Archivio mensile:settembre 2010

1° ottobre, il Liceo in festa


Come tradizione, venerdì 1 ottobre si terrà la Festa d’Accoglienza per l’anno scolastico 2010-2011.

Tanti  sono i motivi per festeggiare: un nuovo anno scolastico da passare insieme, i nuovi allievi, 150 primini che ancora non si orientano bene nella dimensione liceale, le tante iniziative della scuola nella cultura, nello sport, nella protezione dell’ambiente, nella promozione della cultura della legalità, del lavoro, delle nuove tecnologie, insomma di tutto quello che costituisce oggi la base dello sviluppo culturale dei giovani. Tante occasioni che danno significato pregnante alla Festa d’Accoglienza in programma nel pomeriggio del 1° ottobre, nel Piazzale del Liceo di Ceccano: dopo il saluto del dirigente,il prof. Giuseppe Giacomobono, ci sarà l’intervento del sindaco di Ceccano, Antonio Ciotoli, degli assessori provinciali Quadrini e Ruspandini  e quindi la premiazione dei ragazzi che si sono particolarmente distinti nello studio e nello sport durante l’anno scolastico 2009-2010. Uno spazio sarà dato anche agli allievi che si sono diplomati nello scorso anno, in una sorta di ideale passaggio di testimone tra coloro che hanno concluso gli studi liceali e coloro che li hanno appena iniziati. Sarà poi la volta della libera fantasia dei ragazzi con brani teatrali, musicali, concorsi a premi, tutto coordinato dai rappresentanti degli alunni nel comitato studentesco che gestiscono la festa in tutti i suoi aspetti, compresi quelli finanziari. Si tratta di una delle scelte del Liceo che proprio sull’autonomia gestionale dei ragazzi investe molte delle proprie risorse. Il Liceo Scientifico di Ceccano conta oggi 29 classi con più di 700 allievi, suddivisi scientifico e linguistico, con 60 insegnanti: nel primo anno di funzionamento, 1989-90, 20 anni fa, gli alunni erano 25
In un messaggio al Liceo, il preside ha scritto:
Tutti sono invitati: alunni, insegnanti, personale non docente, famiglie. La Festa è organizzata dal Comitato degli Studenti che sta curando tutti i particolari dell’iniziativa.
Sarebbe davvero bello che nessuno mancasse!

Prego i docenti di non voler assegnare compiti per il giorno successivo, di evitare verifiche il sabato 2 ottobre, e di farne nota sul registro.

Grazie a tutti per il lavoro che state svolgendo

Assemblea sindacale: variazioni d’orario


A causa di un’assemblea del personale, martedì 28 settembre 2010, l’orario varierà nel modo seguente:

V D Entra alle ore 9
I A Entra alle ore 9
I B Entra alle ore 9
V E Entra alle ore 9
II D Entra alle ore 10
V C Entra alle ore 10
III F Entra alle ore 10
II C Entra alle ore 11
I C Entra alle ore 11
IV A Entra alle ore 11
IV E Entra alle ore 11

Attenzione, nuovo orario!


Ecco l’orario in vigore da lunedì 27 settembre

Orario provvisorio 27 settembre 2010

Stages linguistici, scambi e viaggi, il programma 2010 -2011


Il Consiglio d’Istituto del Liceo, su proposta della commissione viaggi e del collegio dei docenti, ha approvato il piano degli scambi culturali, degli stages linguistici e dei viaggi

Gli scambi culturali riguarderanno la classe IV B, progetto europeo Comenius Metamorphosis, con scuole di Cambridge, Regno Unito, Bruges, Belgio, Treviri, Germania, Schijndel, Olanda, che si svolgerà in primavera e la classe I B con Plouzanée, Francia, con la presenza dei Francesi in Italia in ottobre e con quella degli Italiani in Francia in primavera.

Gli stages linguistici riguarderanno le classi IV (ottobre in Inghilterra) II (primavera in Inghilterra) I, III e IV linguistico (primavera in Spagna)

I viaggi vedranno le III ad  Avignone sui passi di Annibaldo, nell’ultima settimana di ottobre, le V a Vienna in primavera, le IV a Torino per i 150 anni dell’Unità nel marzo del 2010 per la riapertura del museo del Risorgimento a Palazzo Carignano, le II in Sicilia, sulle orme di Federico II, stupor mundi.

Inghilterra: stage per le classi IV


Si terrà dal 17 al 23 ottobre 2010 lo stage linguistico per le classi IV a Londra. Entro il 23 settembre è necessario consegnare l’acconto di prenotazione in segreteria.

