Archivi Blog

Bandiera e Inno, per ben cominciare


Il saluto alla Bandiera Tricolore e l’Inno degli Italiani hanno suggellato il nuovo anno scolastico al Liceo di Ceccano: alle 10,25, la Preside Senese, i docenti , i 750 alunni del Liceo, il personale tutto si sono ritrovati nel  cortile per la semplige ma bella cerimonia dell’inaugurazione dell’anno scolastico: il grido di In bocca al lupo rivolto a tutti i ragazzi ha concluso l’esecuzione dell’Inno Nazionale, mentre una grande bandiera tricolore veniva spiegata sulla facciata del Liceo

Quest’anno si prospetta molto interessante per l’istituto fabraterno: sono partite due nuove sperimentazioni del Liceo scientifico, una sportiva e una musicale, mentre  alunni, prof e personale avranno uno specifico account Google, con estensione @liceoceccano.com con migliaia di app scaricabili gratuitamente, al Liceo linguistico 4 classi sono 2.0, sperimentano cioè le nuove tecnologie come elemento ordinario del fare scuola e tante altre novità che man mano verranno rese note.

La cerimonia di inaugurazione è proseguita poi nell’aulamagna con la celebrazione del 50° anniversario di I have a dream, il grande discorso pronunciato da Martin Luther King al Lincoln memorial di Washington. La manifestazione è stata curata dal dipartimento di storia.

Qui le foto della mattinata Cerimonia inaugurazione

DSC_0009

Siate delle brave persone, assumete la legalità come un’abitudine


queCosì il  Questore di Frosinone, Giuseppe De Matteis, si è rivolto stamane agli studenti delle V classi del Liceo: la legalità, ha detto, dipende da ciascuno di noi. Certo abbiamo esempi terribili attorno a noi, esempi che ci vengono da chi invece dovrebbe rispecchiare per la propria onestà,  ma dobbiamo essere capaci di comprendere i valori che stanno alla base della legalità: innanzitutto il rispetto per la vita di ciascuna persona, la volontà di volerci aiutare vicendevolmente, la disponibilità a mettere le proprie capacità a servizio degli altri.

L’incontro si è svolto nell’Aula Magna Francesco Alviti  ed è stato interessante ed animato: il Questore era stato accolto nell’atrio del Liceo dall’Inno Nazionale, eseguito dalla Orchestra e dal Coro del Liceo, e dai gonfaloni che ricordano gli antichi splendori della Contea dei de Ceccano e del card. Annibaldo cui è dedicato il tradizionale corteo storico.

La preside, Concetta Senese, l’ha quindi salutato nell’Aula Magna Francesco Alviti, dove il Questore si è potuto confrontare con circa 150que3 allievi delle classi V. Il dibattito è stato molto interessante: ha consentito al Questore e ai suoi più direttori collaboratori di chiarire gli aspetti del lavoro che la polizia svolge ogni giorno a servizio dei cittadini, i problemi che possono esserci nel momento in cui qualcuno dei poliziotti possa non fare il proprio dovere, il rapporto tra la cultura dominante e la criminalità organizzata. Invece che stare nei nostri uffici o nelle strade ad arrestare delinquenti –  ha detto il questore ai ragazzi del Liceo di Ceccano – siamo qui a discutere con voi: in realtà stiamo facendo la stessa cosa, stiamo formando quella mentalità che sola ci può dare la possibilità di vincere la criminalità. Come ha affermato un ex allieva del liceo, oggi giudice, la legalità è una specie di DNA della nostra vita.

De Matteis ha anche invitato i ragazzi ad avere rispetto della propria vita e di quella degli altri, rendendosi conto che dalle proprie azioni possono scaturire danni molto gravi per la vita delle persone.

que2La preside Senese ha concluso il dibattito sollecitando tutti ad essere gratri alla Polizia per il lavoro che quotidianamente svolge in difesa della qualità della nostra vita. All’incontro ha partecipato anche il sindaco di Ceccano, l’avv. Manuela Maliziola che ha voluto portare il saluto della città all’illustre ospite e l’assicurazione di una attiva collaborazione fra le diverse istituzioni.

Qui le altre foto della bellissima giornata al Liceo a cura di Emanuela Lo Scalzo Il Questore al Liceo