Archivi Blog

Comenius Updating the classics: cultura, amicizia, Europa, famiglie


comen100 ragazzi a lavorare insieme: tedeschi, olandesi, inglesi e italiani impegnati, a Treviri, oggi Trier, la città di Costantino, di Sant’Ambrogio e di Karl Marx, in una settimana di studio, riflessione e produzione artistica per capire se le grandi virtù del mondo classico possano essere ancora oggi ispiratrici di uinità e di pace. Ecco il commento di Sofia Ferracci che ha partecipato al Comenius insieme ad altri 16 ragazzi del Liceo di Ceccano:

La parola “Comenius” altro non è che la latinizzazione di Jan Amos Komensky, teologo e pedagogista ceco. Comenius sosteneva, nel XVII secolo, quanto le lingue fossero importanti nella formazione del fanciullo al fine di possedere un sapere lungo tutta la vita.
Oggi, a quattro secoli di distanza, questo nome si fa portatore di un viaggio che è un’esperienza di vita; Comenius è poter fare scuola, avere amici da ogni angolo dell’Europa e vivere per20130413_180704 una settimana in un ambiente multinazionale, ma sentirsi al tempo stesso parte di un’unica e immensa realtà.  Comenius è pensare, parlare, esprimersi in un’unica lingua, l’inglese, che pur non appartenendoci cominciamo a sentire anche un po’ nostra. 
Comenius è ballare fino a sentire male ai piedi, ridere a crepapelle, visitare i luoghi dove è nata la nostra cultura, in compagnia di ragazzi e ragazze inglesi, olandesi e tedeschi.
E mentre canti a squarciagola una canzone mano nella mano con due ragazze inglesi che nel giro di pochi giorni sono diventate una parte di te, pensi veramente che stai brillando come un diamante nel cielo. O più semplicemente, come le dodici stelle dorate di quella bandiera dallo sfondo blu, che è la miglior cosa che possa rappresentarci.

Insieme ai ragazzi di Ceccano c’erano quelli di Trier, Germania, Humboldt Gymnasium, di Cambridge, Perse School for Girls, di Scjindel Collegium, Olanda, del Martino Filetico di Ferentino.

Qui le prime foto della magnifica esperienza, conclusa con una manifestazione finale in cui sono stati presentati i frutti dei laboratori, dedicati rispettivamente alla musica rinascimentale, agli ideali di bellezza, alla scultura, alla prospettiva, alle iscrizioni latine di Treviri, ai manoscritti

Treviri1

Treviri2

Updating classics: Renaissance, a Treviri per la settimana del Comenius


Saranno a Treviri in Germania, da lunedì 8 a domenica 14 aprile, gli allievi del Liceo che partecipano al Comenius Updating classics, insieme ai compagni  di 5 nazioni europee. Verranno da Cambridge,  da Bruges, da Schijndel, da Ceccano e da Ferentino: in Aprile, Treviri diventa il centro della cultura europea. 100 studenti di 5 nazioni si ritroveranno nella città della Mosella per studiare insieme quanto i classici dell’antichità abbiano influenzato la cultura europea. La settimana che inizia lunedì a Treviri  fa parte del progetto Comenius  Renaissance: updating the Classics che vede coinvolte 6 scuole europee. Insieme al Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano,  e al Martino Filetico di Ferentino,  ci saranno per il Belgio il Sint-Lodewijkscollege di Bruges, per la Germania l’Humboldt Gymnasium di Treviri, per la Gran Bretagna The Perse School for girls di Cambridge, e per l’Olanda l’Elde College diSchjindel.

Il programma  prevede che gli allievi delle 6 scuole si confrontino sull’impatto della cultura classica nella storia dell’europa, con particolare riferimento al rinascimento.

Partendo da Virgilio, gli studenti saranno chiamati a verificare come i valori della coesione civile, della solidarietà,  dell’intraprendenza, della capacità di decidere, della libertà, siamo in realtà eredità del passato classico. Tutto il lavoro verrà svolto in inglese: gli allievi della scuola di Cambridge prepareranno una serie di lezioni di storia, di latino, di geografica, di economia che possano essere svolte in tutte le classi delle scuole coinvolte, in inglese.  . Il progetto è finanziato dalla Comunità Europea per un biennio. Nel 2012, l’incontro si svolse a Ceccano con grande apprezzamento da parte di tutti i partecipanti.

