Studiare per gli esami, consigli


Sempre da Pierluigi Fratarcangeli, alcune dritte per studiare prima dell’esame: consigli sul metodo e sull’ultimo ripasso.

Naturalmente di tecniche e consigli da dare per una buona preparazione di un esame ce ne sarebbero a bizzeffe, e su questo sito mano a mano li affronteremo tutti. Qui, però, mi limito a considerare l’importanza del ripasso nei giorni precedenti all’esame; anzi, forse è meglio dire il ripasso del giorno prima o di due giorni prima, perché il ripasso finale non può avvenire troppo tempo prima dell’esame poiché rischierebbe di perdere la sua efficacia.
Ciascuno, nei giorni precedenti all’esame, si darà dei tempi per affrontare la mole di studio che gli viene richiesto. Vi sono studenti che distribuiscono le pagine del manuale in base a quanto tempo hanno a disposizione per prepararsi (Es. 1000 pagine x10 giorni di tempo = 100 pagine al giorno).
Accade, però, che al termine dello studio del manuale abbiano letto, sottolineato, magari abbiano anche ripetuto una volta ad alta voce ma… il giorno prima dell’esame non ricordano nulla, e non hanno più tempo per ripassare! Esito? Negativo, naturalmente!
Per preparare bene un esame è necessaria, invece, la ricorsività negli argomenti di studio.
Cosa vuol dire questa parolaccia? Vuol dire che è opportuno ritornare più volte sull’argomento di studio, per consolidarlo, padroneggiarlo, per collegarlo con altri argomenti e, prima dell’esame, per avere un quadro d’insieme sull’argomento.
Quest’ultimo punto è di grandissima importanza.
L’errore più diffuso dello studente che non ottiene risultati sta soprattutto in questo: dare poca importanza – o non riuscire – ad una visione d’insieme dell’argomento che ha studiato; lo studente in questo caso ricorda porzioni, frammenti dell’argomento globale, ma non l’argomento nella sua totalità.
Questa eccessiva frammentazione nello studio porta a delle pessime conseguenze:
– Demotivare lo studente che percepisce se stesso come poco competente in quanto non padrone della materia.
– Incapacità nel fare collegamenti tra argomenti diversi della stessa disciplina o tra discipline diverse; la capacità di collegare, di stabilire relazioni tra concetti e argomenti, è una delle chiavi necessarie perché ci siano apprendimenti significativi.
– Difficoltà nel memorizzare. Si tiene a mente con più facilità nella misura in cui i contenuti hanno un senso e una distribuzione razionale nei significati. Se ho pezzi sparsi qua e là senza legami, la memorizzazione sarà più difficile perché il contenuto avrà poco o nessun senso.

Pubblicato il 6 giugno 2012, in Studenti con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: