Archivi Blog

La scienza in festa, e il Liceo con gli scienziati!


notte ricercatoridi Sofia Ferracci, V B

Il 26 settembre 2014 un gruppo di studenti del Liceo di Ceccano, che hanno preso parte al Piano Lauree Scientifiche dell’Università di Roma Tor Vergata, presenterà i risultati del lavoro svolto durante il PLS alla Notte Europea dei Ricercatori a Frascati, una grande festa della scienza dove ricercatori e scienziati incontreranno un pubblico di tutte le età per promuovere e divulgare la cultura scientifica.

Proprio come i ricercatori, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di studiare l’astrobiologia -scienza interdisciplinare che si occupa dello studio della vita al di fuori della Terra- vedendo con i propri occhi com’è che si lavora in un laboratorio di ricerca. Guidati dalla dott.ssa Daniela Billi dell’Università di Roma Tor Vergata, i liceali si sono dilettati scietra provette, centrifughe e microscopi per vedere con i propri occhi a che punto è giunta la ricerca scientifica in questo ambito, e adesso non resta che presentarne i risultati, (quasi) come dei veri scienziati!

Lunedì 22 settembre, la dott.ssa Billi  sarà al Liceo diCeccano per un incontro di prova e di verifica

Annunci

Le ricercatrici del Liceo su Io Donna del Corriere della Sera


foto tor vergataGiovani ricercatrici scientifiche sbocciano è il titolo dell’articolo che Anna Maria D’Alessandro, su Io donna, il femminile del Correre della Sera,   dedica alle ragazze del Liceo di Ceccano ricercatrici a Tor Vergata. Scrive: Donne più brave in scienze? Sì, lo confermano le Università di Roma e Milano. A Tor Vergata si è appena concluso (il 20 giugno) lo Stage estivo per studenti delle scuole superiori. Cinquanta ragazzi del quarto anno (31 ragazze e 19 ragazzi) hanno “vissuto da mattina a serata” nei laboratori di astrofisica, tra i dispositivi ottici, ad apprendere i primi rudimenti di astrobiologia, antropologia forense e divulgazione scientifica.
All’iniziativa romana, dal 2010, si arriva segnalati dalle scuole.  Da Ceccano, 80 km da Roma, arrivano Raffaella Celani, Sofia Ferracci, Alessandra Masi, di IV linguistico, Rebecca Penna e Veronica Reali di IV scientifico. Patite per la chimica, un po’ spaventate dalle lezioni di fisica, entusiasta Raffaella per l’antropologia molecolare: dal primo giorno ha lavato ossa e reperti provenienti da Cerveteri, per classificarle, datarle, capire le cause della morte. “Non mi aspettavo mi prendesse tanto. Pensavo a Medicina per il futuro, questa occasione può aprirmi altri orizzonti. Ho trascorso tre mesi a Bruges – racconta la studentessa – per uno scambio“Chiediamo non solo bravissimi, ma appassionati – spiega Liu Catena, portavoce di Tor Vergata -. La ricerca vuole precisione, ma anche genio con un po’ di sregolatezza. Pagelle d’oro e manualità: nei laboratori vediamo che spesso le parti si rovesciano e chi ha meno titoli scolastici raggiunge e supera chi è bravo sempre e in tutto”. Quest’anno c’è stato un boom rosa: delle undici scuole aderenti, alcune delegazioni hanno mandato solo studentesse: cinque lo scientifico-linguistico di Ceccano (Frosinone) (in foto), sette lo scientifico Stefanini di Venezia-Mestre.

Qui i link all’articolo di Anna Maria D’Alessandro http://www.iodonna.it/attualita/primo-piano/2014/donne-universita-bravura-studio-lavoro-402168611350_2.shtml

e qui http://www.iodonna.it/attualita/primo-piano/2014/donne-universita-bravura-studio-lavoro-402168611350.shtml