0 5
IV B 23 20 13 3
V B 19 0 0 19
V E 19 17 17 2
I C 25 25 5 0
II C 27 27 21 0
III C 26 20 15 6
IV C 27 23 21 4
V C 24 16 12 8
I D 27 24 12 3
II D 28 24 22 4
III D 21 17 1 4
IV D 25 21 17 4
V D 21 19 17 2
I E 24 22 22 2
II E 27 21 14 6
III E 25 20 17 5
I F 22 19 12 3
V F 22 17 0 5
Totali 674 565 422 109

Agitazioni studentesche: la preside scrive ai genitori


Si prospetta a partire da venerdì 31 ottobre 2008 fino a tempo indeterminato una manifestazione studentesca sotto forma di “autogestione” da parte degli studenti, sebbene fosse stata loro offerta l’opportunità di una serie di attività organizzate in collaborazione con i docenti.
Mi sembra doveroso informare le famiglie che, di una situazione del tutto extragiuridica come quella in parola, la scuola può solo prendere atto: l'”autogestione” infatti non è assolutamente autorizzata dalla scuola e si configura comunque come un elemento di interruzione della normale attività didattica. La scuola, inoltre, in questa situazione potrebbe non essere in grado di assolvere compiutamente doveri di vigilanza adeguata. Si sottolinea, inoltre, che la posizione di responsabile delle strutture del Dirigente Scolastico impone prudenza nella concessione di aule normali, speciali o attrezzature.
A salvaguardia della professionalità dei docenti e dei diritti di quegli allievi  che intendono avvalersi del regolare servizio scolastico di cui il Preside è garante, si rimarca che non si può impedire all’insegnante lo svolgimento della propria funzione, né a gruppi di alunni, o al limite anche ad uno solo, di usufruire del diritto allo studio, costituzionalmente garantito.
Pertanto vanno incoraggiati quegli studenti che optano per le lezioni regolari, da tenersi con modalità valutate appropriate dai docenti, anche in relazione ai presenti. Le diverse attività della scuola, pertanto, proseguiranno regolarmente con lezioni, compiti e verifiche. Gli eventuali studenti assenti alle diverse prove non potranno chiedere che siano ripetute per loro.
La verifica delle presenze alle lezioni degli studenti va condotta ad inizio di lezione, appurando che si tratti di una scelta permanente e non “oraria”. Si sottolinea che la copertura assicurativa è operante solo per quegli alunni regolarmente registrati presenti e per i quali la scuola è in grado di assolvere compiutamente i doveri di vigilanza.
Gli altri alunni saranno considerati assenti dalle lezioni.
Le famiglie dovranno, successivamente, motivare l’assenza dalle lezioni non in forma vaga ma con la dicitura “presa d’atto autogestione dal … al …”. Per altre motivazioni, le famiglie o gli alunni maggiorenni giustificheranno secondo quanto previsto dalla normativa.
Confido nella collaborazione dei docenti per un’informativa agli studenti dei rischi a cui vanno incontro per atti che esulano dalla normalità e per un controllo vigile sull’incolumità di quelli a loro affidati, senza chiusure e senza rinunciare al dialogo.
Da parte delle famiglie mi auguro che si facciano parte attiva per la rapida ripresa delle lezioni, perchè tutti possano usufruire del servizio reso dall’Istituzione Scolastica e non vengano sottratti giorni preziosi per il lavoro curriculare.

Ceccano, 30 ottobre 2008

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
(Prof.ssa Cleandra De Camillo)

Agitazioni studentesche: lettera ai prof


COMUNICAZIONE AI DOCENTI

Si forniscono ai Docenti le seguenti indicazioni relative al comportamento da tenere in caso di “autogestione”:

