Archivi Blog

Sirio, ripartono i corsi


Con Sirio 35 mm ripartono da giovedì 9 gennaio i corsi aggiuntivi di approfondimento tenuti dagli amici dell’Associazione Sirio, ex allievi del Liceo e loro amici, che hanno messo insieme le loro forze e competenze per sostenere le attisirio with googlevità della nostra scuola anche in questi momenti di poca disponibilità finanziaria. Dopo il corso sul cinema, venerdì sarà la volta di La nuvola parlante 2.0, mentre il venerdì successivo partirà Sirio Tech 2.0. I tre corsi sono aperti a tutti gli studenti e richiedono soltanto un piccolo contributo di iscrizione. Eccone in dettaglio i contenuti:

Sirio 35mm si occuperà di:  Storia e cultura cinematografica,  Traduzione e sottotitolaggio inglese italiano, con un laboratorio di montaggio audiovideo. Si terrà ogni giovedì, dalle ore 14 alle 16,30
La nuvola parlante 2.0 propone invece – Tecnica fumettistica,  Sceneggiatura,  Grafica applicata al  fumetto e si svolgerà il venerdì dalla 14 alle 16,30.

Sirio tech 2.0 proporrà : Tecniche di webmaster, Grafica pubblicitaria e applicata a siti internet, sempre il venerdì, dalle 14 alle 16,30.

L’associazione Sirio ha tenuto corsi d’approfondimento molto frequentati durante la settimana di pausa didattica, oltre ad aiutare il Liceo nella gestione della Google apps for education

Qui il loro sito https://sites.google.com/site/assocsirio/home

Il fumetto e i siti web, altri due corsi al Liceo e un altro premio per l’informatica


cl@2Altri due corsi si aggiungono alle attività integrative: imparare a disegnare fumetti e diventare abili con le pagine web. Li terranno i volontari dell’Associazione Culturale Sirio, in gran parte, alunni ed sx alunni del Liceo, che si sono proposti per sostenere l’offerta formativa dell’Istituto liceale fabraterno. Proprio da queste esperienze aggiuntive possono nascere interessi e vocazioni: stimolano infatti quei talenti che spesso rimangono nascosti perché al di fuori delle consuete discipline scolastiche. Il corso di fumetto ha come obiettivo quello di sviluppare una coscienza comunicativa sia grafica che letteraria sensibilizzando lo stesso ai problemi sociali e culturali dell’epoca in cui ci troviamo immersi. Sarà possibile inserire, all’interno del progetto, un contesto territoriale con realizzazione di alcune strisce fumettistiche atte a recuperare la tradizione dialettale del nostro paese.

Quello di informatica invece prevede un’introduzione ai linguaggi di programmazione, per parlare con le macchine, alcuni principi base per la realizzazione e l’analisi dei circuiti e l’utilizzo DSCF0665 (1)di componenti. Ci sarà poi  una parte dedicata a conoscere il mondo dell’elettronica e i principi base. Si passerà quindi a scoprire come sono fatti i computer dal modello di riferimento di Von Neumann all’analisi dell’hardware, ai sistemi operativi. I ragazzi impareranno anche ad assemblare un computer. sarà anche possibile ricondizionare vecchi computer ormai in disuso e conoscere Arduino, il computer da pochi euro, costruendo anche uno strumento musicale proprio con questo rivoluzionario computer per unire creatività e tecnologia. Intanto, un altro premio per l’informatica si aggiunge al già ricco palmarès del Liceo: Paride Spinelli, della I A, ha infatti vinto il premio Castoro a Cassino: si tratta di una competizione internazionale sulle competenze digitale degli allievi, nellambito del Kangarou, un piano per incrementare la cultura digitale fra le giovani generazioni: ringrazio la scuola ed il 20121019_111646Prof. Bartolini  – ci ha detto Paride – che mi hanno dato la possibilità di partecipare al progetto Castoro, che ho trovato davvero molto interessante, a parte la soddisfazione per il risultato raggiunto.Nella cerimonia di premiazione si è parlato di come le competenze digitali siano importanti al giorno d’oggi, della diffusione del progetto stesso in Italia e nel resto del mondo, il quale dà l’opportunità anche ad istituti minori di partecipare a competizioni di maggiore rilievo. Mi auguro che il Liceo Scientifico di Ceccano, negli anni a venire, possa partecipare in modo più ampio a questo progetto.

Qualche mese fa il Liceo è stato finalista, insieme ad altre 11 scuole nel mondo, del  Global Junior Challenge, premio internazionale per l’innovazione tecnologica nella didattica, la cui cerimonia finale si è svolta in Campidoglio.