Archivio mensile:febbraio 2010

Per stare bene


Come vivere, cosa mangiare, come comportarsi per non favorire l’insorgenza delle malattie tumorali.  Su queste tematiche, tutte le classi del Liceo, nei giorni passati, nell’ambito delle loro assemblee mensili, hanno incontrato gli operatori dell’Associazione Wellness che si occupa di sostegno agli ammalati di cancro e alle loro famiglie.

Si tratta del progetto “bene essere”, finanziato dall’Amminstrazione provinciale di Frosinone,   che ha preso il via  proprio al Liceo il 17 febbraio, con le classi V. Obiettivo degli incontri è stato quello della prevenzione dei tumori e dei disturbi alimentari.

Gli operatori e i volontari della Welness di Ceccano, che da anni lavora a fianco dei malati e delle loro famiglie, offrendo concreto sostegno nelle situazioni più complesse dell’esistenza, hanno così incontrato i 700 allievi del Liceo fabraterno, offrendo loro indicazioni preziose per prevenire le malattie oncologiche e i disturbi dell’alimentazione, così diffusi tra gli adolescenti. Al primo incontro ha partecipato anche l’assessore alle politiche giovanili della provincia, Massimo Ruspandini, che si è impegnato a sostenere progetti all’interno delle scuole.

Qui le altre foto

WeellnessLiceo

Una presentazione per il Liceo di Ceccano


Qui Il nuovo liceo

E una brochure

presentazione liceo

Nuovi Licei: i quadri orari


Ecco i quadri orari del Liceo scientifico e del Liceo linguistico

Liceo Scientifico

Liceo Linguistico

Nuovi Licei: materiali dal ministero


Il ministero ha pubblicato una serie di materiali per aiutare le famiglie nella scelta della scuola secondaria superiore.

Tutto è rintracciabile su:

nuovesuperiori.indire.it

Eccone alcuni subito disponibili:

brochure_nuovesuperiori-1

INTRODUZIONE 23_02_20101

slide_regolamento_licei_MB 17_02_10 ore 15

Per non dimenticare: i vincitori del concorso della Giornata della memoria


Manolo Lauretti con Patetico congedo dalla vita, Claudia Marsulli con Monologo per X e Francesca Trapani con   hanno vinto a pari merito il concorso indetto dal liceo per la Giornata della Memoria

Ecco i testi dei vincitori e le motivazioni della giuria, presieduta dalla prof.ssa Daniela Marro:

manolo lauretti Patetico congedo dalla vita

toccante congedo in versi- nell’orrore in cui non è possibile la poesia- Fitto di citazioni colte, tra le quali si segnala quella dell’Ulisse di Dante, personaggio già citato da Primo Levi in “Se questo è un uomo” come emblema assoluto di “Virtute e Canoscenza”. Per tale riferimento, che si ricollega più in generale al tema dell’erranza caro agli ebrei, e per l’eleganza e la compostezza della forma ha meritato il premio

Claudia Marsulli Monologo per X

soliloquio struggente e drammatico, assai elaborato sul piano stilistico-espressivo, che riecheggia le vibranti pagine del celebre diario di Etty Hillesum (la Anna Frank olandese). Per i contenuti espressi e soprattutto per la elevata capacità di coinvolgimento che la scrittura mostra nei confronti del lettore, che viene così trascinato nel vortice di una spietata autoanalisi, ha meritato il premio

Francesca Trapani

Friederich

liberamente ispirata alla lettura di un romanzo, la lettera ha come punti di forza l’importanza del sentimento e degli affetti familiari e soprattutto la consapevolezza della necessità della memoria ad ogni costo superbamente espressa nell’immagine-metafora del pezzo di cartone sporco di fango a cui il protagonista si aggrappa disperatamente in un estremo tentativo di resistenza alla morte. Per tali ragioni il lavoro ha meritato il premio

E’ stato inoltre premiato, fuori concorso, il testo di Giulio Pistilli, della classe II della Scuola Media di Ceccano