1)    Astensione da atteggiamenti o comportamenti formali o informali di “solidarietà” o di “contrapposizione” alle iniziative degli studenti.
2)    Vigilanza con la collaborazione dei docenti e di tutto il personale a che nel corso delle iniziative, delle attività o nelle assemblee autonomamente gestite dagli studenti, vengano osservate le regole fondamentali della civile convivenza.
3)    Prosecuzione regolare dell’attività e del funzionamento degli uffici di segreteria, della presidenza e della vicepresidenza.
4)    Divieto dell’uso del fax della scuola.
5)    Accesso di estranei nella scuola consentito solo su autorizzazione del Consiglio di Istituto, e del Capo d’istituto,  se formalmente delegato dal Consiglio stesso.
6)    Divieto all’utilizzo dei laboratori, delle aule speciali, della palestra e di altri locali attrezzati e dotati di strumenti didattici.
7)    Le attività di “autogestione” non devono arrecare disturbo alle lezioni e alle altre attività di studio e alle attività di laboratorio; deve essere garantito anche ad un solo alunno la piena attività didattica.
8)    I Docenti hanno l’obbligo della vigilanza sui minori (e non solo sugli alunni delle proprie classi) nei limiti del proprio orario di servizio.
9)    Ciascun Docente firma puntualmente il registro di classe per attestare la propria presenza giornaliera a scuola.
10)     Ogni insegnante deve annotare sul proprio registro personale l’eventuale interruzione della normale attività didattica e deve registrare le assenze degli alunni in caso di lezione non effettuata. Gli alunni che si dichiarano in “autogestione” saranno considerati assenti dalle lezioni e dovranno giustificare l’assenza.
11)    La verifica delle presenze degli studenti va condotta ad inizio di lezione, appurando che si tratti di una scelta permanente e non “oraria”. Sarà opportuno, comunque, operare un controllo successivo delle presenze nel corso della mattinata.
12)     Qualora il docente in servizio accerti un danno alle cose o alle persone prodotto da un suo o da un altro alunno comunica per iscritto il fatto al Capo di Istituto.
Gli Insegnanti comunicano per iscritto al Preside comportamenti scorretti degli allievi della propria o di altre classi.
Ceccano,  30 ottobre 2008

Il Dirigente scolastico
(Prof.ssa Cleandra DE CAMILLO)

Agitazioni studentesche: la preside scrive agli alunni


COMUNICAZIONE

A TUTTI GLI STUDENTI

SEDE DI Ceccano

OGGETTO:  Interruzione del normale funzionamento dell’attività didattica:
informativa.

Il protrarsi  di episodi di protesta, che possono essere di ostacolo al normale funzionamento delle attività didattiche, induce questa Presidenza, responsabile del servizio educativo e garante del suo buon funzionamento, a fornire per iscritto le seguenti informazioni, già più volte richiamate verbalmente:

•    Non si devono assumere iniziative che ledano il diritto fondamentale all’integrità e alla continuità del servizio di istruzione, costituzionalmente garantito a tutti i cittadini, in quanto potrebbero configurarsi come ipotesi di reato.
Quanto sopra per dovere di informazione.

Il Dirigente  scolastico
(Prof.ssa Cleandra De CAMILLO)

Genitori in Consiglio di Istituto


Si sta formando la lista dei genitori per il Consiglio d’Istituto: chi fosse interessato a partecipare, può farlo sapere in presidenza entro lunedì 3 novembre 2008

Costituito il Comitato dei genitori


Si è regolarmente costituito il Comitato dei genitori, formato dai rappresentanti eletti nei consigli di classe. Presidente dell’organismo è Guglielmo Solli, segretario Bruno Zerbato

Studiare all’estero: incontro di Intercultura


Giovedì 30 ottobre 2008, alle ore 17,30, presso la Mediateca Valle del Sacco, via S. Francesco, 1 Ceccano, ci sarà la presentazione delle opportunità di studio all’estero curate da intercultura.

Altre informazioni su Intercultura

Monte Gemma, domenica 26 ottobre: le foto


Qui

escursione a Monte Gemma

Agitazioni studentesche, lettera ai prof


La preside De Camillo, che stamane ha partecipato all’assemblea studentesca, intervendo più volte nel dibattito con gli studenti, ha scritto in proposito ai docenti del Liceo di Ceccano

Cari colleghi,

sono in corso agitazioni degli studenti che intendono protestare contro i provvedimenti adottati o in corso di adozione a livello nazionale. Oggi, martedì 28 ottobre, c’è stata prima l’assemblea, poi una riunione del Comitato degli studenti, terminata alle ore 13,30. Quindi nel pomeriggio dalle ore 16,30 alle 19,30, il Comitato si è riunito a scuola per preparare i materiali necessari ad una votazione cui domani, 29 ottobre, saranno chiamati tutti gli studenti.

