Archivio mensile:aprile 2009

Ricevimento famiglie: modalità


Il ricevimento generale delle famiglie del mese di maggio avverrà secondo le seguenti modalità:

dalle ore 15 alle ore 15,30 i coordinatori incontreranno i genitori delle classi loro affidate. L’obiettivo di tale riunione è quello di prospettare la situazione complessiva del gruppo degli allievi e ascoltare le indicazioni, a volte preziose, dei genitori.  Inoltre il coordinatore mostrerà ai genitori il tabellone riassuntivo con tutti i voti, aggiornato, per quanto possibile al momento del colloquio, cercando di assicurare che il genitore si interessi soltanto del proprio figliolo. Egli poi indicherà al genitore con quali insegnanti sia indispensabile parlare e con quali invece sia possibile soprassedere, in modo da diminuire il numero complessivo dei colloqui singoli. E’ bene invitare chiaramente i genitori degli allievi che non presentano difficoltà a lasciare spazi e tempi agli altri.

Il coordinatore che abbia più di una classe provveda a chiedere la collaborazione di un collega.

Durante la riunione, tutti gli altri colleghi, per favore (!), devono astenersi dall’iniziare i colloqui con i singoli genitori.

Tale modalità di incontro avrà invece inizio alle ore 15,30: ogni  collega sarà in un’aula. Si raccomanda di non protrarre troppo a lungo i colloqui personali. Nel caso di questioni riservate o casi particolarmente complessi è opportuno prevedere un apposito momento. Si ricorda di far firmare i genitori che si incontrano nella scheda dell’alunno sul registro personale.

Man mano che si svolgono i colloqui, ogni collega verifichi di aver parlato soprattutto con i genitori degli allievi in difficoltà. Se ciò non dovesse avvenire raccomando di prendere immediatamente contatto con la famiglia.

Tutti i colleghi  siano presenti a questo momento fondamentale e assicurino comunque  la comunicazione alle famiglie nel modo più chiaro possibile. Chi dovesse essere assente, per motivi improcrastinabili, programmi un nuovo giorno di colloquio quanto prima possibile e comunque ne concordi in presidenza le modalità.

Sospensione uscite anticipate


Secondo il regolamento d’Istituto, nel mese di maggio non saranno concesse entrate posticipate o uscite anticipate. Gli allievi e le  famiglie sono invitate a non porre la direzione della scuola nella condizione di dover assumere decisioni spiacevoli e quindi a programmare eventuali visite mediche, esami clinici, matrimoni, battesimi, week end… e quant’altro  in orari compatibili  con le esigenze della scuola, in un periodo decisivo per il risultato dello scrutinio finale. Grazie

Sabato 2 maggio: assemblea studentesca


Su richiesta del Comitato degli studenti, l’assemblea d’istituto è convocata  per il giorno 2 maggio 2009 con il seguente programma

ore 9.30 Entrata

ore 9,45 Festa della musica

Assemblea per Federico


Domani 29 aprile 2009 si terrà un’assemblea straordinaria per riflettere insieme sulla vicenda tragica di Federico Maglio e sul valore della vita. L’assemblea, cui parteciperanno gli psicologi del Consultorio familiare, si svolgerà per gruppi di classi secondo il seguente orario:

ora classi
III III B – VA –  II D – V C – II F – V F
IV II E – II B – III A – II C – I F – II A – III C
V V D – VB – V E- IA – IC – III D – IV
VI I B – I E – ID – III E

