Archivi Blog

Essere giovani oggi, mons. Spreafico incontra i ragazzi di Ceccano


Gli aveva mandato un saluto all’inizio dell’anno per augurare loro un anno scolastico pieno di soddisfazioni e di crescita umana. Aveva scritto di impegno e di responsabilità. LI aveva invitati ad un dialogo libero e sincero: si aspettava qualche risposta, ne ha ricevute migliaia. 

E così, mons. Spreafico sta incontrando i giovani delle scuole per dialogare con loro proprio su cosa significa essere giovani in questa nostra Italia del 2012, quali problemi, quali ansie, ma anche quante belle testimonianze, quanta solidarietà, quanta gioia di vivere nelle esperienze dei giovani, unica speranza di un reale cambiamento del Paese.

Venerdì 18 maggio, alle ore 9,30, mons. Spreafico incontrerà 500 giovani di Ceccano e dei paesi viciniori: sono gli allievi del Liceo, dell’Itc e dell’Istituto alberghiero che al teatro Antares si confronteranno con il vescovo di Frosinone in quel confronto franco e sincero che proprio mons. Spreafico ha chiesto loro. L’iniziativa è curata dall’Ufficio Scuola della Diocesi di Frosinone: mons. Spreafico ha già incontrato i giovani di Frosinone e Veroli. Sicuramente tra i temi che egli tratterà a Ceccano ci sarà quello della morte del giovane Elis Lushi, precipitato dal 6 piano proprio nel palazzo prospiciente il teatro Antares, quasi a segnare simbolicamente con la sua tragicità, la difficoltà della vita dei giovani oggi. 

Pubblicità