Ne scaturì anche un filmato che si può visionare qui better-woman-il-film-del-comenius

mentre qui è possibile vedere le foto dell’incontro comenius-2012-le-foto-del-backstage

comenius-2012-in-festa-a-ferentino-le-foto

Londra, Firenze,Torino, Ravenna, capitali antiche e nuove


sottoA Londra sui passi di Galileo, per il progetto Sotto un’altra ottica, per la IV F, a Firenze e Torino per le capitali d’Italia prima di Roma, per le IV, a Ravenna e a Verona sulle tracce della cultura bizantina in Italia, per le classi II. E’ il programma dei prossimi giorni, nell’ambito di Destinazione Europa, l’iniziativa che ha come compito quello di allargare i confini culturali degli allievi del Liceo di Ceccano. Sotto un’altra ottica partecipa ad un progetto nazionale di promozione della cultura scientifica ed è stato presentato in un recente convegno del Miur, con notevoli apprezzamenti a livello nazionale. I ragazzi della IV F sono a Londra sui passi dei documenti di Galileo e  andranno poi a Firenze per una visita al museo dedicato al grande scienziato. A Firenze saranno venerdì e sabato i VictorEmmanuel2ragazzi delle altre IV impegnati in un itinerario di riproposizione del Risorgimento italiano che culminerà nella visita a Torino, a Palazzo Carignano, sede del primo parlamento italiano che il 17 marzo 1861, con la legge n. 1 proclamò il Regno d’Italia. Le II saranno invece a Ravenna, alla scoperta della grande arte delle rappresentazioni musive e delle bellissime città di Verona e Bologna.

Destinazione Europa proseguirà dopo Pasqua con lo stage linguistico a Londra; quindi in Germania con il Comenius Updating Classics, che vedrà 20 alunni del Liceo impegnati a Treviri insieme ad altri ragazzi belgi, inglesi ed olandesi, e poi ancora con lo scambio musicale con la Finlandia, 30 ragazze del coro scolastico di Turku, e poi a maggio lo scanmbio con la Bretagna. Infine lo scambio con un Liceo di Amburgo, in giugno.

Destinazione Europa, per il Liceo di Ceccano

Better woman, al Dieciminuti film festival il film del Comenius


Better woman, il film realizzato nel laboratorio cinema del Comenius 2012, l’incontro a Ceccano di allievi dei Licei di Cambridge, Treviri, Bruges, Schijndel, Ferentino e Ceccano,  svoltosi nello scorso mese di Aprile, sarà presentato questa sera, sabato 12 gennaio, al Dieciminuti Film Festival di Indiegesta, al Teatro Antares di Ceccano

Comenius, relazione in Provincia, le foto


Il 16 ottobre scorso alla provincia, incontro fra le scuole con un progetto Comenius. Il Liceo, con i suoi allievi, ha raccontato la splendida esperienza dello scorso aprile, con i compagni inglesi, tedeschi ed olandesi per Updating classic, the Renaissance

Qui le foto dell’incontro a Piazza Gramsci, nell’album realizzato da Emanuela Lo Scalzo

5801699535374462209

 

 

Updating classics: Renaissance, a Cambridge il meeting preparatorio


Si svolge a Cambridge, il 29 e 30 settembre, il meeting preparatorio per il Comenius Updating classics, che nell’aprile del 2013 vedrà riuniti a Treviri gli allievi di 5 nazioni europee. Verranno da Cambridge,  da Ceccano e da Ferentino: in Aprile, Treviri sarà il centro della cultura europea. 100 studenti di 5 nazioni si ritroveranno nella città della Mosella per studiare insieme quanto i classici dell’antichità abbiano influenzato la cultura europea.

Il meeting che inizia oggi a Cambridge fa parte del progetto Comenius  Renaissance: updating the Classics che vede coinvolte 6 scuole europee. Insieme al Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano, rappresentato dalle professoresse Vivoli, Crecco e Altobelli e al Martino Filetico di Ferentino,  ci saranno per il Belgio il Sint-Lodewijkscollege di Bruges, per la Germania l’Humboldt Gymnasium di Treviri, per la Gran Bretagna The Perse School for girls di Cambridge, e per l’Olanda l’Elde College diSchjindel.

Il programma  prevede che gli allievi delle 6 scuole si confrontino sull’impatto della cultura classica nella storia dell’europa, con particolare riferimento al rinascimento.

Partendo da Virgilio, gli studenti saranno chiamati a verificare come i valori della coesione civile, della solidarietà,  dell’intraprendenza, della capacità di decidere, della libertà, siamo in realtà eredità del passato classico. Tutto il lavoro verrà svolto in inglese: gli allievi della scuola di Cambridge prepareranno una serie di lezioni di storia, di latino, di geografica, di economia che possano essere svolte in tutte le classi delle scuole coinvolte, in inglese.  In aprile 2013 si ritroveranno a Treviri per confrontare i lavori svolti e per visitare insieme le radici dell’antichità classica. Il progetto è finanziato dalla Comunità Europea per un biennio. Nel 2012, l’incontro si svolse a Ceccano con grande apprezzamento da parte di tutti i partecipanti.

Ne scaturì anche un filmato che si può visionare qui better-woman-il-film-del-comenius

mentre qui è possibile vedere le foto dell’incontro comenius-2012-le-foto-del-backstage

comenius-2012-in-festa-a-ferentino-le-foto

comenius-le-prime-foto-di-una-settimana-entusiasmante

Better woman, il film del Comenius


Eccolo, Better woman, il corto realizzato durante la settimana del Comenius al Liceo di Ceccano, grazie al coordinamento di Indiegesta.

Comenius, sabato la conclusione


Dido and Aeneas di Henry Purcell, la Scuola di Atene di Raffaello, un corto metraggio, la ceramica antica: questi i prodotti della settimana del Comenius Updating Classics  Italian Renaissance che ha visto riunito a Ceccano gli allievi provenienti dal Regno Unito, The Perse School for Girls di Cambridge, dalla Germania, l’Humboldt Gymnasium di Treviri, e dai Paesi Bassi, l’Elde College di Schijndel e dal Liceo Martino Filetico di Ferentino. Insieme agli allievi del Liceo di Ceccano sono stati impegnati in quattro laboratori i cui risultati verranno presentati nella manifestazione conclusiva del Comenius Italy, nel salone del Collegio Filetico a Ferentino, sabato 21 aprile, Natale di Roma, alle ore 18. I laboratori sono stati guidati rispettivamente da Vittoria D’Annibale per l’opera lirica, da Antonio Zomparelli per le arti visive, Fausto Roma per la ceramica e dai giovani di Indiegesta per il cinema.

Proprio la concomitanza con il natale dell’Urbe spiega il senso profondo di  una collaborazione che  queste scuole attuano fin dal 2004: ritrovare nella cultura antica i semi della civiltà moderna. Si cominciò con Vestigia Caesaris, sui passi di Cesare, per rintracciarne le orme e poi con Metamorphosis, cercando in Ovidio la possibilità di interpretare le grandi mutazioni della società contemporanea. Ora è stata la volta di Enea, che pensa al futuro ma con la sguardo rivolto anche alle grandi tradizioni culturali. Lo avevano già sperimentato i grandi intellettuali del Rinascimento, ora tocca a noi.

Il Comenius Updating classics proseguirà il prossimo anno con un meeting a Cambridge ed una settimana di incontro a Treviri.

Comenius: le prime foto di una settimana entusiasmante


L’opera lirica, il cinema, le arti visive, la ceramica e poi le bellezze e le suggestioni di Cuma e Sperlonga, lo splendore dei Musei Vaticani e delle piazze di Roma: 120 ragazzi, di 4 nazioni diverse, impegnati in una settimana dedicata alla rilettura dei classici.