35 mm di storia: l’ora delle decisioni irrevocabili


manifesto-35-mm-di-storia-fascismo

Al Liceo “Martino Filetico” di Ceccano quinto incontro del seminario “35 mm di Storia – Il cinema come fonte per una didattica alternativa del ‘900” condotto dal Prof. Massimo Cardillo, storico e critico cinematografico. Martedì 28 aprile, alle ore 15, presso l’Aula Magna dell’istituto, l’attenzione si focalizzerà su alcuni momenti particolari – “L’ora delle decisioni irrevocabili” – della storia dell’Italia e degli Italiani dal giugno del ’40 alla fine del conflitto e oltre. Come di consueto, Massimo Cardillo, autore di numerose pubblicazioni dedicate alla Storia del cinema e ai rapporti tra il cinema e la Storia, presenterà anche alcune citazioni e frammenti di grande rilievo cinematografico che, a distanza di tanti anni, sono diventati storia essi medesimi. Tra le altre cose spicca un intervento di Joseph La Palombara, docente di Scienze Politiche alla Yale University sul concetto di “democrazia all’italiana”, e una rara intervista rilasciata da John Huston sul suo “La battaglia di San Pietro”, che verrà mostrato integralmente unitamente ad un’altra presentazione sullo stesso film ad opera di Arrigo Petacco. Cardillo parlerà anche degli altri film dedicati alla distruzione dell’abbazia e all’epica che è nata intorno all’evento, citando anche altre pellicole probabilmente mai viste o proposte al riguardo. Altro documento assolutamente epocale sarà costituito da rari documentari di repertorio (primi anni ’60) commentati da Enbzo Biagi e Sergio Zavoli.

Un minuto di silenzio per Federico


Il Liceo Martino Filetico di Ceccano, si stringe solidale attorno ai genitori e alla famiglia di Federico Maglio, allievo della classe IV sez. B, del Liceo Classico di Ferentino  che è stato travolto nella sua giovane vita da un gesto inaspettato. Di fronte ad una simile tragedia, tutti vogliano richiamare a sé stessi e agli altri il valore inestimabile della vita propria e altrui, trovando ulteriori motivi di impegno e di serietà nell’espletamento dei propri doveri. Ciascun docente vorrà dedicare a quanto è avvenuto un momento di riflessione con i propri allievi.

Il Liceo chiede a tutti la bontà e la comprensione che si tramuta in preghiera di sostegno per la famiglia colpita da questo dolore così forte, e di suffragio per il carissimo Federico.

Alle ore 12 di lunedì 27 aprile, un duplice squillo di campana segnerà l’inizio di un minuto di silenzio in memoria di Federico.

Il dirigente scolastico

prof.ssa Cleandra De Camillo

Ciao Federico, i commenti


Potete trovarne diversi su

www.pietroalviti.wordpress.com

Ciao, Federico


Ciao, Federico. Sei volato via, senza una parola, un gesto. Ci hai lasciati, così, senza sapere cosa dire, cosa gridare, cosa pensare, in un dolore straziante, apparentemente senza significato. Ci hai detto quanto siamo stupidi a non capire che i pensieri, le passioni, i timori di un ragazzo sono cose serie, non cose da ragazzi, come noi adulti troppo spesso diciamo; non bazzecole ma questioni vere, da affrontare, da risolvere, da sopportare e da supportare. Intanto ti chiediamo di perdonarci: di perdonare noi adulti che, attorno a te, non sono stati in grado di capire la tua fragilità, il tuo dolore. Sai che non l’abbiamo fatto apposta: sai che i nostri occhi spesso non vedono, presi come sono da tante questioni che ci paiono importanti e poi invece diventano niente di fronte a gesti come il tuo. Sai che molti di noi, genitori, insegnanti, amici, ce la mettono tutta per capire, per aiutare. Sai anche che spesso sbagliamo, che non siamo in grado di far fronte alle richieste che ci arrivano, alle grida che troppo frequentemente non riescono a superare il rumore di fondo di una società che ci spinge a non essere autentici, a non apprezzare le cose più importanti. Dicono che sei volato via per un compito di greco: sappiamo che non è così, eri troppo intelligente per una cosa del genere. Sappiamo bene, invece, che quella è stata soltanto l’ultima goccia per un vaso pieno di sofferenza che tu non hai saputo esprimere e noi non siamo stati in grado di aiutare a svuotare, prima che traboccasse. Ora che sei volato via, caro Federico, ora che la tua dolce presenza non è più qui, noi adulti vogliamo prendere un impegno davanti a te e davanti a tutti i tuoi coetanei: saremo più attenti, guarderemo di più, rinunceremo a qualche ora di lavoro per starvi più vicino, diremo qualche no in più anche se dovremo litigare, arrabbiarci un po’. Faremo meglio la scuola, cercheremo di renderla ancora di più un luogo accogliente, rasserenante pur nella serietà dell’impegno. Cercheremo di aiutare di più i tuoi compagni a capire che un brutto voto in un compito non riguarda la loro persona ma soltanto quella piccola parte della loro esistenza, in cui magari non hanno studiato quanto dovevano o non hanno capito una spiegazione e li spingeremo a rimboccarsi le maniche, a ricominciare. Faremo meglio i genitori, non i tuoi che ti hanno voluto sempre bene e continuano ad amarti anche ora, nonostante l’abisso del loro dolore, ma noi tutti ci impegniamo ad essere genitori più attenti, più presenti, più informati, più partecipi. Sappiamo bene, caro Federico, che quella finestra sul vuoto non l’hai aperta soltanto tu: c’eravamo tutti noi ad aprirla o almeno non eravamo lì a fermarti, a parlarti, a distoglierti dalla tua intenzione. Siamo senza parole, Federico: chi di noi ha fede, sa che l’Eterno ti ha accolto nelle sue braccia, risanando ogni cosa, trionfando sul dramma della morte, anche della tua, così crudele ed inspiegabile. Ma anche chi non crede si impegnerà ad essere un adulto migliore. Ciao, Federico!

Il Martino Filetico in lutto


COMUNICATO STAMPA DA LICEO CLASSICO MARTINO FILETICO – FERENTINO

Il Liceo Martino Filetico di Ferentino si stringe solidale attorno ai genitori e alla famiglia di Federico Maglio, allievo della classe IV sez. B, che è stato travolto nella sua giovane vita da un gesto inaspettato. Al termine di un compito in classe, mentre con tutti i compagni si risistemava nell’aula, presente il professore, Federico apriva la finestra e, in maniera del tutto inaspettata, si lanciava nel vuoto. Vano è stato il tentativo di soccorrerlo da parte dell’insegnante e dei medici del 118 prontamente allertati, insieme ad un elicottero per il trasporto sanitario.

Nulla nei giorni precedenti e soprattutto nella mattinata aveva potuto far pensare ad un gesto così grave ed irreparabile.

Forte è stata l’emozione di tutti gli allievi e degli insegnanti presenti a scuola: immediatamente i compagni di classe di Federico sono stati riuniti nell’aula magna per evitare reazioni scomposte ed accompagnare i primi delicatissimi momenti dopo la tragedia.

Sono intervenuti anche gli psicologi della Asl di Ferentino per prestare il loro aiuto.

Il Liceo chiede a tutti la bontà e la comprensione che si tramuta in preghiera di sostegno per la famiglia colpita da questo dolore così forte, e di suffragio per il carissimo Federico

Cleandra De Camillo

dirigente scolastico

Il premio Europa a Bruxelles, il commento dei giornali


scansione0001

Il cammino di libertà


25aprile

Il cammino di libertà: questo il titolo della lectio magistralis che Carlo Costantini, presidente provinciale dell’Associazione Partigiani Cristiani terrà agli allievi delle V classi venerdì 24 aprile alle ore 11 nell’aula magna del Liceo scientifico di Ceccano, come commemorazione del 64° anniversario della Liberazione. Carlo Costantini, partigiano, membro del CNL provinciale, più volte sindaco di Alatri e segretario provinciale della DC, racconterà ai ragazzi che cosa fu la guerra di Resistenza in Ciociaria fino alla Costituzione Repubblicana. L’iniziativa, che ha come scopo quello di far incontrare i ragazzi con i testimoni diretti dei grandi eventi storici, si inserisce nell’ambito delle Lectiones Magistrales che accompagnano lo svolgimento dell’anno scolastico nel Liceo Fabraterno ed inoltre celebra le grandi ricorrenze della Repubblica Italiana per aiutare le giovani generazioni a non dimenticare e a ragionare con spirito critico. La manifestazione è curata dai docenti di storia delle classi V del Liceo fabraterno, Stefania Alessandrini, Roberto Frate, Daniela Mastracci, Massimo Parente.

In mostra al Liceo


mostra-resistenza

CECCANO _ Resistenza (1944-45) Guerra di Liberazione Repubblica Costituzione è il tema della mostra inaugurata ieri mattina al Liceo di Ceccano per la XI settimana della cultura. La mostra è stata curata dall’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani e riguarda la Resistenza in Italia  e in particolare nella provincia di Frosinone con una serie di pannelli fotografici che affrontano tutti gli aspetti della storia di quegli anni drammatici. L’atrio del Liceo è dunque diventato uno spazio espositivo che celebra degnamente l’anniversario del XXV Aprile. Gli insegnanti di storia utilizzeranno la mostra come strumento di studio e di lettura di quegli avvenimenti. Insieme alla mostra sulla Resistenza ce n’è anche una sulla Computer art. La computer grafica, indicata con l’acronimo CGI (Computer Generated Imagery), consiste nella creazione e manipolazione di immagini fotografiche per mezzo del computer. La CGI è anche la disciplina che studia le tecniche e gli algoritmi per la visualizzazione di informazioni numeriche prodotte da un elaboratore multimediale. Negl’anni ‘90 la Computer grafica diviene di uso comune e consolidato con la diffusione di schede video di grande versatilità e relativa potenza per i Pc. Grazie all’evoluzione dell’informatica e dell’abbassamento dei prezzi dei personal computer, nel XI sec., la computer graphic diviene una disciplina esplorabile da chiunque abbia interesse Sbagliando, si crede di poter sostituire, con un programma informatico, la figura di esperti con alle spalle una formazione idonea conseguita in apposite “Scuole di grafica”; non basta infatti l’esperienza per elaborare immagini digitali. Lo scopo della mostra, allestita al liceo con opere di Sergio Solli, genitori nella scuola fabraterna, è quello di presentare una nuova forma d’arte che va sempre più diffondendosi nel nostro tempo. Si spazia da ritratti femminili, le cui forme e movenze sono esaltate dalla scelta originale dei colori, a vedute di paesaggi magici e surreali. A Castro dei Volsci, di cui è originario e in cui risiede, l’autore dedica una serie di immagini che esaltano la poesia e la familiarità dei luoghi a lui cari, rivisitati tutti in chiave onirica.
Le mostre saranno visibili sino al 30 aprile.

Ricevimento genitori


Il secondo ricevimento pomeridiano dei genitori per il corrente anno scolastico 2008-2009 avrà luogo, dalle ore 15,00 alle ore 18,30, secondo il prospetto sotto indicato e con le seguenti modalità:

Lunedì 4 maggio 2009

15.00-15.30 Assemblee di tutti i genitori con il coordinatore e i docenti delle classi:

IB – IIB – III B – IV B – V B

15.30-18.00 Ricevimento dei singoli docenti.

martedì 5 maggio 2009

I A – II A – III A – IV A – V A – I F – II F – V F

15.00-15.30 Assemblee di tutti i genitori con il coordinatore e i docenti delle classi:

15.30-18.00 Ricevimento dei singoli docenti.

mercoledì 6 maggio 2009

15.00-15.30 Assemblee di tutti i genitori con il coordinatore e i docenti delle classi:

I C – II C – III C – IV C – V C  – III E – IV E – V E

15.30-18.00 Ricevimento dei singoli docenti

giovedì 7 maggio 2009

15.00-15.30 Assemblee di tutti i genitori con il coordinatore e i docenti delle classi:

I D – II D – III D – IV D – V D – IE – II E

15.30-18.00 Ricevimento dei singoli docenti.