Joseph di Giulio Pistilli

Qui le foto della giornata

ConcorsoMemoria

I prossimi impegni


24 febbraio – 2 marzo Viaggio d’istruzione in Grecia classi V

24 febbraio Corsa campestre, fase provinciale

25 febbraio: assemblee di classe, prevenzione oncologica e disturbi alimentari

27 febbraio: prevenzione dell’alcolismo, Fiuggi ANCA

3 marzo: III E – III B Università di Cassino laboratorio misure ambientali

5 marzo: Le fosse di Katyn, cinema e storia

9 marzo: III D – III F Università di Cassino laboratorio misure ambientali

9 marzo: cinema in lingua (spagnolo)

12 marzo: comitato genitori

16 marzo: 35 mm di storia

17 – 24 marzo. Scambio di classi con Plouzanée, Bretagna, Francia

17 – 24 marzo stage di lingua spagnola a Salamanca, Spagna

23 marzo: 35 mm di storia

29 marzo – 6 aprile vacanze pasquali

Iscrizioni, partono dal 26 febbraio


Il Ministero ha confermato il periodo 26 febbraio – 26 marzo per le iscrizioni alle classi I del prossimo anno scolastico

Qui le indicazioni ministeriali:

cm17_10.shtml

Francesco, un anno…


Il 23 febbraio del 2009, Francesco tornava al Padre celeste

Lo abbiamo ricordato in tanti modi durante questi mesi, in cui al dolore, che ci è naturale, abbiamo affiancato la gioia di tanti amici riuniti nel suo ricordo.

Lo faremo di nuovo martedì 23 febbraio, giorno anniversario, in due momenti

alle 17, in S. Giovanni, ci sarà la Messa d’anniversario

alle 21, sempre in S. Giovanni, il Requiem di Mozart per soli, coro e orchestra, una delle partiture più amate da Francesco

E martedì avremo anche un libro con tante foto e i commenti degli amici di Francesco

Flere cum flentibus


E, a Castro, il libro delle 5


Il libro delle cinque è un’iziativa promossa dall’Associazione Pro Loco di Castro dei Volsci, in collaborazione con “La locanda del Ditirambo” (albergo diffuso e ristorante), ideato e curato da Tamara Baris.

Le presentazioni si terranno presso l’antica Torre dell’Orologio, in via dell’Orologio, centro storico, Castro dei Volsci; nelle seguenti date:

6 marzo, ore 18:00, Riportando tutto a casa, di Nicola Lagioia (Einaudi). Sarà presente l’autore, modera Tamara Baris;

20 marzo, ore 17:00, Sarà vero. La menzogna al potere, di Errico Buonanno (Einaudi Stile Libero Extra). Con l’autore interviene Stefano Ciavatta, de “Il Riformista”.

10 aprile, ore 17:00, Ma cosa vuoi che sia una canzone. Mezzo secolo d’italiano cantato, di Giuseppe Antonelli (Il Mulino). Con l’autore interviene Tamara Baris.

Comics & books conferenze: sabato 20 Eraldo Affinati


Tre interessanti conferenza nella libreria Fahreneit c413, in via Matteotti a Ceccano

Sarà un evento culturale senza precedenti quello che si svolgerà nel pomeriggio di sabato alle ore 17:30 presso la libreria Fahrenheit C413 di Ceccano, sita in via Giacomo Matteotti 15.

Nel corso di un’apposita manifestazione, sarà infatti illustrata, alla presenza dell’autore, la pubblicazione del professor Eraldo Affinati, “La città dei ragazzi” edita dalla Mondadori.

Eraldo Affinati è nato a Roma nel 1956 dove vive e lavora. Insegna italiano ai minorenni non accompagnati della Città dei Ragazzi: si tratta della Penny Wirton, una scuola di lingua italiana per stranieri, i cui corsi, diretti dallo stesso Affinati, sono attivati grazie al contributo di uomini e donne disposti a insegnare in modo gratuito.

Eraldo Affinati collabora inoltre al “Corriere della Sera” e le sue opere letterarie nascono spesso da un viaggio.