Prego ciascuno, pur nell’assoluta legittimità delle diverse posizioni in merito a quanto si discute, di comprendere la delicatezza del momento e di assecondare gli sforzi della scuola di convogliare la protesta degli allievi su forme che non siano pericolose per nessuno e che non costituiscano palese violazione di legge. Questo vuol dire aiutare gli studenti a discutere, a comprendere quanto sta accadendo nella scuola italiana, ad informarsi quanto più possibile, sacrificando magari qualche ora di lezione frontale per opportune occasioni di confronto sui temi in discussione.

I rappresentanti di istituto e di classe saranno impegnati, nella mattinata del 29, nel raccogliere le espressioni di voto degli studenti, secondo modalità che il Comitato studentesco ha, nella propria autonomia, stabilito.

Grazie a tutti per la comprensione e per la disponibilità.

Mercoledì 29 ottobre 2008: genitori a scuola


Sono in programma per mercoledì 29 ottobre due riunioni di genitori: la prima alle ore 17,30 per i genitori degli allievi delle classi I, nell’ambito del Progetto Tutti per uno, per gli insegnamenti di lingua straniera e scienze; la seconda alle ore 19 per il Comitato dei genitori. sarà un momento anche per confrontarsi sulle agitazioni studentesche di questi giorni.

Di seguito i nominativi dei rappresentanti dei genitori

Elenco rappresentanti genitori consigli di Classe 2008.2009

Classe I A

Paglia Anna Maria

Antonucci Luca

Liburdi Giovanna

Carlini Sara

Classe II A

Tucci Claudia

Vernacoli Andrea

Maglione Letizia Roberta

Valle Andrea

Classe III A

Zerbato Bruno

Zerbato Luigi

Ciotoli Sonia

Giovini Manuel

Classe IV A

De Angelis Giovanni

De Angelis Marilena

De Luca Ernesta

Malizia Stefania

Classe V A

Maura Benedetto

Maura Marina

Classe I B

Giovandone Eufemia Rossana

Vellucci Francesca

Bartoli Umbertina

Di Sora Manuel

Classe II B

Masi Francesca

Milano Marianna Serena

De Luca Ernesta

De Santis Marta

Classe III B

Saviano Maria

Di Pofi Roberta

Bettinelli Ottavio

Bettinelli Valentino

Classe IV B

Leone Walter

Leone Federica

Gemmiti Raffaella

Giudici Simona Erika

Classe V B

Del Brocco Germana

Pizzuti Natascia

Classe I C

Fabi Mirella

Orsini Giulia

De Santis Ivana

Antonucci Giovanni

Classe II C

Rossi Paolo

Rossi Nicolo’

Salate Santone Sabrina

Santodonato Luigi

Classe III C

Aversa Domenica

Frasca Danilo

Ciotoli Sonia

Ciotoli Giovanni

Classe IV C

Rinaldi Teresa

Cipriani Giorgia

Del Brocco Giovanna

D’Annibale Laura

Classe V C

Compagnone Antonio

Compagnone Luca

Classe I D

Scaccia Antonella

Simoni Lorenzo

Del Brocco Compagnone Luana

Vitali Francesca

Classe II D

Giudici M. Antonietta

Pagano Alessandro

Panfili Mauro

Panfili Matteo

Classe III D

Bonomo Ida

Del Brocco Francesca

Scarso Daniela

Mastrantoni Martina

Classe IV D

Bucciarelli Vittoria

Diana Alex

Santododato Vincenzo

Santodonato Luca

Classe V D

Saviano Maria

Di Pofi Gianmarco

Loizzi Manuela

Fioretta Mario

Classe I E

Miledi Luigi

Miledi Andrea

Iacovacci Mirella

Petrilli Paolo

Classe II E

Verrelli Margherita

De Carolis Roberto

Cellini Nadia

Marsilli Alessio

Classe III E

Solli Guglielmo

Solli Angelo

Colafrancesco Michelangelo

Colafranceschi Beatrice

Classe IV E

De Nardis Carolina

Casinelli Federico

Classe V E

Roma Gianni

Roma Francesca

Loffredi Angela

Lozzi Giannamarco

Classe I F

Staccone Emanuela

Ciotoli Federico

De Luca Daniela

Compagnone Cristiano

Classe IIF

D’Emilio Flavia

Guglielmeti carlo

Marcoccia Anna

Maura Francesca

Classe V F

Gizzi Cesare

Gizzi Pierfrancesco

Guarcini Giuseppe

Guarcini Chiara

Agitazioni studentesche: informazioni


Sono in corso delle agitazioni studentesche sui provvedimenti attualmente in discussione in Parlamento: oggi si è tenuta un’assemblea degli studenti cui ha fatto seguito una riunione del Comitato degli studenti, poi aggiornata al pomeriggio. I rappresentanti stanno discutendo sulle diverse modalità di protesta. Domattina, 29 ottobre, tutti gli studenti saranno chiamati ad esprimere il loro voto, attraverso delle schede riportanti il loro nome e cognome.
Di seguito riporto il comunicato del Comitato studentesco relativo alle diverse forme di protesta e alle modalità con cui sarà espresso il voto.