Tutti i genitori sono convocati dalle ore 15,00 alle ore 15,30, per l’incontro collegiale con il coordinatore della classe frequentata dai propri figli; nel corso dell’incontro, oltre alle problematiche generali della classe,  il coordinatore mostrerà ad ogni genitore il livello di profitto complessivo del proprio figlio, indicando con quali insegnanti è prioritario avere il colloquio, in modo da velocizzare il momento successivo. E’ auspicabile che i genitori degli allievi che non presentano difficoltà vogliano lasciare spazio e tempo agli altri. Il coordinatore prenderà nota dei genitori presenti Dalle ore 15,30 alle ore 18,30 avranno luogo i colloqui individuali con i docenti della classe.  Si invitano i docenti ad essere chiari ed espliciti nel riferire ai genitori gli effettivi risultati di profitto conseguiti dagli alunni, ad un mese di distanza dallo scrutinio finale. Ad evitare lunghe file ed attese,  è anche opportuno non attardarsi nei colloqui con i singoli genitori. I docenti mostreranno ai genitori di ciascun alunno la scheda di valutazione presente nel proprio registro personale e provvederanno ad avere prova della presa visione.

Europa: il premio di Bruxelles


targa

Ecco la targa attestante la vittoria nel Concorso Vota per la tua Europa, da parte del Gruppo Europa del Liceo di Ceccano.

La targa è stata consegnata al Gruppo Europa, nella sede del Parlamento Europeo di Bruxelles.

brux

Sport per tutti, in campo per le finali


pic_sports_collage1

Fase di grande impegno per i campionati studenteschi. Ecco l’elenco degli impegni del Liceo:

18 aprile: arrampicata Caprile

21 aprile: arrampicata Sperlonga

22 aprile: atletica allievi e juniores femminile

23 aprile: tennis fase regionale e provinciale badmington

24 aprile: atletica allieve e juniores maschile

27 aprile: arrampicata Sora

28 aprile: rugby fase regionale

29 aprile: ginnastica femminile fase regionale

30 aprile: calcio a 5 fase regionale

4 maggio: fase regionale badmington

5 maggio: calcio a 5

6 maggio: orienteering fase provinciale

7 maggio: atletica, fase regionale Viterbo

12 maggio. calcio a 5

13 maggio: orienteering fase regionale Subiaco

15 maggio: badmington fase regionale

Comenius Vestigia Caesaris: si parte per l’Olanda


caesar

Inizia domenica  19 aprile la nuova avventura europea del Comenius Vestigia Caesaris, sui passi di Cesare, che si svolge quest’anno in Olanda. Vi partecipano gli allievi del corso linguistico che si incontraranno con altri 60 compagni delle scuole di altri 4 paesi europei: per il Belgio il Sint-Lodewijkscollege di Bruges, per la Germania l’Hindenburg Gymnasium di Treviri, per la Gran Bretagna The Perse School for girls di Cambridge, e per l’Olanda l’Elde College di Schjindel, che cura l’ospitalità e l’organizzazione della settimana di studio che si concluderà il 25 aprile prossimo.

Il tema del Comenius è quello di ritrovare le origini della cività occidentale nella politica e nella società romana al tempo di Cesare. Come al tempo del grande condottiero romano, oggi l’Europa vede l’incontro di civiltà diverse: allora i Romani si incontravano e si scontravano con Galli e Germani, oggi gli Europei hanno a che fare con i grandi fenomeni migratori. Vestigia Caesaris vuole utilizzare la storia antica come modello interpretativo del presente. I ragazzi delle 5 scuole, utilizzando l’inglese come lingua di comunicazione, saranno impegnati in una serie di laboratori in cui sono presenti allievi di ciascuna nazionalità, proprio per esaltare le capacità comunicative.

Comitato studenti sabato 18 aprile


Il comitato degli studenti è convocato per il giorno 18 aprile  2009, alle ore 9, in aula magna,  su richiesta del presidente per discutere il seguente ordine del giorno:

