Archivi Blog

Raccolta alimentare, la Caritas chiede aiuto


raccoltaLa caritas diocesana di Frosinone chiede aiuto a volontari per la raccolta alimentare di sabato 5 aprile. Chi fosse interessato a dare un po’ del proprio tempo a chi è in difficoltà può contattare direttamente le parrocchie. Ecco il comunicato della Caritas:

Si terrà sabato 5 aprile, a pochi giorni dalla santa Pasqua, la raccolta alimentare in molti centri della Diocesi: a Frosinone, Ferentino, Veroli, Boville Ernica, Monte San Giovanni Campano, Castro dei Volsci, Ripi, Torrice, Pofi, Ceccano, Amaseno, Patrica. Tanti i volontari della Caritas, delle parrocchie e delle Associazioni che si ritroveranno davanti ai supermercati e ai negozi di alimentari per sensibilizzare tutti al dono per le persone e le famiglie in grave difficoltà che vengono quotidianamente sostenute dalle Parrocchie e dalle Associazioni del nostro territorio. L’iniziativa fortemente voluta dal Vescovo, Mons. Ambrogio Spreafico, è una occasione per molti di prestare la propria opera volontaria al servizio dei più poveri e per tutti di condividere il tanto o poco che ognuno può con chi non riesce nemmeno a soddisfare i bisogni primari di cibo. I viveri raccolti rimarranno a disposizione di ogni parrocchia che partecipa e che li distribuirà alle famiglie del proprio territorio di riferimento: questa iniziativa a “chilometri zero” permette di abbattere i costi di trasporto e stoccaggio ed avere una relazione personale diretta con le famiglie destinatarie.

Il male, dramma della condizione umana: al Liceo, mons. Spreafico intervistato da Alessio Porcu


Dio sfida Giobbe Il male e il non senso, l’uomo colpito dal dolore e la ribellione contro Dio, la protesta del giusto che soffre in maniera inspiegabile, la sofferenza dei giovani, l’ingiustizia: ecco alcuni dei temi sui quali mercoledì 12 marzo alle ore 11, nell’aula magna Francesco Alviti, il direttore di Tele Universo, Alessio Porcu, intervisterà il vescovo Ambrogio Spreafico, nellambito dell’iniziativa Incontro con l’autore. Davanti ai ragazzi delle classi V, Porcu presenterà il libro di mons. Spreafico, Dio sfida Giobbe, edito da Urbaniana University Press. Dopo l’intervista, la parola passerà ai ragazzi che in questi giorni si sono confrontati sulle tematiche del bene e del male, e liberamente porranno le questioni che si avvicinano di più alla loro età: il perché della sofferenza, della morte dei giovani, degli incidenti stradali…

Il Libro di Giobbe è probabilmente uno dei più affascinanti e trascinanti episodi dell’Antico Testamento; vi si narrano le vicende di Giobbe, colui che sopporta le avversità, che ha messo alla prova la sua pazienza, la sua forza e la sua fede davanti alla giustizia di Dio. Giobbe è divenuto nella tradizione anche sinonimo di “giusto”, nonché di “saggio” (non a caso i cristiani ambrogio_spreafico-1hanno inserito il Libro tra quelli “sapienziali” del Vecchio Testamento); persino la religione islamica riconosce nel Corano il profilo nobile ed eroico del grande profeta, che ha subito le tentazioni e le prove di Satana riuscendo a reagire e sopportando la perdita dei suoi beni e dei suoi cari. Figura tipica dell’immaginario occidentale che incarna colui che riesce a sopportare le infamie della vita, senza rinnegare Dio, il Libro di Giobbe anche a distanza di millenni andrebbe riletto con attenzione, non solo per la vertiginosa portata di tematiche teologiche e morali che esso contiene, ma anche per l’indiscutibile bellezza di alcune pagine, che riescono ad essere persino poetiche, e che toccano le corde dell’anima anche oggi per la loro autenticità e sensibilità.