Qui le prime foto del Comenius

Comenius20121

Updating classics, da tutta Europa sui passi di Enea


120 giovani europei si incontrano per una settimana per capire i fondamenti culturali della civiltà occidentale, i valori dell’antichità classica, già riletti dal Rinascimento in Italia e poi in Europa. Lo faranno visitando i luoghi in cui è possibile rintracciare ancora oggi la presenza di Enea, personaggio principe di questa settimana, ed impegnandosi in una serie di laboratori in cui arti moderne ed antiche permetteranno loro di confrontarsi con il passato, per scoprirne idee e valori. Insieme con i loro insegnanti, saranno ospiti delle famiglie della nostra Terra e potranno così sperimentarne l’ospitalità e conoscerne la cultura autentica. I ragazzi stranieri provengono dal Regno Unito, The Perse School for Girls di Cambridge, dalla Germania, l’Humboldt Gymnasium di Treviri, e dai Paesi Bassi, l’Elde College di Schijndel e dal Liceo Martino Filetico di Ferentino. Si tratta dunque di una esperienza di grande importanza per il Liceo di Ceccano che impegna le sue risorse migliori: gli allievi saranno impegnati infatti in 4 laboratori la cui lingua di comunicazione sarà l’inglese: uno di cinema, affidato all’associazione Indiegesta, un secondo di arti visive, curato da Antonio Zomparelli, uno di ceramica a cura di Fausto Roma ed infine uno sul melodramma, con il coro e l’orchestra curato da Vittoria D’Annibale. I laboratori, workshops, saranno in lingua inglese e toccherà agli allievi del Liceo linguistico il ruolo di facilitatori nella comunicazione tra i partecipanti e i coordinatori dei laboratori. Tutti i lavori prodotti saranno presentati nella serata finale a Ferentino.

Sicilia, Londra, Berlino per capire l’Europa e il mondo


gli allievi del Liceo nella Salle des Fetes di Avignone

Sicilia, culla della civiltà mediterranea, Londra e Berlino, capitali mondiali, avverse e complementari, sedi di decisioni tremende e fondamentali per la storia d’Europa: queste le mete delle classi I, II, e V del Liceo che saranno impegnate in viaggi di istruzione e stages linguistici dal 30 al 6 aprile. Il tutto si inserisce nel programma Destinazione Europa che ha l’obiettivo di aiutare gli allievi a rendersi conto di quanto sia importante un’educazione all’interculturalità e ad una dimensione internazionale della vita. Le classi II saranno in Sicilia, sui passi di Federico II, lo Stupor Mundi, le I e le IV in Inghilterra, per lo stage linguistico a Londra, e le V a Berlino, viaggio finale del quinquennio.

Destinazione Europa, iniziata ad ottobre con il viaggio ad Avignone, Sui passi di Annibaldo, e continuata poi con la stage di Spagnolo a Sevilla,  proseguirà ancora dal 15 al 22 aprile con l’arrivo a Ceccano di ragazzi provenienti da Cambridge, da Treviri e da Schjindel che, insieme ai ragazzi italiani, lavoreranno sul tema della cultura del Rinascimento italiano.

Infine, nel mese di maggio, i ragazzi delle I del Linguistico saranno in Francia, per lo scambio con gli allievi di Plouzanée, in Bretagna.

Destinazione Europa: scambio di classi con la Francia


Scambio di classi tra il Collège di Plouzané, Francia, e il Liceo Scientifico e Linguistico di Ceccano nell’ambito del gemellaggio cittadino e del programma Destinazione Europa che vede gli allievi del Liceo fabraterno impegnati in una serie di scambi, di progetti europei e di stages linguistici.

Gli allievi francesi sono arrivati a Ceccano sabato sera e lunedì mattina, 19 marzo, alle ore 17,  saranno ufficialmente ricevuti al Castello di Conti dal sindaco di Ceccano, Antonio Ciotoli. Visiteranno poi il Castello e  il centro storico della città. La settimana  sarà tutta dedicata ad una serie di attività didattiche e di visite guidate al patrimonio artistico e culturale della regione. Gli allievi francesi sono ospiti delle famiglie di Ceccano come anche i tre  insegnanti accompagnatori  Gli allievi del Liceo di Ceccano saranno in Francia nel prossimo mese di maggio. In questo scambio sono impegnate due classi del linguistico  L’iniziativa si svolge nell’ambito del gemellaggio tra Ceccano e Plouzané e gode del patrocinio del Comune di Ceccano, assessorato alla cultura, dell’Azienda di Promozione Turistica di Frosinone e della Pro loco di Ceccano ed è curata dalla prof.ssa Lucie Zorzi.

Qui le foto dello scambio dello scorso anno:  francesi-le-prime-foto

Destinazione Europa proseguirà con due stages linguistici. il primo in Spagna, a Siviglia, dal 22 al 28 marzo, e poi a Londra, dal 31 marzo al 6 aprile, e ancora con il Comenius Updating classics, con 100 ragazzi da tutta Europa a Ceccano,  dal 15 al 22 aprile, e infine con la Francia, scambio di classi, dal 9 al 15 maggio.