iniziative di solidarietà per il terremoto dell’Aquila

assemblea del mese di aprile 2009: festa della musica

C’era un ragazzo che come me…


cera-un-ragazzo-che-come-me

CECCANO _ C’era un ragazzo che come me… è il titolo evocativo dell’incontro che gli studenti del Filetico avranno venerdì mattina, 17 aprile, con Aldo Macioci, frusinate di origine, poi emigrato con la famiglia in America, e g-man, soldato nell’esercito statunitense sia nella guerra di corea che in quella del Vietnam. Macioci, in Italia in questi giorni per visitare i parenti, racconterà, in inglese, la sua esperienza agli allievi delle classi V del liceo fabraterno, inaugurando l’XI Settimana della Cultura che vedrà avvicendarsi nel Martino Filetico incontri, conferenze e mostre sulla storia, la scienza, il cinema, la presentazione di libri, il Comenius Sui passi di Cesare, l’educazione alla legalità, un convegno sul 25 aprile. L’incontro con Macioci assume un carattere davvero particolare se si pensa che la prima esperienza in Corea lo vide partecipare giovanissimo, praticamente alla stessa età dei suoi ascoltatori di venerdì. Ecco il significato dell’evocazione della canzone di Gianni Morandi, poi ripresa da Joan Baez, che ha rappresentato per diverse generazioni il racconto del Vietnam e delle guerre del XX secolo.  L’incontro di venerdì 17 si inserisce nell’ambito dell’attenzione alla storia contemporanea da parte del Liceo di Ceccano.

Le prime a Pompei


pompei_634-06-28-38-9784

La I A e la I B il 15 aprile in viaggio di istruzione a Pompei. Partenza dal Piazzale del Sidis alle ore 8.

Lunedì 20 aprile Collegio dei docenti


Il Collegio dei Docenti per articolazioni e i Dipartimenti Disciplinari sono convocati lunedì 20 aprile 2009 per discutere il seguente odg:

Ore 14,30-15,30

  • Collegio dei Docenti per articolazione, presieduto dal Dirigente Scolastico:

ODG:

  1. Valutazione attività didattica svolta e corsi di recupero;
  2. Progetti e Attività integrative e di approfondimento A.S. 2008-2009: prima valutazione;
  3. Confronto sui criteri di valutazione e sull’organizzazione dei corsi di recupero relativi ai debiti formativi;
  4. Varie ed eventuali.

Ore 15,30-17,30

  • Dipartimenti Disciplinari, presieduti dai Coordinatori di Dipartimento:

I Dipartimenti sono i seguenti:

  • 1° gruppo: Docenti di Lettere del Biennio;
  • 2° gruppo: Docenti di Lettere del Triennio;
  • 3° gruppo: Docenti di Lingua Straniera;
  • 4° gruppo: Docenti di Storia, Filosofia, Diritto, Religione;
  • 5° gruppo: Docenti di Disegno, Arte e Storia dell’Arte;
  • 6° gruppo: Docenti di Matematica e Fisica;
  • 7° gruppo: Docenti di Scienze;
  • 8° gruppo: Docenti di Educazione Fisica.

ODG:

  1. Verifica e valutazione dei “saperi ” minimi (competenze e abilità operative in termini di risultati attesi) in ciascuna materia; programmazione eventuali prove comuni per classi parallele, di verifica dei saperi minimi;
  2. Verifica dei testi in uso con valutazione dei seguenti indicatori:

a.       corrispondenza del testo ai programmi;

b.      organicità della presentazione;

c.       correlazione tra gli argomenti trattati e le reali possibilità di apprendimento degli alunni;

d.      interdipendenza tra stile espositivo ed età degli studenti;

e.       corretta impostazione sul piano scientifico ed epistemologico degli argomenti studiati;

f.       attenzione ai contenuti formativi essenziali;

g.      snellezza, peso ed economicità.

  1. Definizione dei testi essenziali e necessari per lo svolgimento del programma in ogni disciplina al fine di evitare adozioni superflue di testi non utilizzati o utilizzati in minima parte nel corso dell’anno o degli anni passati.
  2. Analisi delle proposte di nuove adozioni e confronto per possibili accordi di adozione degli stessi testi in corsi diversi.

Nell’esame dei testi in uso nonché delle novità editoriali si raccomanda ai docenti incaricati della scelta dei testi del primo anno di porre particolarmente attenzione già nell’apposito dipartimento di area disciplinare al contenimento della spesa.