Archivi Blog

Affamati


Alessia Cristofanilli, della III B, commenta l’interessantissima assemblea degli studenti di venerdì 28 novembre al teatro Antares, dove gli allievi si sono confrontati con 3 rifugiati ospiti della Caritas Diocesana, un giovane studente in legge del Mali, una donna eritrea con l’obiettivo di andare a lavorare in Inghilterra, un giovane afgano scappato perché i talebani volevano ucciderlo se fosse andato ancora a scuola.

Scappati dalla morte, dalla fame, dalla guerra. Gli odori e i suoni dei loro Paesi natali violentemente impressi nella mente, marchiati a fuoco, tristemente soffocati e sostituiti dal colore del sangue, dall’odore acre della polvere da sparo e dalle urla. Questi sono i tre macabri compagni di viaggio che accompagnano nella fuga dall’orrore, onnipresenti città dopo città, camion dopo camion, gente che muore e donne che piangono. Non si sa se oggi mangerai, riuscirai a scampare ai pericoli, se riuscirai a dormire qualche ora senza incubi costanti, se riuscirai a vivere per vedere l’alba del giorno seguente. Non è detto che tutto ció porti i suoi frutti, non è detto che riuscirai ad arrivare dall’altra parte, non è detto che tutti i sacrifici enormi che stai compiendo riusciranno a farti ricostruire una vita. Non è detto che riuscirai ad aiutare la tua famiglia e a rivederla un giorno. Oggi abbiamo incontrato tre persone che ce l’hanno fatta. Leggi il resto di questa voce

Raccolta alimentare, la Caritas chiede aiuto


raccoltaLa caritas diocesana di Frosinone chiede aiuto a volontari per la raccolta alimentare di sabato 5 aprile. Chi fosse interessato a dare un po’ del proprio tempo a chi è in difficoltà può contattare direttamente le parrocchie. Ecco il comunicato della Caritas:

Si terrà sabato 5 aprile, a pochi giorni dalla santa Pasqua, la raccolta alimentare in molti centri della Diocesi: a Frosinone, Ferentino, Veroli, Boville Ernica, Monte San Giovanni Campano, Castro dei Volsci, Ripi, Torrice, Pofi, Ceccano, Amaseno, Patrica. Tanti i volontari della Caritas, delle parrocchie e delle Associazioni che si ritroveranno davanti ai supermercati e ai negozi di alimentari per sensibilizzare tutti al dono per le persone e le famiglie in grave difficoltà che vengono quotidianamente sostenute dalle Parrocchie e dalle Associazioni del nostro territorio. L’iniziativa fortemente voluta dal Vescovo, Mons. Ambrogio Spreafico, è una occasione per molti di prestare la propria opera volontaria al servizio dei più poveri e per tutti di condividere il tanto o poco che ognuno può con chi non riesce nemmeno a soddisfare i bisogni primari di cibo. I viveri raccolti rimarranno a disposizione di ogni parrocchia che partecipa e che li distribuirà alle famiglie del proprio territorio di riferimento: questa iniziativa a “chilometri zero” permette di abbattere i costi di trasporto e stoccaggio ed avere una relazione personale diretta con le famiglie destinatarie.