Archivi Blog

Liceo, tutores al lavoro per aiutare i compagni in difficoltà


tutoraggio 2Cominciano il loro lavoro subito dopo il suono della campanella e arrivano fino alle 16.  Mettono il loro tempo a disposizione degli altri, in una specie di gara di solidarietà fra pari che ha come scopo quello di facilitare il raggiungimento egli obiettivi didattici che il Liceo si è dato. Sono i tutores,  la squadra per il recupero e il sostegno del Liceo di Ceccano, uno sportello di pronto intervento,  con tanti soggetti attivi, con lo scopo di sostenere gli allievi nei momenti difficili della vita scolastica, quando ci si sente inadeguati per sostenere il passo necessario per arrivare alla promozione Il servizio dei tutores funziona come una specie di ambulatorio: serve a risolvere rapidamente questioni, argomenti non capiti, preparazione per i compiti, per le interrogazioni. I ragazzi che ne  hanno bisogno consultano il calendario delle disponibilità e si mettono d’accordo con il tutor per il giorno e l’ora. I tutores vengono assistiti nel loro supporto dagli insegnanti che danno loro le indicazioni necessarie per il recupero. Si tratta di un programma che riesce a raggiungere diverse finalità: innanzitutto aiuta gli allievi in difficoltà, poi consente ai ragazzi tutores di esercitare concretamente la loro preparazione nelle diverse discipline e di ripassare mentre si aiuta. Inoltre lega ulteriormente i ragazzi del Liceo attorno al valore della solidarietà. Gli insegnanti valorizzano il contributo prezioso dei tutores al raggiungimento degli obiettivitut del Liceo, innanzitutto attraverso le valutazioni disciplinari, mentre l’Istituto terrà conto dell’impegno dei tutores ritenendolo titolo di preferenza per le varie attività della scuola ed elemento determinante per il credito scolastico. Rilascerà anche alla fine del corso un apposito attestato descrittivo dell’attività svolta. Tale attestato potrà essere inserito nel curriculum vitae. Il Liceo aveva sempre offerto, nel passato, le sue aule agli studenti che avessero chiesto di rimanere oltre l’orario delle lezioni per fare assieme i compiti e per gruppi di studio.  Ora, questa attività spontanea è stata organizzata, sotto la guida del prof. Belfiore, responsabile dei servizi di recupero e potenziamento del Liceo fabraterno. “I tutores” ci ha detto il prof. Belfiore “non soltanto aiutano i loro compagni, qualche volta riuscendo a smuovere le corde giuste dell’apprendimento, ma rinforzano ulteriormente sé stessi mettendosi alla prova nello spiegare e nell’argomentare i diversi moduli attorno ai quali si articola il progetto di intervento”. A questo si aggiunge inoltre l’alto valore solidale della scelta effettuata da un numero tanto consistente di ragazzi che così dimostrano di essere disposti a dare il proprio tempo libero in favore dei compagni.

Qui tutte le istruzioni per l’uso https://liceoceccano.com/2014/11/29/tutores-parte-il-servizio/

 

School cup, il Liceo in gara per la solidarietà


schoolcupSport e solidarietà: un binomio solido e resistente anche a Ceccano. Lunedì 12, allo stadio Dante Popolla, dalle 9, si svolge la School Cup 2014 – IV Memorial Irene Di Mario, organizzata dall’Associazione Italiana per la Ricerca sull’Anemia di Fanconi (AIRFA) e dal Corpo di Polizia Locale del Comune di Ceccano. Il triangolare di calcio vede scendere in campo le tre scuole superiori cittadine – il Liceo scientifico-linguistico, l’Istituto alberghiero e l’Istituto tecnico-economico – per conquistare l’ambita coppa in palio e per ricordare la piccola Irene, prematuramente scomparsa a causa dell’Anemia di Fanconi.
L’Anemia di Fanconi è una malattia genetica, presente fin dalla nascita, ma che può manifestarsi anche in età scolare. Colpisce il midollo osseo, il quale non riesce più a produrre i globuli bianchi, i globuli rossi e le piastrine. Per molti scienziati battere questa malattia può essere la chiave per sconfiggere il cancro. L’iniziativa, patrocinata dal Comune e promossa in collaborazione con la sezione ceccanese dell’AVIS e con il comitato provinciale dell’UNICEF, è condotta dalla brava e nota Janet De Nardis, volto della RAI e direttore artistico del Roma Web Fest, ed è allietata dall’esibizione della giovanissima e talentuosa Sara Lo Scalzo, di recente apparsa alla trasmissione televisiva Ti lascio una canzone.

continua a leggere qui http://www.atuttapagina.it/2014/05/02/in-ricordo-di-irene-in-campo-contro-lanemia-di-fanconi/

Tutti gli allievi del Liceo partecipano all’incontro con la loro assemblea studentesca. Hanno raccolto oltre 1000 euro in biglietti. Qui tutte le indicazioni per la partecipazione all’assemblea

https://liceoceccano.files.wordpress.com/2013/08/c359-assemblea-di-istituto-12mag141.pdf

Dalla Sardegna il grazie per l’aiuto pro alluvionati


sadiniaIl presidente dell’Avis di Perfugas (SS), Giovanni Demarcus,  ha scritto al Liceo per ringraziare tutti della solidarietà dimostrata agli alluvionati della Sardegna. Ha tenuto ad informare tutti che i fondi raccolti dagli studenti e dal personale del vostro istituto e donati alla nostra  associazione al fine di aiutare le vittime dell’alluvione che ha colpito la Sardegna nel novembre 2013, sono stati utilizzati in questo modo: una parte è stata donata direttamente in contanti a due famiglie di Olbia; un’altra parte è stata destinatasard2 all’acquisto di mobili, reti e materassi che sono stati in seguito donati ad altre due famiglie di alluvionati. Ringrazio calorosamente tutto il personale dell’Istituto e gli studenti, a nome di tutti i volontari dell’associazione e delle famiglie di Olbia aiutate, per l’impegno e la generosità  dimostrata. Nonostante il periodo di crisi che stiamo affrontando, con questo gesto avete dato dimostrazione di grande altruismo e solidarietà, di cui vi siamo grati.

Le caprette di Alfredo


alfMartedì 18 mattina gli allievi del Liceo hanno incontrato l’Africa: quella vera, quella del dolore e della sofferenza, dei genocidi dimenticati, delle sofferenze ignorate. Hanno incontrato il Rwanda, il paese sconvolto dalla guerra civile che ha causato milioni di morti con altrettante vedove e orfani che muoino letteralmente di fame. E una capretta, 25 euro, è in grado di salvare subito una famiglia. Ci racconta tutto Josephine Carinci, III C

La perdita di un figlio non è un male razionale, accettabile e comprensibile. Solamente attraverso gesti e azioni che danno forza e vita si può tentare di ricostruire un’esistenza serena. Gina Fioravanti e i suoi familiari, dopo la perdita del figlio Alfredo, nel loro percorso di sofferenza hanno incontrato Padre Lorenzo Rutinduka. E’ avvenuto nel 2006 quando al Liceo di Ceccano, il padre era impegnato in una lezione ai ragazzi. Come Gina, padre Lorenzo, aveva nel cuore un dolore immenso dopo aver perso i genitori e i 5 fratelli nel genocidio del 1994. Il 1 Maggio 2006  nasce il progetto “Alfredo” per aiutare le famiglie più bisognose di Muringa e Kiziguro.
L’associazione si occupa di infondere cultura, istruzione e conoscenza ai bambini rwandesi del villaggio del padre. In quel periodo molti piccoli sono rimasti orfani, senza cibo, famiglia, scuola e casa. Il governo non si occupava di loro, fingendo di non vederli. Gina nel 2009 dopo aver inviato vari aiuti si è recata in Rwanda per visitare i luoghi dove manda sostentamenti: davanti ai suoi occhi solamente bambini che non hanno neppure il diritto di sopravvivere. Leggi il resto di questa voce

Marta, tutor dei propri compagni


Il quotidiano Avvenire ha dedicato oggi una pagina all’esperienza dei tutores nella nostra scuola

marta tutor 3

Il Liceo per la raccolta alimentare


collettaIl Comitato degli Studenti del Liceo di Ceccano ha partecipato oggi alla colletta alimentare della Caritas diocesana di Frosinone: nel corso dell’assemblea studentesca, diversi ragazzi hanno preparato e venduto dolci il cui ricavato (quasi 100 euro) è stato utilizzato per  fare la spesa e donarla ai volontari della Caritas impegnati davanti ai supermercati. Altri hanno portato direttamente generi alimentari; altri ancora hanno partecipato come volontari. Grazie, ragazzi!

 

1000 euro di solidarietà per la Sardegna


E’ quanto hanno raccolto i ragazzi del Liceo di Ceccano, in appena tre giorni. Con esattezza 1090 euro, grazie all’impegno del Comitato Studentesco. E la raccolta continua per chi vuole aiutare le zone alluvionate della Sardegna

sadinia

Emergenza terremoto, studenti in campo


Raccolta di generi di prima necessità per le popolazioni colpite dal terremoto in Emilia. Dopo il raccoglimento con il minuto di silenzio del lutto nazionale del 4 giugno,  il Liceo scende in campo con l’iniziativa Emergenza terremoto, in collaborazione con la Protezione civile di Ceccano per i beni alimentari non deperibili, omogeneizzati, prodotti per l’igiene personale, acqua in bottigliette. La raccolta proseguirà sino a venerdì 8 giugno.

Sport e solidarietà, quasi 500 euro per il defibrillatore


Siamo quasi a quota 500: è il risultato della prima fase della raccolta di fondi per dotare il Liceo di un defibrillatore: il denaro è stato consegnato al dirigente scolastico nel corso della mattinata dedicata alle finali del combattutissimo campionato di basket che ha visto trionfare per il triennio la IV A sulla IV D, dopo i tempi supplementari, e la II D sulla II C, e poi alla dimostrazione di pronto soccorso per l’uso del defibrillatore, curata dalla Croce Rossa.

La raccolta fondi continuerà nei prossimi giorni.

Qui le bellissime foto della mattinata

Defib02

Croce rossa, raccolta indumenti usati


Domani, 18 aprile, la Croce rossa italiana raccoglierà al Liceo indumenti e scarpe usate. Chiunque voglia collaborare può portare i materiali a scuola: saranno gli addetti della CRI a provvedere alla raccolta.