Archivio mensile:aprile 2010

Contro la strage del sabato sera


Assemblea studentesca, venerdì 30 aprile, contro le stragi del sabato sera.

E’ un’iniziativa del comitato degli studenti, nell’ambito del progetto di educazione stradale.

Interverranno esperti della Polizia Stradale.

L’ingresso a scuola ci sarà alle ore 8,30

Nell’assemblea ci sarà anche un ricordo del prof. Cipriani

L’educazione per prevenire le stragi del sabato sera: è questo l’obiettivo dell’assemblea studentesca che si terrà al Liceo di Ceccano venerdì 30 aprile, alle ore 9, con l’intervento degli esperti della Polizia stradale. L’iniziativa è stata assunta dal Comitato degli studenti, guidati dal prof. lombardi, coordinatore del progetto che si occupa in maniera specifica di educazione stradale.  L’obiettivo dell’incontro è quello di sensibilizzare gli allievi sulle responsabilità che si assumono nel momento in cui ci si mette alla guida di un veicolo e su quanto incida il comsumo di bevande alcooliche sulle capacità di reazione. la polizia stradale di Frosinone ha dato subito la sua disponibilità mettendo a disposizione del liceo di Ceccano gli esperti e i materiali per l’assemblea.

Ciao, Memmi’! Il filmato


Ecco il filmato realizzato da Giulia Giovannone, V C e presentato alla commemorazione del prof. Cipriani,  in aula magna, martedì 27 aprile.

watch?v=FueuE88rc34

In memoriam


In ricordo del mio amato professore


Oggi senza alcun ombra di dubbio è uno dei giorni più tristi della mia vita. Avrei voluto che accadesse di tutto, ripeto di tutto, tranne che mi arrivasse quel messaggio con su scritta la notizia più brutta che avrei potuto ricevere. Effettivamente posso dire di aver perso una delle persone che più di qualsiasi altre ha significato molto nella mia vita e per questo motivo non potevo starmene con le mani in mano. Incredula, scossa e commossa ho preso carta e penna e ho voluto dare sfogo a tutta la mia tristezza riportando alla luce vecchi ricordi ed esprimendo ciò che Domenico Cipriani ha rappresentato per me.
Caro Memmino,
è così che noi alunni ( ma anche tutto il personale del liceo e tutto Ceccano) preferivamo chiamarti, perché tu andavi al di là del semplice essere professore di storia dell’arte. Eri molto di più. Noi tutti non potevamo non stimarti per la tua serietà professionale e non amarti per la tua spontanea simpatia. Ricordo ancora alcune tue lezioni , e come dimenticarle!!! Ascoltare te che spiegavi “l’ultima cena” di Leonardo Da Vinci in ceccanese è stata una delle esperienze più divertenti del mio vissuto scolastico; perché ciò che a te riusciva meglio era proprio questo… far ridere.
Certo non sono mancate tra di noi delle piccole incomprensioni; a volte lo ammetto, per saltare la “temuta interrogazione di storia dell’arte” di fine anno non sono venuta a scuola.. e tu questo lo sapevi bene, infatti il giorno dopo quando mi incontravi per il corridoio mi dicevi: “Mariagiovà, hai fatto l’indiana è? “ infatti per te io oltre ad essere la Mariagiovanna che tanto stimavi, ero anche l’Indiana che saltava le interrogazioni o i compiti in classe sulla teoria delle ombre (che tra l’altro ancora non ho ben capito !). Nonostante tutto io non DIMENTICHERO’ MAI CHE TU SEI STATO L’UNICO PROFESSORE (insieme a Massimo Parente) A STARMI VICINO IN UN PERIODO MOLTO COMPLICATO DELLA MIA VITA , tu sai bene quale è! Io non dimenticherò mai che quel giorno all’interrogazione non mi hai chiamata (nonostante toccasse a me) perché sapevi che avevo ben altro nella testa e dunque sapevi che non avevo studiato la tua lezione..ti ricordi quando , sempre lungo il corridoio, mi dicesti :”Mi raccomando, non ti voglio vedere più con quelle bolle in faccia (perché per colpa dello stress sofferto in quel periodo avevo avuto problemi di acne)”, dopodiché mi abbracciasti. Io lì sentii che potevo contare veramente su di te, che in realtà tu mi eri vicino e io lo sentivo, lo sentivo e ne ero felice. Ti ricordi quando con il Prof. Alviti e la Prof.essa Alessandrini siete venuti a cena a casa a mangiare le salsicce?? Da quel giorno ti eri talmente innamorato delle mie salsicce che ogni anno verso dicembre mi ricordavi sempre di portartene un po’ per assaggiarle. Eravamo molto uniti ma il nostro era un rapporto speciale proprio perché era “tormentato”, verbalmente(scherzando) mi demolivi però io dentro di me sapevo che quelle parole erano solo il frutto di una forte stima. L’ultima volta che abbiamo parlato era gennaio, appena mi hai vista hai detto subito: “Ecco, sei arrivata tu, e il sole se ne è andato” e io ti risposi :” Professò, il tuo sole sono io” e tu mi sorridesti e mi abbracciasti, perchè tra me e te ero sempre io ad avere l’utlima parola :-). Quanti ricordi mi vengono in mente, non basterebbe il tempo per raccontarli tutti. Oggi quello che posso fare è solo ricordarti con il sorriso e portarti sempre nel cuore. Per me sei stato, sei e rimarrai una delle persone più importanti della mia vita e non posso non tenere dentro di me un vivo ricordo di te. Sei stato un grande uomo.
Con affetto e stima,
Mariagiovanna

Memmino ci parla


MEMMINO ci PARLA ….

Se tu conoscessi il mistero immenso del Cielo dove ora vivo,
se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento…
in questi Orizzonti senza fine,
e in questa Luce che tutto investe e penetra,
tu non piangeresti, se mi ami.

Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,
dalle Sue espressioni di infinita bontà
e dai riflessi della Sua sconfinata bellezza.

Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli al confronto!

Mi è rimasto l’affetto per te:
una tenerezza che non ho mai conosciuto.
Sono felice di averti incontrato nel tempo,
anche se tutto era così fugace e limitato.
Ora l’amore che mi stringe profondamente a te
è gioia pura senza tramonto.

E mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa
del tuo arrivo tra noi, tu pensami così!

Nelle tue battaglie,
nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,
pensa a questa meravigliosa Casa,
dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,
nel trasporto più intenso,
alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità.

Non piangere più, se veramente mi ami!

Gina Fioravanti

Ciao, Memmino


Senza clamore, come tua abitudine, ci hai lasciato.

Siamo avvolti dalla tristezza ma anche dalla riconoscenza per averti potuto conoscere, per aver goduto di te, della tua amicizia.

Ciao, Memmino, ora che sei lassù, dà una mano a questi tuoi ragazzi, a cui tanto hai voluto bene.

A loro hai dedicato la tua vita, come se fossero tuoi figli.

E, sta’  tranquillo, studieranno ancora di più per farti sorridere e per ascoltarti ancora, sempre.

Ciao, Memmino, dolce e sagace amico della nostra scuola. Proteggila!

Non sarà la stessa senza di te, ma ci impegneremo ancora di più per renderla così come tu l’hai sognata e per la quale ti sei, sempre, tanto, impegnato.

Il prof. Domenico Cipriani, docente di disegno e storia dell’arte, è scomparso improvvisamente nel primo pomeriggio di lunedì 26 aprile 2010

I funerali ci saranno in S. Giovanni, alle ore 15,30 di martedì 27 aprile.

Incontro con l’autore



Vittoria a Senigallia per la Gym School


Ottimo risultato per il liceo di Ceccano, impegnato nella Gym School a Senigallia, gara nazionale di ginnastica artistica: primo posto nel percorso della gara maschile, terzo posto nel corpo libero e nella classifica generale, per la squadra composta da Riccardo Spinelli, Alex Diana, Federico Catozi, Giorgio Bartoli, che hanno così confermato l’ottima tradizione della ginnstaica artistica nel liceo fabraterno. Buon piazzamento anche per le ragazze che hanno raggiunto il dodicesimo posto nella gara nazionale. La squadra delle ragazze era formata da Martina Passeri, Noemi Rinaldi, Martina Di Pofi, Miriam Cicciarelli. La competizione, organizzata dal Liceo Perticari di Senigallia è stata di altissimo livello ed ha portato nella cittadina marchigiana le migliori tradizioni scolastiche nello sport della ginnastica artistica maschile e femminile. I ragazzi di Ceccano sono stati preparati dai tre insegnanti di educazione fisica, Guida, Lombardi e Langiu, che li ha anche accompagnati nella competizione.

