Te la racconto io… per iscritto


Dopo i consigli in diretta per capire meglio l’università, ecco quelli per iscritto di Giulia Giovannone, Stefano Testani, Mattia Santandrea, Giovanni Proietta

giulia giovannoneGiulia Giovannone Mi dispiace molto per l’assenza, ma ho esami in corso! Credo che per frequentare bene un qualsiasi corso di laurea non bisogna assolutamente ridursi a scegliere all’ultimo momento. Piuttosto prendersi già da ora una mezzoretta o due per riflettere da soli, o anche con l’aiuto di qualcuno, possibilmente una persona obiettiva che non tenti di imporvi la propria posizione, ma vi lasci ragionare in autonomia. Autonomia è la parola magica da interiorizzare, che non significa “faccio quello che mi pare”, piuttosto imparare ad affrontare da soli le situazioni con responsabilità e l’onestà intellettuale di riconoscere i propri pregi, ma anche, e soprattutto, i propri limiti. Dico di “imparare” ad essere autonomi perché al liceo potete sentirvi liberi ed indipendenti quanto vi pare, ma di fatto c’è sempre qualcuno che prepara le cose per voi, vi impone degli orari, vi impone di studiare quello che non vi piace. Tutto questo all’università non esiste, potete trovare orari scomodi ma essere felici perché sentite che ne vale la pena, se poi il corso è noioso e non appagante non potete dare la colpa a nessuno, lo avete scelto voi! Per cui assolutamente informatevi ragazzi, informatevi prima sulle materie, sugli sbocchi di ciascuna facoltà (perché l’università serve a lavorare, altrimenti è una perdita di tempo, a meno che il lavoro non lo abbiate già e studiate solo per il piacere di farlo). Come molti altri hanno detto, scegliete quello che vi piace, ma soprattutto che vi permetterà di fare qualcosa che vi piace. Siete giovani per pensare al vostro futuro, lo capisco (lo sono anche io!!!), però cominciate a fissare nella mente la vostra piccola stella cometa da seguire : col tempo crescerà, si modellerà, potrebbe perfino capovolgersi, però solo il fatto che esiste vi renderà il percorso più interessante e ispirante e vi darà l’impulso giusto per affrontare tutte le difficoltà che (ahimé di sicuro) incontrerete, perché niente è facile!! In bocca al lupo a tutti!!testani

Stefano Testani io, nel mio piccolo, posso solo dirvi: FATE QUELLO CHE PIù VI APPASSIONA, non pensate a “faccio l’ingegnere, perché si trova più lavoro” immaginate poi di diventare ingeneri e di essere costretti ad alzarvi alle 5 di mattina per andare a fare un lavoro che non vi piace!? (non è bello)
santandrea
Mattia Santandrea secondo me la cosa da non fare assolutamente è dar credito ai luoghi comuni, ( quello li è difficile, li ci sono raccomandati, con questa laurea non troverò mai lavoro ecc. ecc.), la cosa da fare assolutamente è rimboccarsi le maniche e cercare di capire la cosa per cui siamo portati, può capitare di entrare in una strada chiusa, l’importante è capirlo e tornare indietro

Giovanni Proietta Mi presento brevemente per il poco che serve a introdurre il mio racconto. Mi chiamo Giovanni Proietta e sono un ex studente liceale da poco laureato nel Corso di Laurea triennale in “Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali” presso l’Università “LUISS Guido Carli” di Roma con una tesi sull’emigrazione italiana negli Stati Uniti di inizio 900’.
Fate assolutamente i conti con il fatto che l’università per prima cosa è un impegno a tempo pieno o quasi. Nulla di paragonabile con il Liceo, in tutti i sensi. Ricordate, poi, che si tratta di un traguardo a lungo proiettatermine, un pizzico di sana abnegazione (parolaccia?) insomma non guasta. Avrete tempo per disperarvi, per gioire e spesso sarete tentati dal voler mollare tutto per cui munitevi di una buona dose motivazionale altrimenti sarete presto knock out. E’ forse questo il punto più importante, non fatevi traviare dai consigli della nuova economia popolare che ci vuole tutti impegnati in una particolare professione, sappiate scegliere con coscienza. Il vostro futuro può essere un orizzonte piacevole ma difficile da raggiungere e quando vi troverete da soli ad affrontare nuovi problemi (perché di questo si tratta) non ci sarà Adam Smith che tenga. Si aggiunga che la crisi economica imperante agisce da comoda livella tarpando le ali anche degli aspiranti più solidi purtroppo anche se dire ciò non riassuume correttamente il mio pensiero. Questo, infatti, non vuole essere un invito smielato a seguire i vostri sogni. Siate realisti. Finito il Liceo partite da un certo punto per arrivare altrove. Siete voi a decidere la meta e sarete poco intelligenti se gli obiettivi saranno estemporanei. Faccio sempre questo esempio quando qualcuno mi chiede un consiglio su come scegliere cosa fare dopo il diploma. Pare aiuti a chiarire le idee. L’esempio sono io. Ho qualche passione di troppo e per me scegliere non è stato facile ma nell’arco delle cose per cui vale la pena vivere secondo me ci sono temi quali il teatro, la musica, il disegno ecc. Ecco, se io mi fossi iscritto alla Royal Accademy of Dance avrei peccato di irrealismo. Avere una passione infatti vuol dire pensare anche alle proprie “probabilità” espressive all’interno di una specifica disciplina. Per lo stesso motivo non avrei mai potuto fare Giurisprudenza (come ho scoperto, poi a contatto del diritto). Non so se mi sono spiegato.
Vi auguro di trovare la strada (anche io sono ancora in cerca). Vi assicuro che non è cosa facile. Ricordatevi che sbagliare non è –questa no- una parolaccia. L’importante sarà trovarvi sempre in un processo tremendamente dialettico. Avete presente la zattera della Medusa. Buona fortuna!

Pubblicato il 8 gennaio 2013, in Studenti con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: