Archivi Blog

Sirio, ripartono i corsi


Con Sirio 35 mm ripartono da giovedì 9 gennaio i corsi aggiuntivi di approfondimento tenuti dagli amici dell’Associazione Sirio, ex allievi del Liceo e loro amici, che hanno messo insieme le loro forze e competenze per sostenere le attisirio with googlevità della nostra scuola anche in questi momenti di poca disponibilità finanziaria. Dopo il corso sul cinema, venerdì sarà la volta di La nuvola parlante 2.0, mentre il venerdì successivo partirà Sirio Tech 2.0. I tre corsi sono aperti a tutti gli studenti e richiedono soltanto un piccolo contributo di iscrizione. Eccone in dettaglio i contenuti:

Sirio 35mm si occuperà di:  Storia e cultura cinematografica,  Traduzione e sottotitolaggio inglese italiano, con un laboratorio di montaggio audiovideo. Si terrà ogni giovedì, dalle ore 14 alle 16,30
La nuvola parlante 2.0 propone invece – Tecnica fumettistica,  Sceneggiatura,  Grafica applicata al  fumetto e si svolgerà il venerdì dalla 14 alle 16,30.

Sirio tech 2.0 proporrà : Tecniche di webmaster, Grafica pubblicitaria e applicata a siti internet, sempre il venerdì, dalle 14 alle 16,30.

L’associazione Sirio ha tenuto corsi d’approfondimento molto frequentati durante la settimana di pausa didattica, oltre ad aiutare il Liceo nella gestione della Google apps for education

Qui il loro sito https://sites.google.com/site/assocsirio/home

Il mundial dimenticato


Forse non tutti sanno che nel 1942, quando infuriava la Seconda guerra mondiale, quando Stalingrado veniva contesa tra russi e nazisti, si svolse in un altro angolo del mondo un campionato di calcio. Non uno qualunque: la Coppa del mondo, la coppa Jules Rimet. Dopo quelle del 1934 e del 1938, vinte dall’Italia. Un campionato del mondo che si svolse in Patagonia, in fondo all’Argentina. E a cui parteciparono Italia, Germania, Cile.

E’ una storia dimenticata, una storia che viene ricostruita dal regista fiorentino Filippo Macelloni e dal pisano Lorenzo Garzella, in un film che è stato presentato alla Mostra del cinema di Venezia. Il film si chiama “Il Mundial dimenticato. La vera incredibile storia dei Mondiali di Patagonia del 1942”. Dura un’ora e mezza. Un’ora e mezza di documenti, testimonianze, rari filmati dell’epoca.

Perché ci fu un cineoperatore che riprese le partite di quel Mondiale. E Macelloni e Garzella sono riusciti a ritrovare quei filmati. E su quella storia leggendaria intervistano campioni di ieri e di oggi: c’è anche la testimonianza di Roberto Baggio. Il campione più geniale del calcio degli anni ’90 racconta che cosa ha sentito dire di questa storia leggendaria. E con lui, vengono intervistati Gary Lineker, l’ex presidente della Fifa Joao Havelange, il campione di calcio e poi dirigente del Real Madrid Jorge Valdano. Vengono intervistate persone che ricordano qualcosa, e alla fine viene scovato uno dei superstiti di quella storia: uno dei calciatori della rappresentativa italiana, oggi ottantenne. Ma vispo. E pronto a raccontare la sua storia.

Il film prosegue, con cinegiornali d’epoca, con sequenze inedite degli archivi di Cinecittà Luce, con fotografie, diari privati, e anche con le immagini di alcuni gol. E di risse che si scatenarono in campo. Di rigori parati. Di azioni bellissime, come una specie di “colpo dello scorpione” fatto non da un portiere, come Higuita fece ai Mondiali, ma da un centravanti, per segnare.

Possibile che nessuno ne abbia mai sentito parlare?

E proprio i due registi, Marcelloni e Garzella, ripetutamente premiati in una serie di festival a partire dalla Mostra del Cinema a Venezia, saranno venerdì 27 aprile, Liceo, per parlarne con gli studenti, dopo la proiezione del film. l’iniziativa è inserita nell’ambito del Progetto Pindarus, per la promozione della cultura sportiva tra i giovani.