Qui le altre foto

FotoSenigallia

Riunione genitori scambio Bretagna


La riunione dei genitori degli allievi che parteciperanno allo scambio in Bretagna si terrà  giovedì 22 aprile alle ore 17.

Assemblea genitori stage


L’assemblea dei genitori degli allievi che hanno preso parte allo stage linguistico a Londra è convocato per mercoledì 21 aprile alle ore 17, in aula magna, con il seguente ordine del giorno:

Comunicazioni del Preside

Tutti sono vivamente pregati di essere presenti.

Tutti tornati!


L’applauso liberatorio che li ha accolti ha segnato la conclusione dell’avventura per i 100 allievi del Liceo di Ceccano, bloccati a Londra dallo top ai voli, imposto dalla nuvola di cenere vulcanica che si aggira per i cieli d’Europa. C’erano ad attenderli i genitori, i professori, gli amici, tutti preoccupati dall’ansia generata dalle tante notizie che i media riportavano sulla nube e sulle grandi difficoltà di spostamento nel continente. Gli allievi, accompanatid al preside, prof. Giuseppe Giacomobono, erano partiti il 9 aprile scorso per uno stage linguistico a Londra. Un altro gruppo di 10 allievi, con la prof.ssa Zorzi, aveva invece raggiunto cambridge per il Comenius Metamorphosis, con altre 5 scuole di tutta Europa. Tutto si era svolto nel migliore dei modi fino al momento della partenza quando, proprio mentre il gruppo si recava in aeroporto, la compgnia aerea comunicava l’annullamento del vol o. Da quel momento, la vacanza è continuata per i ragazzi che hanno visitato Londra in lungo e in largo, ma ha richiesto grande impegno organizzativo da parte delle autorità scolastiche, che assistite dall’agenzia e dal consolato hanno adottato man mano le decisioni necessarie, fino alla partenza in bus da Londra al sabato 17 sera. Di grande aiuto è stato il sito del Liceo, che ha tenuto costantemente informati i genitori, registrando 6000 accessi in tre giorni. Il preside Giacomobono ha voluto ringraziare tutti gli insegnanti che sia a Londra che a Ceccano si sono prodigati per risolvere l’emergenza e nel tenere i contatti con i genitori.

Comenius: rientro alle 14


Il rientro del gruppo del Comenius è previsto per le ore 14.

Arrivo confermato per le ore 00,30 del 19 aprile


Ora di arrivo confermata: 00.30 del 19 aprile 2010

Arrivo previsto per le 00,30


L’arrivo a Ceccano dei due bus dall’Inghilterra è previsto attorno alle 00,30 del 19 aprile, sempre che il traffico lo consenta. Il gruppo di Cambridge, invece, sarà a scuola nella tarda mattinata di lunedì 19 aprile.

Il Liceo sarà aperto dalle 23,30. Chi vorrà potrà attendere a scuola.

ore 12, sono a Lucerna, Svizzera; l’altro gruppo a Calais


Alle 12, i due autobus erano sul lago di Lucerna. Il gruppo del Comenius è invece a Calais, in Francia e partirà da lì alle 14.

Sono in Germania, 500 km da Milano


Il viaggio prosegue regolarmente. Alle 9,30 sosta per la colazione in Germania, Alsazia. 500 km a Milano.

Partiti!


Alle 20,20, ora italiana. Buon viaggio!

L’altro gruppo, a Cambridge per il Comenius, partirà domattina alle 5, ora di Greenwich, per Dover. A Calais, in Francia, li attende l’autobus della ditta Cialone, per le ore 15 di domenica.

.

Inghilterra: partenza alle 17,30


Il preside ha comunicato che i due pulmann partiranno alle 17,30, ora locale. L’arrivo è previsto dopo 30 ore di viaggio, quindi nella notte fra domenica e lunedì.  Ogni autobus è dotato di bagno ed ha tre autisti per la guida.

Inghilterra: si torna in pulmann


Su consiglio del consolato, il preside ha deciso di far  tornare in pulmann i gruppi in Inghilterra.  Pubblicheremo orari  ed itinerario appena se ne avrà definitiva certezza.

Contrordine: volo cancellato


Alle 23 e 45 del 16 aprile, il tour operator ha comunicato l’annullamento del volo previsto per domani alle 15:30.

Ulteriori aggiornamenti, nella mattinata di sabato 17 aprile.