Comitato degli Studenti del Liceo Scientifico – Ceccano

informativa sulle diverse forme di protesta e sulle modalità di votazione

A seguito dell’Assemblea degli studenti del 28 ottobre 2008, il Comitato degli Studenti fornisce alcune indicazioni per comprendere meglio i pro e i contro delle diverse forme di protesta contro i provvedimenti adottati o in corso di adozione

L’AUTOGESTIONE
E’ quella forma di protesta in cui gli studenti non seguono più le lezioni e organizzano corsi alternativi e assemblee. Si lascia la possibilità a chi vuole di seguire le lezioni normali.
E’ una forma di protesta illegale e chi vi partecipa può incorrere in sanzioni disciplinari.

L’OCCUPAZIONE
E’ la forma di protesta estrema: gli studenti “cacciano” professori e preside dalla scuola. Di notte, alcuni studenti rimangono a dormire nell’istituto. Di solito c’è un servizio d’ordine che decide chi può entrare e controlla che non ci siano danni. Chi organizza o partecipa ad un’occupazione può essere indagato per interruzione di pubblico servizio e occupazione di suolo pubblico. Si assumono notevoli responsabilità. E’ richiesta la firma di adesione.

LA COGESTIONE
E’ la forma di protesta più blanda. Si tratta di concordare con i professori un determinato numero di giorni nei quali viene sospesa la didattica normale e studenti e docenti organizzano insieme dei corsi sui temi più svariati. Da ricordare che il numero dei giorni di lezione ordinaria obbligatorio per legge è di 200, quindi la cogestione si può fare purchè non precluda il raggiungimento di questa cifra.

MANIFESTAZIONI
Dal punto di vista formale organizzare un corteo non è molto complicato: basta andare in questura, all’ufficio ordine pubblico e presentare una comunicazione al questore in cui si indica il giorno del corteo, l’orario, il percorso e le motivazioni. Questa comunicazione può essere effettuata anche da un singolo. Attenzione: secondo la costituzione il diritto a manifestare può essere negato solo per gravi motivi di ordine pubblico. La stessa procedura va seguita per qualsiasi tipo di iniziativa che si svolga in pubblico: assemblee per strada, sit-in, fiaccolate eccetera.

MODALITA’ DI VOTAZIONE

Il comitato degli studenti ha deliberato le seguenti modalità:

mercoledì 29 ottobre gli alunni saranno chiamati ad esprimersi sulle modalità di protesta con una doppia scheda: nella prima dovranno dichiarare se sono favorevoli alla protesta e, nel caso di voto favorevole, se sono d’accordo con l’occupazione o, invece, con altre forme di protesta. Se si delibererà per la protesta, perché l’occupazione sia attuata c’è bisogno dei voti favorevoli, a tale forma di protesta, della maggioranza assoluta dei votanti. Nel caso in cui prevalga la scelta di altre forme di protesta si procederà ad una seconda votazione con l’indicazione di una tra le diverse forme elencate.

Le schede sono nominative perchè il voto sia trasparente e chiaro.

Ricordo che mercoledì 29 ottobre, alle ore 19, è convocato il Comitato dei genitori.

Un sito per valorizzare i giovani


Gioventu.it nasce per favorire il dialogo tra giovani e istituzioni. Ogni mese un Focus diverso su questioni che toccano l’universo giovanile. Su quel tema il ministero della Gioventù si apre al confronto di idee e chiede ai ragazzi di partecipare con testimonianze, riflessioni, proposte.

