Archivio mensile:marzo 2009

A Bruxelles per Vota il tuo futuro


dsc_0001

Sono a Bruxelles le ragazze del gruppo Europa, vincitrici del concorso Vota l’Europa con il loro spot:

Vota per il tuo futuro

Viaggio in Sicilia


Si svolgerà dal 1 al 5 aprile il viaggio di istruzione in Sicilia per le classi II. Lo hanno già effettuato le seconde A, B, C ed E. Ora sarà la volta della D e della F. Il viaggio prevede visite guidate di Napoli, Palermo, Monreale, Agrigento, Piazza Armerina, Siracusa, Messina, Paestum.

Vacanze di Pasqua


Le vacanze pasquali inizieranno lunedì 6 aprile

Si tornerà a scuoola, martedì 14 aprile. Tanti auguri.

Zainet… e si scrive


Su www.zainet.it un laboratorio di scrittura creativa

Differenziare… fa la differenza


E’ il titolo di un convegno che si terrà il 30 marzo nell’aula magna del Liceo, con inizio alle ore 9, a cura dell’Associazione l’altra Ceccano. Interverranno

il Prof. Biagio Cacciola, consulente del Ministero della Pubblica Istruzione che parlerà sul pericolo della tecno scienza verso l’ecosistema e Maura Giallatini, responsabile Settore Progetti per le scuole dei LEA (Laboratori di Educazione Ambientale), a cui, in particolare, sarà affidato il compito di dare agli studenti tutte le notizie utili riguardanti la raccolta differenziata dei rifiuti, su come avviene il loro riciclaggio e sui vari processi che ne consentono il loro riutilizzo.

Il Liceo e l’Altro Mondo


il-liceo-e-laltro-mondo-intercultura

Vengono dal Cile, dalla Cina, dal Paraguay, dalla Tailandia e dalle Filippine, sono i ragazzi di Intercultura, che trascorrono quest’anno scolastico a studiare in Italia, nell’ambito delle attività di questa prestigiosa organizzazione, che ha scelto il Liceo di Ceccano e le famiglie dei suoi allievi per ospitare gli studenti stranieri per una settimana. I ragazzi frequenteranno la scuola fabraterna, inseriti nelle classi del corso linguistico, in particolare la III e la IV, e parteciperanno ad una serie di iniziative culturali organizzate dal Liceo Martino Filetico. Gli studenti stranieri sono arrivati a Ceccano domenica 29 e ripartiranno il 5 aprile prossimo. L’iniziativa, che si inserisce nel più ampio progetto di educazione interculturale e linguistica del Liceo,  è coordinata dalla prof.ssa Lucie Zorzi con la collaborazione delle professoresse Mirella Crecco ed Adele Altobelli. Nei prossimi giorni ci saranno altre iniziative del progetto: dal 31 marzo al 2 aprile il Gruppo Europa del Liceo, formato da Giulia Giovannone, Roberta Falcone, Jessica Franceschini, Sveva Germani e Sara Bucciarelli, vincitore, con lo spot Vota per il tuo futuro, del Concorso per le elezioni europee, sarà in viaggio premio a Bruxelles, mentre dalla fine di aprile ci sarà, in Olanda, il Comenius  Sui passi di Cesare.

35 mm di storia: il Nazismo e la volontà di una nazione


manifesto-35-mm-di-storia-iv

Continua presso il Liceo Scientifico Martino Filetico di Ceccano il seminario “35 mm di Storia – Il cinema come fonte per una didattica alternativa del ‘900”. Dopo gli interventi dedicati al Fascismo e allo Stalinismo con la proiezione di rari filmati d’epoca, alcuni dei quali pressoché sconosciuti, il Prof. Massimo Cardillo, storico e critico cinematografico che da anni sostiene l’ingresso stabile della storia del cinema nelle aule scolastiche come autonoma materia d’insegnamento, proporrà agli studenti, lunedì 30 marzo alle ore 15, una lettura cinematografica del regime nazista nell’incontro intitolato “Il trionfo della volontà. Il Nazismo e la Germania tra Hitler e Leni Riefensthal”. Il cinema non è la storia del ‘900, ma senza cinema non si può fare la storia del ‘900: anche in questo quarto incontro gli studenti saranno guidati attraverso un percorso pellicolare che potrà svelare loro aspetti poco noti o del tutto trascurati dalla storiografia ufficiale. Dopo la visione di alcune sequenze di film che potranno dire molto su certe situazioni e su certe atmosfere della Germania prehitleriana, come “Metropolis” e “Il Gabinetto del Dottor Caligari”, si analizzeranno altri materiali che certamente non hanno una continua frequentazione con il mondo della scuola: una “fiction” tedesca del 1941 in cui si mostra Londra invasa e conquistata dai Nazisti; una serie di cartoni animati aventi Hitler come protagonista; le drammatiche e sconvolgenti immagini del processo ai congiurati complici di Von Stauffemberg (dal film “L’occhio del Dittatore” di Hans Guenter Stark); sequenze da un filmato sulla vita pubblica e privata di Magda Goebbels. Il colore – elemento che nel Nazismo riveste un profondo significato ideologico e propagandistico – farà la sua irruzione con le pellicole a 16 mm realizzate a più riprese da Eva Braun (compresi alcuni preziosi frammenti di un vero e proprio “backstage” di un film destinato alle sale).Il rapporto tra il Nazismo e l’arte sarà delineato attraverso l’analisi di alcune sequenze del film “The Great Art Dictator” di Norman Stone e del documentario (sempre a colori) della parata di Monaco per i duemila anni della cultura tedesca. Su tutto campeggerà la visione di sequenze scelte dai due capolavori di Leni Riefensthal: “Olympia” dedicato alle Olimpiadi berlinesi del ’36, e “Il trionfo della volontà” sul raduno del partito a Norimberga del 1934 organizzato in funzione delle riprese cinematografiche.

Martedì 31 marzo l’assemblea sullo sport


Si terrà martedì 31 marzo l’assemblea studentesca sullo sport. Interverranno diversi giocatori del Frosinone e il prof. Antonio Cortese, psicologo dello sport.

Le scienze del cervello


Qui la relazione del prof. Cortese

le-scienze-del-cervello

La poesia sceglie le parole


Il poeta e l’impegno civile – Giornata Mondiale della Poesia.

Un commento di Natascia Pizzuti, della classe V B

dsc_0006expoweb

Record di studenti delle classi quinte in Aula Magna per le poesie degli ex alunni del liceo.

CECCANO.  << La poesia sceglie le parole>>, è stata questa la frase con la quale il professor  Marcello Carlino, docente presso l’università “La Sapienza” di Roma, ha suggellato il suo brillante intervento a seguito della lettura delle poesie degli ex alunni del liceo.  La manifestazione ha preso avvio alle ore 10:00 nell’Aula Magna quando il vicepreside del complesso scolastico ha preso la parola per dare il benvenuto e mostrare due video estrapolati dal film di e con Roberto Benigni “La tigre nella neve”, in cui si mostrano un insegnante di poesia alle prese con gli studenti e le diverse reazioni che le parole “poeta” e “poesia” stimolano nell’uditorio.  A seguito sono stati presentati i giovani poeti con le loro poesie dai temi più svariati che oscillano tra il sacro, l’intimistico e l’impegno civile, riguardante l’integrazione delle persone diversamente abili nella società.

