Archivi Blog

Otto magnifici 100


Questa presentazione richiede JavaScript.

Ennio Ferrarelli, V A, Alessandra Masi, V B, con la lode, Luca Di Stefano, V E, Marta Palombi, V E con la lode, Rebecca Penna, V F  con la lode, Alessandro Simoni, V F, Annalisa Taraborelli, V G, con la lode, e Vanessa Santodonato, V G, con la lode sono la punta di diamante dei diplomati al nostro Liceo. Hanno avuto la votazione massima, 5 addirittura con la lode, a testimonianza di un percorso di studi che li ha preparati ad affrontare le prossime importanti tappe della loro vita.

Molti di loro, insieme a tanti altri compagni delle classi V, hanno contribuito in questi anni a rendere vivo il Liceo e a farne perbenfinuna vera famiglia, con l’impegno nel gruppo dei tutores, nelle diverse manifestazioni, nello sport, nella musica ed in tanti altri momenti della vita della nostra scuola. A loro e a tutti gli studenti che si sono diplomati, la Comunità Educante del Liceo di Ceccano dichiara di essere fiera di averli avuti come allievi ed augura una vita felice e ricca di soddisfazioni e di saper affrontare le difficoltà che inevitabilmente incontreranno, come sono stati in grado di misurarsi con il primo serio esame della loro vita.

A tutti, nel momento in cui si preparano a lasciare il Liceo e a intraprendere l’avventuroso viaggio dell’esistenza, la Comunità del Liceo dedica Itaca,  una poesia di Constantino Kavanlis

Quando ti metterai in viaggio per Itaca mayprom1
devi augurarti che la strada sia lunga, 
fertile in avventure e in esperienze. 
I Lestrigoni e i Ciclopi 
o la furia di Nettuno non temere, 
non sarà questo il genere di incontri 
se il pensiero resta alto e un sentimento 
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo. 
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo, 
nè nell’irato Nettuno incapperai 
se non li porti dentro 
se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga. tal
Che i mattini d’estate siano tanti 
quando nei porti – finalmente e con che gioia – 
toccherai terra tu per la prima volta: 
negli empori fenici indugia e acquista 
madreperle coralli ebano e ambre 
tutta merce fina, anche profumi 
penetranti d’ogni sorta; più profumi inebrianti che puoi, 
va in molte città egizie 
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca – 
raggiungerla sia il pensiero costante. 
Soprattutto, non affrettare il viaggio; 
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio 
metta piede sull’isola, tu, ricco 
dei tesori accumulati per strada 
senza aspettarti ricchezze da Itaca. 
Itaca ti ha dato il bel viaggio, 
senza di lei mai ti saresti messo 
sulla strada: che cos’altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso. 
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso 
già tu avrai capito ciò che Itaca vuole significare.

Annunci

Esami, la prova di Italiano


Ecco i testi ufficiali della prova di Italiano

http://www.istruzione.it/esame_di_stato/Secondo_Ciclo/tracce_prove_scritte/2015/allegati/P000.pdf

e qui le foto prima della prova

In bocca al lupo!


qui le altre foto della Notte prima degli esami

Esami di Stato, le materie


Il ministero ha reso note le materie che saranno oggetto delle prove scritte degli esami di stato e quelle affidate ai commissari esterni.

Per lo scientifico le prove scritte saranno Italiano (interno) – Matematica (esterno); gli altri commissari esterni saranno per Filosofia e Inglese.

Per il linguistico le prove scritte Italiano (interno) – Lingua straniera 1 (esterno); gli altri commissari esterni saranno Lingua Straniera 2 e Filosofia

 

Orientamento universitario, iscrizione ai corsi di formazione


orientamento2Il Liceo organizza due corsi di orientamento universitario cui potranno iscriversi liberamente gli studenti. Sii l’artefice del tuo futuro – crea la vita che sogni” è il titolo del primo corso che ha come scopo quello di individuare attitudini ed inclinazioni. Il secondo ha come obiettivo invece la preparazione ai test di ingresso nelle diverse università e si suddivide in un modulo di logica e cultura generale, uno di biologia e chimica, uno di matematica e fisica ed uno di lingue straniere. Per partecipare è sufficiente compilare on line il seguente modulo:

Modulo Orientamento Universitario

Il Liceo alla Notte dei Ricercatori, secondo Sofia


di Sofia Ferracci

frascatiscUna full-immersion nel mondo della ricerca: è questa la sintesi migliore che si possa fare della Notte Europea dei Ricercatori, tenutasi a Frascati lo scorso 26 settembre. Una giornata all’insegna della scienza e della ricerca, a diretto contatto con chi lavora e dedica la sua vita a tutto questo. Noi studenti del Liceo di Ceccano abbiamo avuto l’opportunità di prenderne parte da protagonisti grazie al Piano Lauree Scientifiche svolto con l’Università di Roma Tor Vergata, che ci ha permesso di entrare nei laboratori di ricerca dove gli astrobiologi —scienziati che si occupano dello studio della vita al di fuori della Terra— studiano i cianobatteri, organismi estremamente resistenti che potrebbero sopravvivere in ambiente spaziale o marziano.
E quale occasione migliore per presentare il lavoro svolto durante il PLS se non la Notte Europea dei Ricercatori!
Ovviamente, non ci siamo limitati a mostrare ciò che abbiamo fatto e dopo aver illustrato il lavoro prodotto dalle nostre visite in laboratorio, abbiamo gironzolato in una Frascati dalle vie che odoravano di scienza e di ricerca: antropologia, chimica, frascatisc2economia, la prima cosa che abbiamo colto da questa giornata è che la ricerca non conosce confini e abbraccia tutte le discipline dove ci sono persone curiose di conoscere qualcosa di nuovo e ancora da scoprire.
Ma sicuramente l’evento clou della giornata è stato l’incontro con Paolo Nespoli presso l’Istituto di Ricerca Spaziale Europea ESA (ESRIN).

Non capita tutti i giorni di incontrare un uomo che è stato nello spazio, e questo probabilmente è già abbastanza emozionante di per sé, ma ancora più potenti sono state le parole del simpaticissimo astronauta, che racchiude in lui il senso e il fine ultimo della ricerca: sfidare i propri limiti, andare oltre, essere curiosi. Nel raccontare il proprio affascinante mestiere, Nespoli non ha tralasciato nessun dettaglio, spiegando accuratamente come lavora un astronauta, in che modo il corpo reagisce alla vita sullo spazio e innumerevoli altre cose. Ma è proprio la curiosità, quello sfidare i limiti a cui accennavamo sopra, che incita l’uomo a continuare ad andare nello spazio, a cercare ostinatamente cosa ci sia nell’infinità dell’universo, inseguendo “virtù e canoscenza” -citando Alighieri, per rimanere in tema di amanti del cielo e delle stelle- E la cosa più importante che ho capito da questa #ERN è che la ricerca in Italia non può essere trattata come un bene superfluo su cui andare sempre a tagliare, perché un Paese che non investe nella sua voglia di conoscere è un Paese che non vive, sopravvive.

qui le altre foto Frascati Scienza

Esami di Stato, convocazioni terza prova e calendari


CONVOCAZIONE TERZA PROVA SCRITTA V A e V C

Convocazione III prova V D – V F

CONVOCAZIONE III PROVA5E

Diario Colloqui V A V C

diario colloqui V D V F

calendario colloqui 5E

 

 

 

Esami di Stato, le tracce ufficiali della prova di Italiano


Ecco le tracce ufficiali

http://www.istruzione.it/esame_di_stato/Secondo_Ciclo/tracce_prove_scritte/2014/allegati/P000.pdf

Notte prima degli esami


Tutte le quinte e i loro prof a cena insieme a scuola: è il modo per salutarsi nell’allegria e nella serenità  prima di affrontare una prova decisiva per la vita. Appuntamento alle ore 20,30 di martedì 17 giugno,  all’ingresso principale del Liceo. La cena sarà all’aperto.

Programmi delle classi V


Ecco i file

Quinta A            Quinta B              Quinta C

Quinta D            Quinta E              Quinta F

 

Giovedì, simulata per le classi V


Giovedì 8 maggio ci sarà la simulata della I prova d’esame per le classi V. Lavoreranno tutti insieme negli stessi orari, come se fosse davvero l’Esame di Stato. In bocca al lupo.

Esami di Stato, le materie affidate ai commissari esterni


esami-di-statoIl Ministero ha deciso le materie degli Esami di Stato da  affidare ai commissari esterni:

per il Liceo scientifico: italiano, inglese e disegno e storia dell’arte

per il Liceo Linguistico: italiano, matematica e filosofia

In bocca al lupo!

Esami di Stato 2013, i testi ufficiali della I prova di Italiano


Ecco i testi dei temi di italiano per la I prova degli Esami di Stato 2013

prova italiano

Esami di stato i documenti finali


Qui i documenti finali delle classi V che si preparano agli Esami di Stato

https://liceoceccano.com/esami-di-stato-2013/

Esami, prove orali, il calendario V B e V F


Qui il calendario degli orali

calendari orali esami VB_VF

 

 

Esami di Stato, I e II prova


I candidati agli Esami di Stato dell’anno scolastico 2011 – 2012 sono convocati, per le prime due prove scritte, secondo il seguente calendario:

Prova Giorno Orario
Italiano Mercoledì 20 giugno 2012 8,15
Matematica o Lingua giovedì 21 giugno 2012 8,15

Le classi svolgeranno le prove nelle seguenti aule:

 

V A Aula V C
V B Aula IV C
V C Aula Magna
V D Aula I C
V E Aula Magna
V F Aula III C

Gli allievi accederanno alle aule dal cortile inferiore, secondo il seguente ordine:

accesso edificio A: classi V C – V E

accesso edificio B: classi V D – V C – V F – V B

Ciascun candidato dovrà essere munito di valido documento di riconoscimento.

Attenzione!

I candidati sono avvisati che è assolutamente vietato, nei giorni delle prove scritte, portare a scuola telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le apparecchiature in grado di inviare fotografie e immagini), nonché dispositivi a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere, e che, nei confronti di coloro che fossero sorpresi ad utilizzarli è prevista, secondo le norme vigenti in materia di pubblici esami, l’esclusione da tutte le prove.
E’ inoltre vietato l’uso di apparecchiature elettroniche di tipo “palmari” o personal computer portatili di qualsiasi tipo, in grado di collegarsi all’esterno degli edifici scolastici tramite collegamenti “wireless” o alla normale rete telefonica con protocolli UMTS, GPRS o GSM o BLUETOOTH o altro ancora.

Si ricorda inoltre che non è possibile recarsi ai servizi prima di due ore dall’inizio della prova, che sono utilizzabili dizionari, calcolatrici non programmabili, manuali.

In bocca al lupo, ragazzi!

Studiare per gli esami, consigli


Sempre da Pierluigi Fratarcangeli, alcune dritte per studiare prima dell’esame: consigli sul metodo e sull’ultimo ripasso.

Naturalmente di tecniche e consigli da dare per una buona preparazione di un esame ce ne sarebbero a bizzeffe, e su questo sito mano a mano li affronteremo tutti. Qui, però, mi limito a considerare l’importanza del ripasso nei giorni precedenti all’esame; anzi, forse è meglio dire il ripasso del giorno prima o di due giorni prima, perché il ripasso finale non può avvenire troppo tempo prima dell’esame poiché rischierebbe di perdere la sua efficacia.
Ciascuno, nei giorni precedenti all’esame, si darà dei tempi per affrontare la mole di studio che gli viene richiesto. Vi sono studenti che distribuiscono le pagine del manuale in base a quanto tempo hanno a disposizione per prepararsi (Es. 1000 pagine x10 giorni di tempo = 100 pagine al giorno).
Accade, però, che al termine dello studio del manuale abbiano letto, sottolineato, magari abbiano anche ripetuto una volta ad alta voce ma… il giorno prima dell’esame non ricordano nulla, e non hanno più tempo per ripassare! Esito? Negativo, naturalmente!
Per preparare bene un esame è necessaria, invece, la ricorsività negli argomenti di studio.
Cosa vuol dire questa parolaccia? Vuol dire che è opportuno ritornare più volte sull’argomento di studio, per consolidarlo, padroneggiarlo, per collegarlo con altri argomenti e, prima dell’esame, per avere un quadro d’insieme sull’argomento.
Quest’ultimo punto è di grandissima importanza.
L’errore più diffuso dello studente che non ottiene risultati sta soprattutto in questo: dare poca importanza – o non riuscire – ad una visione d’insieme dell’argomento che ha studiato; lo studente in questo caso ricorda porzioni, frammenti dell’argomento globale, ma non l’argomento nella sua totalità.
Questa eccessiva frammentazione nello studio porta a delle pessime conseguenze:
– Demotivare lo studente che percepisce se stesso come poco competente in quanto non padrone della materia.
– Incapacità nel fare collegamenti tra argomenti diversi della stessa disciplina o tra discipline diverse; la capacità di collegare, di stabilire relazioni tra concetti e argomenti, è una delle chiavi necessarie perché ci siano apprendimenti significativi.
– Difficoltà nel memorizzare. Si tiene a mente con più facilità nella misura in cui i contenuti hanno un senso e una distribuzione razionale nei significati. Se ho pezzi sparsi qua e là senza legami, la memorizzazione sarà più difficile perché il contenuto avrà poco o nessun senso.