Un appuntamento questo cui non mancare e che arricchisce tenta di arricchire il bagaglio culturale della città.

Per approfondire

watch?v=NPXLGZmrx5w

e

default.asp

Nuovi Licei: dieci domande sulla riforma e dieci risposte


Da Tecnica della scuola, le domande

index.php?id=27913&action=view

E le prime risposte

index.php?id=27952&action=view

Le foibe secondo me, concorso della Provincia


La Provincia di Frosinone, con il Patrocinio del Ministero della Gioventù,  ha bandito un concorso sul “Giorno del ricordo”  denominato “Le foibe secondo me” rivolto agli studenti  delle scuole medie superiori (quarte e quinte).

La finalità perseguita è quella di indirizzare verso i giovani della nostra provincia una capillare campagna di riflessione e di coinvolgimento nei confronti di pagine “non lette” della nostra storia nazionale,  veicolando le attività degli studenti verso la realizzazione di prodotti da poter utilizzare come strumenti divulgativi.

Sono ammessi a partecipare al concorso gli studenti regolarmente iscritti e frequentanti, per

l’anno scolastico 2009 – 2010, le ultime classi (quarte e quinte) delle scuole secondarie di II grado

della provincia di Frosinone.

_ La partecipazione può essere individuale o di gruppo. I gruppi dovranno essere composti

da 3 membri.

_ Non esiste limite al numero di progetti che possono essere presentati da ogni singola scuola.

_ Ciascuno studente e ciascun gruppo di studenti può presentare al massimo 1 elaborato.

_ Agli effetti del concorso un gruppo di concorrenti avrà gli stessi diritti di un singolo

partecipante.

Le opere in concorso devono essere elaborate con l’assistenza/coordinamento di un docente e

non devono essere già risultate vincitrici di altri concorsi, pena l’esclusione dal concorso.

Termine di presentazione dei lavori è il 29 marzo 2010

Ecco i regolamenti

Bando%20Concorso%20Le%20Foibe%20secondo%20me

e gli schemi di domanda

ALL.1 DOMANDA CANDIDATURA DI GRUPPO

ALL.1 DOMANDA CANDIDATURA INDIVIDUALE

Insieme contro il cancro, prevenzione oncologica al Liceo


Tutte le classi del Liceo, nei prossimi giorni, nell’ambito delle loro assemblee mensili, incontreranno gli operatori dell’Associazione Wellness che si occupa di sostegno agli ammalati di cancro e alle loro famiglie. Si tratta del progetto “bene essere”, finanziato dall’Amminsitrazione provinciale di Frosinone,   che prenderà il via proprio al Liceo il 17 febbraio, con le classi V. Obiettivo degli incontri è quello della prevenzione dei tumori e dei disturbi alimentari.

… e quelle della festa di carnevale


Qui

CarnevaleLiceo2010

Ayres de tango: le foto del concerto


Grande successo per il concerto finale del master class Ayres de tango, tenuto al Liceo dal m° Mario Luis Zeppa, direttore del Coro Pablo Casals di Rosario, Argentina. L’orchestra e il coro hanno presentato tre brani: il Candombe negro, la Milonga sentimental e Naranjo en flor, quasi a rappresentare una storia della musica argentina.

qui le foto

AyresDeTangoConcertoFinale

Alcune righe dall’Università di Cassino


Il prof. Martini, dell’Università di Cassino, ha scritto al Liceo a seguito della notizia dei 70 allievi tutores dei loro compagni. Riportiamo integralmente la lettera.
Gentile prof. Alviti,
non so come io sia finito nella sua mailing list, ma ci tengo subito a dirle che mi fa veramente piacere esserci: rinfranca il cuore conoscere iniziative così belle e didatticamente interessanti. Sono Gaetano Martini, uno degli operatori per il management didattico dell’Università di Cassino (Corso di Laurea in Lingue e letterature moderne) che la scorsa settimana sono venuti presso il vostro liceo per  un incontro di orientamento per gli studenti dell’ultimo anno. Colgo l’occasione di questa mail per rinnovarle i complimenti per l’educazione, l’interesse e vivacità intellettuale mostrata in quell’occasione dai vostri studenti.
Per me in realtà non si è trattato di una scoperta ma di una piacevole conferma: occupandomi di monitoraggio delle carriere dei nostri studenti avevo già avuto modo di apprezzare i risultati di quanti provenissero dal vostro liceo … poi, il fatto di abitare a Castro dei Volsci e di avere una moglie che in tre degli ultimi quattro anni ha insegnato Greco e Latino al “Martino Filetico” aveva fatto il resto.
Non le rubo ulteriormente il suo prezioso tempo, che così generosamente mette a disposizione dei suoi ragazzi e del prossimo, se non per ribadirle di essere a disposizione dei vostri studenti per l’attività di orientamento e dei vostri docenti qualora avessero piacere e desiderio di intraprendere attività in collaborazione con il nostro corso di Laurea.
A tal proposito le confermo che il giorno 16 marzo p.v. terremo qui a Cassino un “Open day” della Facoltà di Lettere e filosofia e, almeno per quanto riguarda noi del Corso di Laurea in lingue, se i ragazzi avessero difficoltà a raggiungerci durante la mattinata non potendo sottrarre in questa fase dell’anno tempo prezioso all’attività didattica, siamo disposti ad attenderli fin nel pomeriggio inoltrato, basta saperlo. In ogni caso tempi e modalità di svolgimento della giornata saranno presto comunicati in dettaglio.
Termino qui … ci sono studenti fuori dalla porta del mio ufficio e questo, più che un dovere è un piacere.
Cordialmente
Gaetano Martini

Ayres de tango: concerto in aula magna


Il 16 febbraio, nel corso dell’assemblea studentesca dedicata al carnevale, gli allievi del Master class di musica argentina, Ayres de tango, che si è svolto nel Liceo dal 12 al 15 febbraio, terranno il concerto finale del corso nell’aula magna Francesco Alviti, alle ore 10.

Info e foto qui

ayres-de-tango-a-carnevale-il-concerto-finale

Nuovo orario


Da lunedì 15 febbraio, in vigore il nuovo orario delle lezioni, qui

Orario completo 15 febbraio

In 70, per aiutare i compagni


Hanno dato al disponibilità in 70, delle classi IV e V, per aiutare i loro compagni più piccoli in difficoltà. Sotto la guida degli insegnanti saranno i tutores dei loro amici di prima e seconda per matematica e latino. Così il Liceo Scientifico di Ceccano, insieme alla flessibilità dell’orario, allo sportello per il recupero personalizzato degli apprendimenti, ai tradizionali corsi, offre da questi giorni una nuova, imnportante opportunità per gli allievi che si trovano in difficoltà. Al termine delle lezioni, gli studenti più grandi e più preparati, selezionati dai loro insegnanti e secondo un calendario prefissato si mettono a disposizione dei compagni delle classi inferiori per aiutarli a capire meglio il latino e la matematica. Il Liceo aveva sempre offerto le sue aule agli studenti che avessero chiesto di rimanere oltre l’orario delle lezioni per fare assieme i compiti e per gruppi di studio. I ragazzi si prenotano in maniera simile a quella dello sportello.

Ora, questa attività spontanea è stata organizzata, sotto la guida della prof.ssa Di Salvatore, responsabile dei servizi di recupero e potenziamento del Liceo fabraterno, con la collaborazione della prof.ssa Marro. “I tutores” ci ha detto la prof.ssa Di Salvatore “non soltanto aiutano i loro compagni, qualche volta riuscendo a smuovere le corde giuste dell’apprendimento, ma rinforzano ulteriormente sé stessi mettendosi alla prova nello spiegare e nell’argomentare i diversi moduli attorno ai quali si articola il progetto di intervento”. A questo si aggiunge inoltre l’alto valore solidale della scelta effettuata da un numero tanto consistente di ragazzi che così dimostrano di essere disposti a dare il proprio tempo libero in favore dei compagni.