Archivi giornalieri: 24 febbraio 2011

Una settimana per cambiare l’idea del recupero


Una settimana per cambiare: un po’ di confusione in questi giorni al Liceo di Ceccano. Non ci sono più le classi ma gli allievi si spostano da un’aula all’altra del Liceo a seconda delle necessità di ciascuno: così nella stessa classe, contemporaneamente, ci sono alcuni ragazzi che fanno attività di recupero in matematica, altri che hanno il sostegno per qualche carenza in disegno, altri ancora che approfondiscono i perché delle sollevazioni popolari nei paesi del Mediterraneo, altri ancora che discutono di diffusione degli stupefacenti e ancora altri che si aiutano a vicenda nello svolgimento di compiti e lezioni. 

 Così, per una settimana, il Liceo ha deciso di cambiare il suo ordinamento consueto: a ciascun alunno è stato offerto quello di cui aveva bisogno o la possibilità di approifobndire tematiche che spesso sono lontane dlla realtà quotidiana della scuola.
In questa maniera, gli insegnanti incaricati del recupero si sono trovati di fronte non l’intera classe ma soltanto coloro che avevano effettivamente necessità di riprendere argomenti non compresi o non studiati abbastanza, mentre il resto degli allievi era impegnato in altre attività. Matematica, latino, scienze ed inglese sono state le discipline su cui si sono concentrati gli sforzi del recupero. Per i ragazzi questo tipo di organizzazione ha significato una concentrazione delle attività di recupero che invece nel passato figuravano diluite in tempi eccessivi e soprattutto lo svolgimento dei corsi di recupero, in orario antimeridiano, senza essere costretti a prolungamenti pomeridiani, assolutamente dannosi poi per il normale svolgimento dei compiti.  Certo è stato un lavoro molto impegnativo dal punto di vista dell’organizzazione ma, almeno nell’immediato, i soddisfatti sembrano di più di coloro che non hanno apprezzato l’iniziativa.

35 mm di storia: Francesco e Sofia, due ragazzi nella storia


Prosegue la terza edizione di “35 mm di Storia”, il seminario di studio con proiezione di citazioni cinematografiche organizzato dal Liceo Scientifico e Linguistico Statale di Ceccano grazie al coordinamento generale della prof.ssa Stefania Alessandrini. L’edizione di quest’anno, intitolata “Oh mia patria sì bella e perduta – Momenti, figure, atmosfere del cinema risorgimentale italiano” e dedicata al 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, come per il passato è condotta da Massimo Cardillo, storico e critico cinematografico, da sempre assertore della necessità di un ingresso più stabile e istituzionalizzato della Storia del Cinema nelle aule scolastiche.

Venerdì 25 febbraio, alle 14.30, presso l’Aula Magna “Francesco Alviti” dello stesso liceo, si terrà il secondo incontro dal titolo “Francesco e Sofia. Due ragazzi nella Storia” imperniato sulle ultime fasi del Regno delle Due Sicilie. L’incontro sarà corredato e impreziosito da spezzoni e citazioni di film, alcuni noti, altri meno, altri pressoché sconosciuti al grande pubblico e perciò ancora più godibili: “Viva l’Italia” di Roberto Rossellini, “O’ Re” di Luigi Magni, “La caduta dei Borboni” di Alessandro Blasetti (con un intenso Bruno Cirino nella parte di Francesco II), “Il Generale”, sempre di Magni. Si analizzeranno e commenteranno anche momenti significativi di fiction televisive (“Eravamo solo mille” del frusinate Stefano Reali, autore anche delle musiche), e si mostrerà una non più recente inchiesta RAI sul Regno delle Due Sicilie. L’ingresso libero consentirà a chiunque ne abbia voglia di arricchire la propria cineteca mentale e di riflettere su problematiche spesso tralasciate dalla storia ufficiale e rese invece protagoniste dalla macchina da presa.