Archivi Blog

Il Liceo a Napoli: presenta la sua esperienza a Smart education alla Città della scienza, giovedì 9 ottobre


napoli garrIl Liceo di Ceccano presenterà la scuola 2.0 e la metodologia BYOD (Bring Your Own Device, porta il tuo dispositivo) alla Città della Scienza a Napoli in occasione della manifestazione Smart and Education Technology Days – 3 Giorni per la scuola che si svolge nella città partenopea a cominciare dal 9 ottobre. E proprio giovedì 9 il Liceo interverrà in due degli appuntamenti in programma. La preside Senese presenterà la realtà del Liceo nel Convegno del GARR sulla banda ultralarga per la scuola, illustrando la collaborazione con l’Università di Cassino nel sistema Edunet e la necessità di scommettere sulla teachersaidbanda larga che deve raggiungere tutte le aule degli istituti scolatici. Soltanto con la banda ultralarga, al Liceo di Ceccano è a 100 Mbps simmetrici, con ponte radio, è possibile utilizzare registri elettronici, lim, tablet. Senza banda ultralarga  si rischia di spendere invano denari che dovrebbero servire ad inserire le nuove tecnologie nella didattica e che invece possono generare frustrazioni infinite se tutto non funziona perfettamente. Il convegno si svolgerà nella Sala Averroè dalle ore 14 alle 15,30. Subito dopo il Liceo presenterà l’esperienza del BYOD nel convegno della Fondazione Rosselli per il concorso Scuola+: la trasformazione della scuola, il Liceo 2.0 ottenuto partendo dalla tecnologia che è in tasca agli alunni, dai loro smartphone e tablet, rinunciando così ad investimenti costosi e scegliendo il ruolo di guida nell’educazione all’utilizzo dei nuovi media. Tutti connessi per educare al pensiero critico, alla condivisione, alla collaborazione, alla competenza diginate e culturale, alla capacità di essee imprenditori di é stessi e di fare le scelte migliori per la propria vita.

Qui il link per il convegno del 9 ottobre  http://www.garrxprogress.it/3giorniperlascuola

Il Liceo premiato al MED, Media Education Cesare Scurati


premio scuratiIl Liceo ha ricevuto una menzione speciale della Giuria Scientifica al Premio Nazionale Cesare Scurati, bandito con l’intento di stimolare la produzione di buone pratiche di media education nei vari ambiti educativi (scuola, extrascuola, adulti, territorio…). Al Premio partecipano tutti coloro che intendono presentare le proprie esperienze di educazione ai media. Il liceo ha presentato la propria esperienza di passaggio dalla classe 2.0 alla scuola 2.0 al Liceo BYOD ed ha ricevuto il premio con la sguente motivazione: il progetto sviluppa una media education compartecipata tra studenti ed insegnanti, tesa a mettere a disposizione da una parte le competenze mediali degli studenti, e, dall’altra, le competenze didattiche e metodologiche degli studenti. Il progettoSummer-2014-3 si segnala per il tentativo, riuscito, di far nascere dal basso, una innovazione nelle pratiche quotidiane della vita scolastica.

Il premio è stato consegnato a Fiuggi, presso il teatro comunale, al termine della Summer School della Associazione Italiana per l’educazione ai media e alla comunicazione. La giuria scientifica del premio nazionale Cesare Scurati era composta da Roberto Farnè (Università di Bologna), Michele Aglieri (Università Cattolica di Milano), Damiano Felini (Università di Parma), Rinalda Montani (MED).

 

L’inaugurazione della banda ultralarga, il video integrale


E’ stato pubblicato il video integrale della giornata di inaugurazione della banda ultralarga al Liceo di Ceccano, il 28 maggio 2014, nell’aula magna Francesco Alviti. Eccolo qui con gli interventi della preside Senese, del rettore dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, il prof. Ciro Attaianese, e poi il bellissimo collegamento tra musicisti in posti diversi e in grado di suonare insieme grazie al software Lola. Il tutto reso possibile grazie alla sinergia di tante persone che hanno creduto nella possibilità di realizzare il progetto.

qui

Sulle ali dei bit, mercoledì l’inaugurazione con il Rettore Attaianese


c399-All.Programma bandalarga-28-maggio-jpgSarà il Rettore magnifico dell’Università di Cassino e del Lazio meridionale, il prof. Ciro Attaianese, ad inaugurare mercoledì 28 maggio, con la sua prolusione trasmessa in diretta streaming, il collegamento in banda larga che consente oggi al Liceo di Ceccano di poter navigare in internet a 100 Mbps simmetrici, con la possibilità di utilizzare tutte quelle opportunità che sono legate alla rete Eduroam, che collega centinaia di università nel mondo e che vede il Liceo di Ceccano unica scuola superiore italiana a farne parte. La potenza del collegamento consente a tutti i prof e gli allievi del Liceo di poter accedere alla rete internet ed utilizzare tutte le potenzialità offerte dalle Google apps for education per la trasmissione video, la condivisione, la messaggistica, tutto in un’area protetta e certificata. Il Liceo infatti riceve la connessione dall’Università di Cassino, tramite il consorzio GARR: tutti gli utenti sono identificati tramite il loro codice d’accesso univoco, e tutti i partecipanti alla comunità educante del Liceo di Ceccano possono liberamente navigare utilizzando gli strumenti messi gratuitamente a disposizione dalla scuola.

Si tratta di una vera e propria rivoluzione. Finalmente infatti le scuole non si preoccupano di comprare attrezzature: computer, netbook, tablet, lavagne… quanto invece di consentire a prof e studenti di utilizzare il proprio smartphone o tablet con una connessione stabile ed efficiente che li metta in grado di sfruttare le tante potenzialità della rete. E’ il cosiddetto BYOD (bring your own device, porta il tuo apparato e connettiti) La connessione internet diventa dunque lo snodo strategico per il cambiamento della scuola e l’innovazione delle pratiche didattiche. Oggi, al Liceo di Ceccano, non c’è più nessun docente che non utilizzi normalmente un computer o un tablet o lo smartphone nella didattica. Purtroppo l’assenza delle infrastrutture, i cavi di fibra ottica, ha costretto il Liceo a realizzare un ponte wireless per arrivare alla rete GARR. Se ci fosse la fibra disponibile, la potenza sarebbe ancora 10 volte superiore, pari a 1 giga. Ma già con l’attuale collegamento, il Liceo riesce a dare il segnale internet in tutte le aule, a trasmettere in streaming tutte le sue attività, a realizzare videoconferenze senza strappi, ad utilizzare i video didattici senza noiose attese di caricamento, che tutti sperimentiamo, a disporre di cloud per lo scambio di materiali tra prof e alunni, a fare compiti ed esercizi direttamente on line, ad utilizzare la rete per ricerche ed approfondimenti. E così  piano piano l’utilizzo di internet diventa la quotidianità del lavoro didattico, senza classi 2.0 ma con tutta la scuola 2.0.

Mercoledì verranno mostrate diverse applicazioni didattiche e sarà possibile per tutti sperimentare la potenza della rete.

 

 

 

 

La banda ultralarga sulla stampa


La notizia del collegamento del liceo con la banda ultralarga dell’Università di Cassino è stata a più riprese evidenziata dalla stampa

Questa presentazione richiede JavaScript.