Oltre ad Alessandra Buraglia con “Dinastia celeste” e “Al primo cielo”, Alessandro Liburdi con “Tempi moderni” e “Diritto di precedenza” e Marco Casalese con “Il parcheggio” e “Pregi e difetti” il professor Pietro Alviti ha letto una poesia di un’alunna frequentante il terzo anno di liceo, Loredana Rosati, “Invisibile” a testimonianza di uno dei più frequenti disagi giovanili: la paura di essere invisibili per il mondo intero.  Tra i consensi e gli applausi dell’uditorio e le domande di  professori e alunni ha preso la parola il professor Carlino.  Dalle parole del docente è emerso che la poesia è parte della vita di ognuno, è <<l’ipotesi di dire delle cose in un modo in cui nessuno le aveva mai dette prima>> e che è una scelta responsabile del linguaggio, centrale nell’esperienza poetica e quindi leggere la poesia diventa un atto di educazione civica che il buon cittadino compie nel momento in cui cerca di decifrare segni, codici e significati della poesia, perciò del mondo.

Al termine del proprio intervento il professor Carlino ha letto la poesia “Frammenti lirici” del poeta Clemente Rebora, che come ha detto il docente è <<la poesia che sta dentro e accanto le cose>>.  La conferenza si è conclusa con l’entusiasmo di aver celebrato insieme la poesia e i giovani poeti emergenti, ai quali troppo spesso l’editoria nega un aiuto, con la presenza dell’illustre professore e intellettuale Marcello Carlino.

Ancora una volta il Liceo Scientifico ha dimostrato la grande attenzione per le ricorrenze culturali a testimonianza di quanto si possa apprendere non solo dai libri, persino dalle esperienze.

Natascia Pizzuti VB

Il blog di della prof.ssa Maura


Lo trovate  a questo indirizzo

francescamaura.wordpress.com

Settimana della scienza: le energie rinnovabili e le tecnologie del DNA


fonti_rinnovabili

Le energie rinnovabili nella progettazione d’ambiente e le tecnologie del DNA ricombinante sono i temi del seminario che avrà luogo venerdì 27 marzo al liceo di Ceccano nell’ambito delle iniziative per la XIX Settimana della Scienza.

dna_structure

Dopo lo sviluppo sostenibile, i nuovi linguaggi degli adolescenti, la contraccezione e le malattie sessualmente trasmesse, l’oro blu e la mancanza dell’acqua sul pianeta, la telemedicina nella Regione Lazio, le scienze del cervello, l’epidemiologia dei tumori e la fecondazione assistita, ora è la volta delle energie rinnovabili, di cui parlerà l’ing. Roberta Antonetti e delle tecnologie del DNA ricombinante che saranno presentate dall’allieva Giulia Giovannone della classe IV C. I seminari proseguiranno sabato con una lezione su Facebook e i nuovi linguaggi adolescenziali, una su la progettazione urbanistica e gli spazi verdi, mentre lunedì ci sarà la conclusione con una conferenza sulla raccolta differenziata. La Settimana è stata organizzata dal Liceo grazie alla risorse messe a disposizione dai componenti del gruppo Liceo Scientifico Martino Filetico di Facebook.

Settimana della scienza: il cervello


Giovedì 26 marzo, ore 11 – Aula Magna

la-memoria-fash-del-cervello-umano-si-comporta-come-la-ram-del-computer

Le scienze del cervello del dott. Antonio Cortese
la fecondazione assistita di Giulia Mastropietro
Epidemiologia dei tumori di Laura Di Stefano

Facebook: le idee di Daniela Bianchi


Daniela Bianchi, esperta di comunicazione, non ha potuto svolgere il suo intervento al Convegno della Settimana della Scienza. Ci ha mandato alcune idee che pubblichiamo qui di seguito:

facebook1

Intanto mi scuso enormemente per non aver potuto partecipare all’incontro fissato
di cosa avrei voluto parlare?…qualche traccia ce l’avevo già in mente ma sono sicura che molte altre le avrei trovate insieme a voi nel corso dell’incontro…ma su questo non dispero, visto che sabato mattina ci sarà una nuova possibilità di parlarne insieme 😉
I social network, la nuova comunicazuione e facebook, il fenomeno del momento, e come sempre accade qaundo qualcosa comincia a riguardare un numero consistente di persone ( e credo ragionevolmente, che per ilioni di utenti si possa usare senza tema il termine “consistenete”), ci si inizia ad interrogare, a chiedere, a guardarci intorno stupefatti nello scoprirci uniti nella fenomenologia;
è un mezzo di comunicazione?
è uno strumento di relazione?
quale relazione cerco o è più effficace all’interno di un social network?
qual è il mio scopo o obiettivo?
è solo un antidoto alla solitudine? (questa per i detrattori)
è un modo friendly di comunicare?
è il web 2.0 bellezza…
è una diavoleria e stai lontano da ‘ste cose !!!!
è pericoloso….
è un’opportunità….
è innovazione…
Insomma FB è tutto ed il contrario di tutto, è solo uno dei tanti aspetti del web 2.0, quello che finalmente ha portato alla conoscenza dei più questa sigla sconosciuta; ( e figuriamoci qaundo arriveremo all’integrazione semantica del web 3.0 !!!)
crocevia fra la privatizzazione della sfera pubblica e la pubblicizzazione di quella privata ….tuttavia non c’è bisogno di avere un hobby specialistico per iscriversi a un social network. Oggi stare in “network” è qualcosa di più di una relazione strumentale. E’ più vicino alla first che alla second life, e la società del social network è un mondo che ha tratti utopici perché chi vi partecipa “torna davvero ad investire nella relazione”…ed ora qualcuno potrà anche storcere il naso dando più valore al reale rispetto al virtuale, ma anche qui suggerirei di fare dei debiti distinguo, soprattutto nel capire quale parte di noi mettiamo in gioco nel momento che ci iscriviamo ad un social network. Al di là del fatto che c’è già chi si è avventurato a verificare come nei social network la malafede paghi ben poco, e che il sistema sembra quasi essersi dotato di anticorpi tanto da espellere ed emarginare chi si concentra sulla dimensione del ricevere piuttosto che su quella del dare.

Il potere trasformativo dei social network entra poi nell’antropologia del quotidiano, modificando stili e abitudini di vita; le relazioni che spostano il proprio asse da un Io autoreferenziale ad una moltitudine inteconnessa come una trama che disegna un nuovo modo di esistere e di essere; ed un sistema di autoregolamentazione che sembra farsi sempre più necessario, specie quando le regole stabilite stridono con il diritto alla privacy, alla tutela delle opere di ingegno o vengono sovvertite senza il consenso degli utenti.

Sono molti i temi che possono essere tirati in ballo ma di una cosa siamo certi, l’innovazione è un fatto di sistema. Di metodo, di apertura mentale, di attitudine a cogliere quei segnali che spesso sembrano deboli. Ma che possono tramutarsi , qualora ci dimostriamo pronti ad interpretarli, in spunti imprevedibili di creatività.

Daniela Bianchi

Poesia ed impegno civile, foto e composizione


dsc_0016expoweb1

Le foto della giornata e il componimento di Loredana Rosati, III A, presentato nel corso della manifestazione

Invisibile
A volte penso che il mondo sia lì, a un passo,
e che basti allungare le braccia per prenderlo;
ma poi torno nel mio buio più oscuro
e divento consapevole che c’è un precipizio dentro me,
nel quale mi sprofonda il sospetto
che il mondo non sappia nemmeno che esisto
e che non lo verrà mai a sapere…
Mi sento invisibile,
sento come se prendessi il colore del divano in cui mi siedo
o della parete in cui mi appoggio…
a volte penso che la gente non riesca a notarmi
nemmeno se fossi l’unico essere umano in una stanza,
con delle luci al neon che mi indicano;
voglio urlare:”ehi! Loredana è qui”,
E sopravvivi così, chiusa in te stessa, in quella che non vorresti mai essere e che purtroppo sei;
solo una piccola luce si accende in mezzo a tutto questo buio; allora mi chiedo:
”piccola luce,sarai mai così forte da illuminarmi la strada per uscire da questo labirinto di dolore?”

Lo sviluppo sostenibile: le foto


dsc_0011expoweb

Qui di seguito le foto del convegno sullo sviluppo sostenibile, svoltosi in aula magna il 20 marzo 2009,  in collaborazione con la Viscolube

Sviluppo sostenibile

Attenzione, rinvio dell’assemblea


A causa dell’indisponibilità improvvisa degli atleti del Frosinone Calcio, l’assemblea studentesca convocata per giovedì 26 marzo è rinviata a data da destinarsi. Pertanto le lezioni del 26 marzo saranno regolari.

Assemblea studentesca, giovedì 26 marzo 2009


Assemblea studentesca 2009

Su richiesta del Comitato degli studenti ed in base a quanto previsto dal Regolamento, il 26 marzo 2009 si svolgerà l’assemblea studentesca, secondo le seguenti modalità:

ore 8,30 ingresso a scuola ed appello

ore 9,00 inizio assemblea in palestra con il seguente ordine del giorno:

    1. Lo sport tra valori e rischi

Prenderanno parte all’assemblea, in qualità di esperti, Pier Luigi Frattali, Eder Martin Citadins, Diogo Tavares e Dieter Elsneg del Frosinone Calcio

Al dibattito potranno intervenire gli insegnanti che lo vorranno

Al termine delle assemblea gli allievi potranno tornare a casa. Essi sono tenuti a darne comunicazione alla famiglie.

Facebook e le chat: istruzioni per l’uso, incontro per i genitori


il-liceo-dei-genitori-i

Il Liceo dei genitori

proposte di formazione permanente per gli adulti

XIX Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica – Seminari pubblici 2009

Il fenomeno Facebook e le chat nella vita degli adolescenti

opportunità e rischi

intervengono Daniela Bianchi e Antonio Riva

Federazione Italiana Esperti Relazioni pubbliche

Gli strumenti telematici nel soccorso alle persone

interviene Francesca Scarsella

Le malattie sessualmente trasmesse e la contraccezione

intervengono Valeria Piroli, Adriel Bertoni Gian Marco Carlini, IV A

martedì 24 marzo 2009, ore 17 Aula Magna del Liceo Scientifico

Opportunità e pericoli di Facebook e delle chat, i nuovi ambienti relazionali degli adolescenti, sono al centro dell’incontro per genitori ed allievi che si terrà martedì 24 marzo alle ore 17 nell’aula magna del Liceo di Ceccano. Ne parleranno Daniela Bianchi ed Antonio Riva, della Federazione Italiana Esperti Relazioni Pubbliche, allo scopo di dare ai genitori informazioni corrette su un mondo spesso sconosciuto agli adulti. L’iniziativa del liceo di Ceccano è inserita nell’ambito de Il Liceo dei genitori, una serie di incontri di formazione permanente rivolta agli adulti ed in particolare alle famiglie degli studenti. Si tratta di un’idea del Comitato dei Genitori della scuola fabraterna che ha chiesto appunto che il Liceo si faccia promotore di occasioni di confronto e di studio per le famiglie. E sicuramente l’utilizzo dei computer e delle chat è oggi una delle cose più delicate della vita familiare. Daniela Bianchi e Antonio Riva forniranno ai genitori presenti utili indicazioni per l’uso di facebook e delle chat. Nell’incontro ci saranno anche due altre comunicazioni, la prima della dott.ssa Francesca Scarsella su Gli strumenti della telematica nella cura delle persone e degli allievi Valeria Piroli, Adriel Bertoni e Gian Marco Carlini, della IV A, su Le malattie sessualmente trasmesse e sulla contraccezione. La settimana ha avuto lunedì un altro appuntamento con L’oro blu, un intervento di Laura e Monica Di Fabbio e Roberta Di Pofi, della III B, sulle tematiche dell’acqua nel mondo d’oggi. Conferenze e seminari proseguiranno per tutta la settimana corrente.

La Settimana della Scienza: il programma


manifesto-settimana-scienza1