Coordinatrice dell’iniziativa è la prof.ssa Daniela Tennenini.

Un secondo stage avrà luogo in primavera e riguarderà gli allievi di II classe.

I prof classe per classe, dopo le ultime nomine


Qui

Cattedre e consigli di classe 2010-11 aggiornato 21 sett

Napolitano: la priorità dell’istruzione


“Riconoscere la priorità dell’istruzione nella ripartizione delle risorse. Costruire in tutti i campi una cultura e una pratica del merito”

“Voi sapete che io sostengo con convinzione che nel portare avanti l’impegno comune e categorico per la riduzione del debito pubblico bisogna riconoscere la priorità della ricerca e dell’istruzione nella ripartizione delle risorse pubbliche disponibili”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano inaugurando ufficialmente al Quirinale il nuovo anno scolastico. La manifestazione è stata caratterizzata da collegamenti in diretta con Torino e Napoli, città protagoniste del processo storico fondativo dello Stato nazionale unitario.“In 150 anni – ha rilevato il Capo dello Stato – abbiamo compiuto enormi progressi, anche nell’istruzione, come ha appena ricordato il Ministro Gelmini, partendo da un pauroso analfabetismo. Negli ultimi decenni abbiamo conseguito notevoli passi avanti anche per quel che riguarda la percentuale di diplomati e di laureati. Questo ci ha consentito di avvicinarci alla media dei paesi sviluppati, e tuttavia, anche se stiamo correndo più in fretta di altri, non abbiamo raggiunto i paesi più avanzati. Siamo, dunque, rimasti ancora indietro rispetto ad una risorsa cruciale per affrontare una dura competizione globale”.

Occorre, dunque, riformare con giudizio: “Occorre sanare squilibri, disparità, diseguaglianze, che si presentano anche nell’istruzione, che – al contrario – dovrebbe proprio servire a colmare le diseguaglianze”. “Perciò – ha proseguito il Capo dello Stato – dobbiamo costruire in tutti i campi una cultura e una pratica del merito. Bisogna anche mettere in tutti i campi le persone in grado di meritare. Questo vale ovviamente anche per la scuola, per i suoi insegnanti e per i suoi studenti”.

Il Presidente Napolitano ha sottolineato che “per elevare la qualità dell’insegnamento occorre motivare gli insegnanti e richiedere che abbiano un’adeguata formazione, ma anche offrire loro validi strumenti formativi e di riqualificazione. E su tutto questo, ovviamente, è necessario investire. Nel passato non lo si è fatto abbastanza e si sono prodotte situazioni pesanti. Occorre dunque qualificare e riqualificare coloro che aspirano ad un’assunzione a tempo indeterminato”.

Il Capo dello Stato ha concluso con l’auspicio “che gli insegnanti e i dirigenti pieni di idee e di voglia di fare trovino il sostegno necessario a tutti i livelli”.

Qui il video e il testo del discorso del Capo dello Stato

Continua.aspx?tipo=Video&key=1537&vKey=1365&fVideo=1

Continua.aspx?tipo=Discorso&key=1940

Attenzione, nuovo orario!


Ecco l’orario in vigore da lunedì 20 settembre:

Orario provvisorio 20 settembre 2010

Studiare all’estero, con Intercultura


Quantcast

logo

Un periodo di studio all’estero: è la proposta rivolta agli allievi delle classi  da parte di Intercultura. Un anno scolastico da passare all’estero, grazie anche a borse di studio che coprono l’intero costo oppure una metà. Attualmente il Liceo ha una studentessa in Canada, grazie ad Intercultura. Si tratta di Flavia Taglioni della IV B. In Canada prenderà il diploma superiore canadese  e poi tornerà e sarà iscritta in V e prenderà il diploma europeo.

scala_1122945726INTERCULTURA nacque per iniziativa di un gruppo di volontari che avevano vissuto esperienze interculturali all’estero e ne avevano apprezzato il potenziale educativo e la carica innovativa rispetto ai programmi scolastici tradizionali. Eretta in ente morale con decreto del Presidente della Repubblica n 578 del 23 luglio 1985 e riconosciuta Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) in virtù della legge n. 460 del 4 dicembre 1997, essa continua ad operare attraverso altri volontari: insegnanti, studenti, famiglie, cittadini interessati all’innovazione educativa.

Essi intendono approfondire il significato delle proprie esperienze, ripeterle in forme diverse, proporle ad altri sia in un confronto teorico e sia nelle possibilità di sperimentazione che la scuola ed altre strutture educative apriranno in futuro.

Essi si riconoscono nella lungimirante intuizione pedagogica dei fondatori di quest’Associazione, che da decenni promuove il dialogo rispettoso tra uomini e donne di tutte le culture, nella convinzione che la conoscenza reciproca e la comprensione delle diversità costituiscano un prezioso antidoto allo “scontro tra le civiltà”, che gli avvenimenti degli ultimi anni hanno reso nuovamente attuale.

Essi ritengono infatti che lo scambio tra culture diverse contribuisca alla ricerca per una nuova educazione alla pace, suscitatrice negli uomini di una coscienza planetaria e insieme attenta al divenire dei vari gruppi sociali: intendono il termine “cultura” in senso antropologico e cioè: “sistema dinamico di valori, formato da elementi acquisiti, con postulati, convenzioni, credenze e regole che permettono ai membri di un gruppo di avere rapporti tra di loro e col mondo, di comunicare e di sviluppare le capacità creatrici che posseggono in potenza” (Commissione Canadese per l’UNESCO, 1976).

I volontari di INTERCULTURA si riconoscono nei principi ispiratori delle Nazioni Unite e dell’UNESCO e nella definizione di volontariato data dalle leggi italiane.

Altre info www.intercultura.it

Attenzione, dal 15 settembre orario di ingresso alle 7,55


Da mercoledì 15 settembre 2010,  l’orario sarà il seguente:

7,55 – 8,10 Ingresso – Appello e giustificazioni
8,15 Termine ultimo per l’entrata in classe in ritardo con giustificato motivo, da registrare
9,00 – 10,00 II lezione
10,00 – 10,55 III lezione
10,55 – 11,05 Intervallo
11,05 – 12,00 IV lezione
12,00 – 12,50 V lezione
12,50 – 13,40 VI lezione

Alle 8,15, i cancelli dell’ingresso inferiore saranno chiusi. Gli allievi in ritardo entreranno dall’ingresso principale per essere ammessi dalla presidenza.

Ricordo che, per questioni legate alla sicurezza stradale e per preservare maggiormente l’incolumità dei ragazzi, l’ingresso e l’uscita degli allievi avverranno sempre nel cortile inferiore del Liceo.  L’ingresso principale sarà riservato agli insegnanti, al personale e al pubblico.

Raccomando ai genitori di non sostare lungo viale Fabrateria Vetus al momento dell’uscita degli allievi per evitare ulteriori situazioni di pericolo per l’incolumità dei ragazzi.

In bocca al lupo!


Un corale: “in bocca al lupo!” ha concluso la cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico al Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano, dopo che le note dell’Inno Nazionale, eseguito dal coro e dall’orchestra del Liceo, avevano salutato il  grande tricolore, sceso su una delle facciate dell’istituto fabraterno.

Semplice solennità e gioia di stare insieme, preside, docenti, alunni, personale, una rappresentanza di genitori, visibile espressione di quella comunità educante che il Liceo si sforza di diventare, grazie all’impegno di tutti.

Il preside, prof. Giuseppe Giacomobono, aveva incontrato i quasi 150 allievi delle prime, nell’aula magna Francesco Alviti, augurando loro di percorrere felicemente i 5 anni del corso liceale ed invitandoli ad essere parte attiva della comunità.

Alle 10,30 la cerimonia del saluto alla bandiera e poi un po’ di festa tra saluti gioiosi e voglia di vivere.

Qui le altre foto

InnoEBandiera2010PerBenCominciare

Per ben cominciare, bandiera ed inno


Inno e bandiera

marinaLa bandiera nazionale e l’Inno di Mameli saluteranno l’inizio dell’anno scolastico al Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano. A metà mattinata del primo giorno di scuola, 13 settembre 2010, una grande bandiera tricolore sarà issata sulle pareti dell’Istituto e l’orchestra di fiati degli allievi del Liceo renderà gli onori al vessillo simbolo dell’unità nazionale, eseguendo l’Inno di Mameli.

La cerimonia, semplice e breve, inizierà alle 10,25 ed ha un duplice scopo: quello di dare un segnale forte sull’importanza della scuola nella vita degli adolescenti e quello di rinsaldare l’appartenenza ad una comunità che è tale per cultura, valori e condivisione di principi, soprattutto nell’anno in cui si celebrano i 150 anni dell’unità nazionale. 

Il Liceo Scientifico e Linguistico  di Ceccano conta quest’anno 29 classi con oltre 700 allievi.

Le classi e i docenti si ritroveranno alle ore 10,25, nel cortile della scuola.