E’ un’iniziativa del Ministero della Gioventù

www.gioventu.it

I prossimi impegni


27 ottobre: prende l’avvio il laboratorio per il recupero e lo sviluppo degli apprendimenti – sportello
28 ottobre, ore 8,30: assemblea degli studenti
28 ottobre, ore 11,30: assemblea sindacale dei docenti
29 ottobre: convegno Progetto Comenius, Long life Learning Project (LLP) – Roma Liceo Newton
29 ottobre, ore 17,30: Progetto Tutti per uno, programma genitori classi I: scienze e lingua straniera
29 ottobre, ore 19: Comitato genitori

4 novembre: convegno per il 90° anniversario della fine della I Guerra Mondiale

4-8 novembre: gli allievi del Gruppo Europa alla Reggia di Caserta per la simulazione di una seduta del Parlamento Europeo

Scuola e riforme: materiali per la discussione


Di seguito alcuni materiali e links interessanti:

Due articoli de Il sole 24 ore che fanno il punto sulla situazione

Sole 24h

Sole 24h 2

Il Decreto Legge 1° settembre 2008 n. 137, come approvato dalla Camera dei Deputati ed ora in discussione al Senato

DPR137

e anche nella trattazione schematica nel sito del Senato

schema decreto 137

Lo schema di piano programmatico del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell’Economia e Finanze, di cui all’art. 64 della Legge 6 agosto 2008, n. 133

Piano programmatico

Su

http://www.edscuola.com tanti materiali ulteriori e riflessioni

come pure su http://www.tecnicadellascuola.it e su http://www.agesc.it e http://www.age.it

Intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, alla cerimonia di inizio d’anno scolastico

Presidente Napolitano

La discussione in aula al Senato

Resoconto

Un dossier per leggere meglio il decreto, preparato dal Servizio Studi del Senato

Dossier

L’art. 64 del DL 25 giugno 2008, n. 112, convertito in legge con la Legge n. 133 del 6 agosto 2008, da cui deriva gran parte del provvedimento in discussione

DL 25 giugno 2008

L’intervento del Ministro Gelmini al Senato

Intervento Gelmini

Il Ministro intervistata da Famiglia Cristiana

Intervista Gelmini

Molto interessante il sito dell’Associazione Docenti Italiani, con numerose considerazioni ed interviste sui provvedimenti in discussione

Associazione Docenti Italiani

ed anche su lavoce.info

La voce.info

Tutti per uno: mercoledì, inglese e scienze


Mercoledì 29 dalle 17, 30 alle 19, ultimo incontro per i genitori delle prime nel programma Tutti per uno: si parlerà di scienze e lingua straniera

Non mancate

29 ottobre: Comitato genitori


Il Comitato dei genitori è convocato per il giorno  29 ottobre 2008, alle ore 19, nell’Aula Magna del Liceo con il seguente ordine del giorno:
1.    saluto della presidenza
2.    costituzione del Comitato
3.    elezione del Consiglio d’Istituto: presentazione lista
4.    varie ed eventuali
All’incontro parteciperà la prof.ssa Jane Marie Gherghetta, docente incaricata della promozione della soggettività familiare.

Martedì 28 ottobre: assemblea studentesca


A seguito della richiesta dei rappresentanti degli studenti, l’Assemblea d’Istituto è convocata  per il giorno 28 ottobre 2008, con il seguente ordine del giorno:
1.    presentazione dei candidati alle elezioni studentesche
2.    le proposte di legge sulla scuola in discussione in parlamento. Su liceoceccano.com alcuni materiali informativi
3.    varie ed eventuali
L’assemblea si svolgerà in palestra ed avrà inizio alle ore 8,30 dopo l’appello.
Al termine dell’assemblea gli allevi potranno tornare a casa.
Si prega di prenderne nota sul registro.
Gli allievi sono tenuti a darne comunicazione alle famiglie, tramite il libretto delle giustificazioni.

Sciopero 30 ottobre: comunicazione alle famiglie


OGGETTO: SCIOPERO  – FLC/CGIL-CISL/SCUOLA –UIL/SCUOLA  ; CISAL-SCUOLA ;  GILDA NAZIONALE DEGLI INSEGNANTI ; l’ALTRA SCUOLA UNICOBAS – FEDERAZ. SIND. COMITATI DI BASE, DEL 30 OTTOBRE 2008.

Si comunica che a seguito dello sciopero proclamato dalle organizzazioni sindacali di cui all’oggetto, l’orario delle lezioni di giovedì 30 ottobre potrà subire delle variazioni.
Si prega di prenderne nota sul registro.
Gli allievi sono tenuti a darne comunicazione alle famiglie, tramite il libretto delle giustificazioni.