Gli allievi dell’orchestra e del coro della scuola sono convocati alle ore 9,30, nell’aula magna, insieme alla prof.ssa D’Annibale

Primo giorno di scuola, l’entrata delle classi


Ecco l’ordine di ingresso delle classi per il primo giorno di scuola, 13 settembre 2010

ordine di ingresso classi 13 settembre 2010

Per eliminare ulteriori pericoli per l’incolumità dei ragazzi, l’ingresso e l’uscita degli alunni avverranno sempre dal cortile del Liceo, mentre l’ingresso superiore sarà riservato ai docenti, al personale e al pubblico.

Soltanto gli allievi in ritardo passeranno direttamente dall’ingresso superiore per avere il permesso di entrata dalla presidenza.

Le aule delle classi


Qui la sistemazione delle aule

sistemazioni classi 2010

L’orario delle lezioni, da lunedì 13 a sabato 18 settembre


Ecco l’orario per la prima settimana di lezione:

Orario provvisorio 13 settembre 2010

Primo giorno di scuola: istruzioni per l’uso


Lunedì 13 settembre 2010 sarà il primo giorno di scuola al Liceo. Alcune rapide istruzioni per l’uso

Per questioni legate alla sicurezza stradale e per preservare maggiormente l’incolumità dei ragazzi, l’ingresso e l’uscita degli allievi avverranno sempre nel cortile del Liceo.  L’ingresso principale sarà riservato agli insegnanti, al personale e al pubblico.

Orario: il primo giorno, gli allievi dovranno trovarsi nel cortile del Liceo alle 8,20, ad eccezione dei nuovi alunni di I.

Gli allievi di I entreranno alle 8,45 e si recheranno nell’aula magna Francesco Alviti  per un primo incontro con il Preside e i Docenti.

Andranno quindi nelle classi per le regolari lezioni.

Libretti delle giustificazioni: i genitori potranno ritirarli in segreteria.

Ritardi ed assenze: dovranno essere giustificati all’insegnante della prima ora. Gli allievi in ritardo dopo le 8,15 saranno ammessi in classe dalla presidenza. Ritardi ed assenze saranno comunicati ai genitori nel momento in cui si ripetano senza giustificato motivo.

Agitazioni del personale: in occasione di scioperi degli insegnanti o del personale scolastico, l’istituto funziona comunque con alcune modifiche dell’orario

L’orario del primo e del secondo giorno di scuola sarà il seguente:

8,20 Ingresso
8,30 – 9,30 Inizio della I Lezione
9,30 – 10,25 II lezione
10,25 – 10,35 Intervallo
10,35 – 11,30 III lezione
11,30 – 12,30 IV lezione

Da mercoledì 15 settembre,  l’orario sarà il seguente:

7,55 Ingresso
8,00 – 8,10 Appello e giustificazioni
8,10 Inizio della I Lezione
8,15 Termine ultimo per l’entrata in ritardo con giustificato motivo, da registrare
9,00 – 10,00 II lezione
10,00 – 10,55 III lezione
10,55 – 11,05 Intervallo
11,05 – 12,00 IV lezione
12,00 – 12,50 V lezione
12,50 – 13,40 VI lezione

Tutti i prof, classe per classe


Questa l’assegnazione delle classi, come stabilita dal Preside e comunicata al collegio dei docenti del 10 settembre 2010

consigli di classe 2010-2011

Riunione genitori classi prime


Venerdì 10 settembre alle ore 17, nell’aula magna Francesco Alviti del Liceo, si terrà la riunione dei genitori delle classi I per la presentazione dell’offerta formativa del Liceo.

Nello stesso incontro si procederà al sorteggio delle sezioni per i gruppi classe e sarà possibile ritirare i libretti delle giustificazioni.

Collegio dei docenti, venerdì 10, ore 10


Il Collegio dei docenti è convocato il giorno 10  settembre 2010, alle ore  10,00, in Aula Magna, per discutere il seguente o.d.g.

  1. Lettura e approvazione verbale seduta precedente;
  2. Comunicazioni e riflessioni sul nuovo A.S.;
  3. Assegnazione docenti alle classi;
  4. Responsabili di laboratorio in base alle indicazioni della Commissione Provvisoria Revisione P.O.F.;
  5. Coordinatori di classe;
  6. Attività, commissioni varie e gruppi di lavoro comprese le funzioni strumentali.;
  7. Revisione e proposte per il P.O.F. A.S. 2010/2011;
  8. Eventuale revisione del Regolamento d’Istituto;
  9. varie ed eventuali.

Classi I: i gruppi dopo le ulteriori richieste delle famiglie


Ecco i gruppi classe definitivi, dopo che la commissione ha esaminato le diverse richieste di spostamento presentate.

formazione classi I i gruppi def 9 settembre 2010